Comune di Firenze, variazione di bilancio: approvati 2,7 milioni per caro energia

Comune di Firenze, variazione di bilancio: approvati 2,7 milioni per caro energia

Firenze, è stata approvata da Palazzo Vecchio la delibera dell’ultima variazione di bilancio, che dispone uno stanziamento  di 2,7 milioni di spesa in più per il caro energia.

Dalla variazione di bilancio si recepisce uno scostamento rispetto alle previsioni con maggiori entrate ma anche con maggiori uscite che derivano principalmente dal caro energia e dall’aumento delle necessità legate al welfare.

La delibera, portata in aula dall’assessore al bilancio Giovanni Bettarini, prevede per l’anno 2022 maggiori spese “per la situazione che stiamo vivendo, fra cui quelle per il caro energia che comporta 2,7 milioni in più rispetto a quanto previsto”.

“Ma abbiamo mantenuto -continua Bettarini- i conti in ordine garantendo una grande attenzione agli investimenti, fra cui mi preme mettere in evidenza la nuova pista indoor per lo stadio Ridolfi e nuove piste ciclabili”.

La variazione di bilancio contiene anche minori entrate rispetto alla previsione dai proventi dei contrassegni ztl degli autobus (- 1,2 milioni del previsto), un calo dai proventi per rimozioni e depositeria veicoli (meno 0,7 milioni) e dai proventi della gestione cimiteriale (meno 0,7 milioni).

Contemporaneamente sono stati registrati anche gli aumenti delle spese rispetto alle previsioni, tra cui quelle relative al welfare, finanziate essenzialmente con le maggiori entrate derivanti da trasferimenti da enti pubblici. Maggiori spese anche per le utenze comunali e l’illuminazione pubblica.

Al tempo stesso, come spiega Bettarini, ci sono state però maggiori entrate derivanti dall’imposta di soggiorno per 3 milioni di euro. Entrate alle quali si aggiungono trasferimenti dello Stato per 1,8 milioni.

L'articolo Comune di Firenze, variazione di bilancio: approvati 2,7 milioni per caro energia da www.controradio.it.

Comune di Firenze, variazione di bilancio: approvati 2,7 milioni per caro energia

Comune di Firenze, variazione di bilancio: approvati 2,7 milioni per caro energia

Firenze, è stata approvata da Palazzo Vecchio la delibera dell’ultima variazione di bilancio, che dispone uno stanziamento  di 2,7 milioni di spesa in più per il caro energia.

Dalla variazione di bilancio si recepisce uno scostamento rispetto alle previsioni con maggiori entrate ma anche con maggiori uscite che derivano principalmente dal caro energia e dall’aumento delle necessità legate al welfare.

La delibera, portata in aula dall’assessore al bilancio Giovanni Bettarini, prevede per l’anno 2022 maggiori spese “per la situazione che stiamo vivendo, fra cui quelle per il caro energia che comporta 2,7 milioni in più rispetto a quanto previsto”.

“Ma abbiamo mantenuto -continua Bettarini- i conti in ordine garantendo una grande attenzione agli investimenti, fra cui mi preme mettere in evidenza la nuova pista indoor per lo stadio Ridolfi e nuove piste ciclabili”.

La variazione di bilancio contiene anche minori entrate rispetto alla previsione dai proventi dei contrassegni ztl degli autobus (- 1,2 milioni del previsto), un calo dai proventi per rimozioni e depositeria veicoli (meno 0,7 milioni) e dai proventi della gestione cimiteriale (meno 0,7 milioni).

Contemporaneamente sono stati registrati anche gli aumenti delle spese rispetto alle previsioni, tra cui quelle relative al welfare, finanziate essenzialmente con le maggiori entrate derivanti da trasferimenti da enti pubblici. Maggiori spese anche per le utenze comunali e l’illuminazione pubblica.

Al tempo stesso, come spiega Bettarini, ci sono state però maggiori entrate derivanti dall’imposta di soggiorno per 3 milioni di euro. Entrate alle quali si aggiungono trasferimenti dello Stato per 1,8 milioni.

L'articolo Comune di Firenze, variazione di bilancio: approvati 2,7 milioni per caro energia da www.controradio.it.

Firenze, Pd: “I primi atti del percorso congressuale non sono incoraggianti”

Firenze, Pd: “I primi atti del percorso congressuale non sono incoraggianti”

Firenze, “I primi atti del percorso congressuale non sono incoraggianti”. Lo affermano i circoli del Pd e della Federazione comunale del partito, in un documento che analizza la situazione delineatasi dopo le elezioni del 25 settembre.

I circoli fiorentini, come detto nel documento rilasciato dai circoli del Pd e della Fondazione comunale del partito, parlano di “autocandidature alla segreteria avanzate senza un dibattito sulle idee, qualcuna all’indomani del voto, riproposizioni di divisioni interne legate più ai destini personali di qualche leader che al dibattito politico, fino alla formazione di un ‘Comitato costituente’ che lascia poco spazio ai territori o agli stessi circoli, e sembra essere ispirato più al bilanciamento di gruppi e sotto gruppi piuttosto che al libero confronto fra militanti, associazioni, movimenti, donne ed uomini che abbiano a cuore il futuro di questo nostro partito e, più in generale, del centrosinistra nel nostro Paese”.

Dunque, affermano i circoli nel documento, “chiediamo al Pd nazionale che le proposte che emergeranno dagli incontri sui territori siano obbligatoriamente discusse nell’ambito del Comitato costituente”, e “daremo il nostro contributo, quindi, ma lo faremo anche a modo nostro, autoconvocandoci fin da ora in seduta permanente, vigilando sull’andamento del percorso congressuale soprattutto riguardo alla capacità del Pd di dare voce a tutti coloro che vorranno partecipare, e alla reale volontà di imprimere una forte spinta all’innovazione ed al cambiamento radicale di iniziativa politica e classe dirigente”.

L'articolo Firenze, Pd: “I primi atti del percorso congressuale non sono incoraggianti” da www.controradio.it.

Firenze, Pd: “I primi atti del percorso congressuale non sono incoraggianti”

Firenze, Pd: “I primi atti del percorso congressuale non sono incoraggianti”

Firenze, “I primi atti del percorso congressuale non sono incoraggianti”. Lo affermano i circoli del Pd e della Federazione comunale del partito, in un documento che analizza la situazione delineatasi dopo le elezioni del 25 settembre.

I circoli fiorentini, come detto nel documento rilasciato dai circoli del Pd e della Fondazione comunale del partito, parlano di “autocandidature alla segreteria avanzate senza un dibattito sulle idee, qualcuna all’indomani del voto, riproposizioni di divisioni interne legate più ai destini personali di qualche leader che al dibattito politico, fino alla formazione di un ‘Comitato costituente’ che lascia poco spazio ai territori o agli stessi circoli, e sembra essere ispirato più al bilanciamento di gruppi e sotto gruppi piuttosto che al libero confronto fra militanti, associazioni, movimenti, donne ed uomini che abbiano a cuore il futuro di questo nostro partito e, più in generale, del centrosinistra nel nostro Paese”.

Dunque, affermano i circoli nel documento, “chiediamo al Pd nazionale che le proposte che emergeranno dagli incontri sui territori siano obbligatoriamente discusse nell’ambito del Comitato costituente”, e “daremo il nostro contributo, quindi, ma lo faremo anche a modo nostro, autoconvocandoci fin da ora in seduta permanente, vigilando sull’andamento del percorso congressuale soprattutto riguardo alla capacità del Pd di dare voce a tutti coloro che vorranno partecipare, e alla reale volontà di imprimere una forte spinta all’innovazione ed al cambiamento radicale di iniziativa politica e classe dirigente”.

L'articolo Firenze, Pd: “I primi atti del percorso congressuale non sono incoraggianti” da www.controradio.it.

Due auto incendiate a Pietrasanta, sindaco Giovannetti: “Le indagini sono in corso”

Due auto incendiate a Pietrasanta, sindaco Giovannetti: “Le indagini sono in corso”

Pietrasanta, il sindaco Alberto Giovannetti è intervenuto sull’incendio di due automobili avvenuto nel quartiere ‘Africa’ della città.

Riguardo al rogo il primo cittadino di Pietrasanta, Alberto Giovannetti, ha detto che: “Appena sono venuto a conoscenza dell’accaduto, mi sono messo in contatto con i carabinieri di Pietrasanta che stanno svolgendo le indagini sull’incendio delle due auto in via Campanella.”

“Dai primi rilievi dei vigili del fuoco – continua il sindaco – e degli stessi militari, non sarebbero emerse tracce di innesco: le indagini sono in corso, le seguiamo con attenzione e insieme all’assessore alla Polizia municipale, Andrea Cosci, stiamo cercando di individuare le migliori e più corrette modalità per potenziare la videosorveglianza della zona”.

“Nel quartiere Africa, in questi anni, abbiamo lavorato molto sulla cura dei luoghi dedicati al gioco, all’incontro e all’attività sportiva, per adulti e bambini e vogliamo assolutamente continuare a garantirne la frequentazione in sicurezza”, ha concluso il sindaco Giovannetti.

La vicenda

A Pietrasanta, più precisamente nel quartiere Africa, due auto hanno preso fuoco. L’accaduto è avvenuto l’altra notte.

Sempre nella stesso nottata e nel solito luogo, al termine di una lite un uomo è stato investito da un auto.

L’investimento dell’uomo, con relativa denuncia del conducente, non sarebbe collegato, secondo la polizia, in nessun modo, ai mezzi in fiamme.

L'articolo Due auto incendiate a Pietrasanta, sindaco Giovannetti: “Le indagini sono in corso” da www.controradio.it.