🎧 Ministra Lamorgese a Firenze: sarà aumentato fondo per sicurezza urbana a 25 mln

🎧 Ministra Lamorgese a Firenze: sarà aumentato fondo per sicurezza urbana a 25 mln

L’aumento previsto per il prossimo anno adesso attualmente ammonta a 15 mln, l’annuncio della ministra Lamorgese al termine della riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza a Firenze

Il fondo per la sicurezza urbana sarà aumentato, passando a livello nazionale dagli attuali 15 milioni di euro e 25 milioni il prossimo anno. Lo ha annunciato la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese al termine della riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza a Firenze. Il ministro ha spiegato che nella riunione odierna, per il capoluogo toscano “è stato valutato il piano antimovida e l’utilizzo di steward insieme agli organi di polizia.

Per questo verrà impiegato il fondo per la sicurezza urbana che vede la città di Firenze una delle sedi ad avere una quota abbastanza importante, circa 1,5 milioni di euro. Il fondo quest’anno è di 15 milioni a livello nazionale e l’anno prossimo arriveremo a 25 milioni”. “Sono risorse – ha aggiunto – per la sicurezza urbana che saranno destinate secondo le esigenze che saranno ritenute importanti a livello locale, e tra queste l’impiego di 20 steward”.

Tra i temi toccati all’interno della riunione odierna anche gli accordi Ue per i rimpatri europei. “E’ necessario procedere ai rimpatri e con gli accordi con i paesi terzi. L’unico che funziona con numeri più sostanziosi è quello con la Tunisia” mentre anche a causa della pandemia “con altri paesi i voli al momento sono bloccati e ricominceremo spero quanto prima. Ho chiesto all’Europa accordi di rimpatrio a livello europeo per avere maggiore forza rispetto ai singoli paesi. Spero che l’Ue riesca a mettere in campo questo piano quanto prima”. Così il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese al termine della riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza a Firenze.

In podcast: Raffaele Palumbo in diretta dalla riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza a Firenze.

L'articolo 🎧 Ministra Lamorgese a Firenze: sarà aumentato fondo per sicurezza urbana a 25 mln da www.controradio.it.

Prefettura firma un patto per favorire l’accesso al credito

Prefettura firma un patto per favorire l’accesso al credito

Firenze, con un’iniziativa che non ha precedenti sul territorio nazionale, la Prefettura di Firenze ha siglato un protocollo regionale di cooperazione tra istituzioni, per facilitare l’erogazione di finanziamenti a famiglie, imprese, lavori autonomi e professionisti in difficoltà.

L’intento di questo protocollo, firmato dalla Prefetto Laura Lega, è quello di agevolare l’accesso al credito e velocizzare i tempi di erogazione dei finanziamenti alle imprese e alle famiglie in difficoltà. Ma non solo, secondo la Prefetto Lega, tra le motivazioni che legittimano l’intervento di una istituzione come La Prefettura, ci sarebbero anche quelle di evitare che si possa arrivare alla rottura dei meccanismi di coesione sociale ed alle infiltrazioni illecite nel tessuto produttivo: “Dobbiamo fare argine all’usura, alle speculazioni selvagge e alle infiltrazioni criminali” ha detto Laura Lega durante la conferenza stampa on line di presentazione.

Cinque i punti di azione qualificati nei quali si svilupperĂ  la cooperazione tra i soggetti firmatari:

  • AttivitĂ  di supporto da parte degli enti camerali e delle associazioni di categoria agli istituti di credito per contribuire ad una piĂą approfondita conoscenza delle singole realtĂ  aziendali/imprenditoriali che chiedono l’erogazione di finanziamenti;
  • Diffusione della conoscenza delle opportunitĂ  di accesso al credito bancario e delle misure di sostegno alla liquiditĂ  introdotte dalle misure governative. Per far ciò gli enti firmatari pubblicizzeranno sui propri canali istituzionali i link ai siti web dove sono raccolti e aggiornati gli strumenti di supporto alla liquiditĂ , tra cui quelli di Banca d’Italia e di Abi. Rilevanti saranno anche le indicazioni che l’Agenzia Regionale delle Entrate fornirĂ  per comunicare all’utenza le procedure semplificate per ottenere i rimborsi;
  • Favorire il dialogo tra gli operatori bancari e i soggetti che richiedono i finanziamenti con la divulgazione dei documenti elaborati dalla Banca d’Italia, il 3 e il 10 aprile;
  • Monitoraggio dell’andamento, a livello regionale, delle misure creditizie governative attraverso l’esame di informazioni e dati messi a disposizione delle Prefetture da parte di Mediocredito Centrale, Sace e Consap;
  • Istituzione, presso la Prefettura di Firenze, di un Osservatorio regionale, di cui fanno parte i sottoscrittori del patto e rappresentanti delle prefetture toscane, con lo scopo di seguire l’andamento complessivo delle iniziative a sostegno del credito.

Il protocollo, che rimane aperto all’adesione di altri soggetti pubblici e privati, ha durata fino al termine dell’attuale situazione emergenziale ed è stato siglato da: prefetti della Toscana, Banca d’Italia, Abi, Agenzia dell’Entrate, Unioncamere, Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato Imprese, Cna, Confagricoltura, Legacoop, Coldiretti, Cia e Confapi.

La Prefetto Laura Lega ai microfoni di Gimmy Tranquillo:

L'articolo Prefettura firma un patto per favorire l’accesso al credito proviene da www.controradio.it.