Coronavirus, Di Giorgi: “un decreto legge per i minori in difficoltà”

Coronavirus, Di Giorgi:  “un decreto legge per i minori in difficoltà”

Intervista con l’on ROSA MARIA DI GIORGI dopo l’appello del  Coordinamento italiano dei servizi contro il maltrattamento e l’abuso dell’infanzia (Cismai) che ha inviato al governo italiano una lettera aperta in cui chiede la promulgazione di un “decreto bambini”.

La richiesta è stata avanzata insieme ad altre associazioni che si occupano della tutela dei diritti dei minori. Tra queste vi sonoAgevolando, il Coordinamento nazionale comunità di accoglienza e Sos Villaggi.

Queste realtà intendono richiamare l’attenzione sul fatto che, nella situazione di emergenza attuale, si sta rischiando di trascurare la necessità di tutela delle fasce più deboli della popolazione. Molto è stato scritto riguardo ai pericoli cui sono esposte le donne vittime di violenza, fisica o psicologica, costrette a rimanere nelle proprie abitazioni insieme ai compagni.

ASCOLTA L’INTERVISTA

L'articolo Coronavirus, Di Giorgi: “un decreto legge per i minori in difficoltà” proviene da www.controradio.it.

Di Giorgi (PD): 130 milioni alla cultura per emergenza coronavirus

Di Giorgi (PD): 130 milioni alla cultura per emergenza coronavirus

Dichiarazione dell’On. Rosa Maria Di Giorgi , Ufficio presidenza gruppo PD alla Camera  “Apprendiamo con viva soddisfazione che il Consiglio dei Ministri, come avevamo richiesto, ha approvato importanti misure in aiuto  alla cultura e allo spettacolo dal vivo, settori  tra i più colpiti dalla diffusione del Coronavirus”.

Secondo quanto deliberato, i  lavoratori della cultura, dello  spettacolo, del cinema e dell’audiovisivo, compresi coloro che sono privi di ammortizzatori sociali, godranno di indennita’ straordinarie. Saranno inoltre sospesi i versamenti delle ritenute, dei contributi  previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria per chi gestisce o organizza teatri,  sale da concerto, cinema, fiere o eventi di carattere artistico o culturale, musei, biblioteche, etc.

E’ poi prevista l’estensione degli ammortizzatori sociali anche ai lavoratori  stagionali, con  interventi a favore di  autori, artisti, esecutori e mandatari.  Infine nasce il fondo emergenze spettacolo dal vivo, cinema e  audiovisivo, per  130 milioni di euro per il 2020 per il sostegno degli  operatori, autori, artisti, interpreti ed esecutori colpiti dalle  misure adottate per l’emergenza COVID-19.

“Grazie all’impegno del ministro Franceschini, siamo dunque di fronte a provvedimenti che vanno a tamponare le emergenze più immediate, a cui si uniranno nelle prossime settimane ulteriori misure a supporto del settore.  A conferma  del fatto che per  il Partito Democratico  la cultura non è un comodo  slogan da usare in campagna elettorale, ma una priorità economica e sociale su cui investiamo concretamente ogni giorno. Ed ancor più nei momenti di difficoltà come quelli che stiamo vivendo”.

L'articolo Di Giorgi (PD): 130 milioni alla cultura per emergenza coronavirus proviene da www.controradio.it.

Coronavirus, Di Giorgi (Pd):  “Misure governo dure ma necessarie, ciascuno faccia la sua parte”

Coronavirus, Di Giorgi (Pd):  “Misure governo dure ma necessarie, ciascuno faccia la sua parte”

“Tutelare la salute dei propri cittadini è il compito più importante cui deve assolvere uno Stato. I provvedimenti  decisi ieri dal Governo, con l’allargamento delle restrizioni già previste per le zone rosse a tutto il territorio nazionale, sono particolarmente drastici, ma vengono dopo la costatazione che l’escalation dei contagi stava mettendo in sofferenza il nostro sistema sanitario, rendendo difficile garantire a tutti le cure necessarie”, dichiara l’On. Rosa Maria Di Giorgi , Ufficio presidenza gruppo PD alla Camera.

Di Giorgi rivolge un appello a tutti e a tutte affinché “si rispettino con senso civico e spirito di abnegazione. ogni comportamento che esula dalle norme  obbligate, o anche semplicemente consigliate,  può aumentare il rischio di contagio per noi e per i nostri cari.
Siamo di fronte ad una prova particolarmente difficile per la nostra democrazia. Dobbiamo tutti esserne coscienti e fare la nostra parte, come richiesto in casi del genere.  Una Repubblica, come recita la nostra Costituzione, non è solo l’insieme delle Istituzioni e delle strutture  poste a reggimento della compagine statuale: tutti noi ne siamo componenti fondamentali. E’ dunque,compito e dovere civico di tutti e di ciascuno fare tutto il necessario per debellare il contagio.
Non devono assolutamente ripetersi dunque le scene indegne che abbiamo visto nei giorni scorsi, con persone in fuga dalle zone arancioni verso il Centro o il Sud del Paese, mettendo a grave rischio zone che fino ad allora erano state sostanzialmente  risparmiate dal coronavirus.

Il Governo ed il Parlamento stanno prendendo tutte i provvedimenti necessari e possibili per limitare le difficoltà alle persone, ai lavoratori, alle aziende. Domani io sarà regolarmente a Montecitorio per votare le misure previste  e predisporre tutto il necessario affinché questa emergenza finisca il prima possibile.   Ma nessuna misura potrà avere successo se ciascuno di noi non ci metterà del proprio, seguendo le indicazioni date, assumendo i comportamenti corretti, ed evitando di farsi prendere o diffondere panico immotivato”, conclude in una nota.

L'articolo Coronavirus, Di Giorgi (Pd):  “Misure governo dure ma necessarie, ciascuno faccia la sua parte” proviene da www.controradio.it.

Fiorentina, Di Giorgi “una legge per ristrutturare gli stadi comunali”

Fiorentina, Di Giorgi “una legge per ristrutturare gli stadi comunali”

Intervista di Chiara Brilli e Gimmy Tranquillo all’on. Rosa Maria Di Giorgi

 

“Questa situazione di stallo a Firenze non può che preoccupare tutti noi. C’è bisogno di una legge diversa che consenta ristrutturazioni anche importanti negli stadi comunali”.  A fronte della possibilità di investimento di capitali da parte di Rocco Commisso ma di una sua indisponibilità, ufficializzata ieri, di partecipare al bando per l’area Mercafir, l’onorevole fiorentina del Partito Democratico, Rosa Maria Di Giorgi si fa portavoce di un’iniziativa legislativa per superare un empasse infrastrutturale che procastinandosi rischia di danneggiare la città e la squadra.

“La soluzione più semplice, anche se complessa per verifiche e modifiche, sarebbe quella di rimettere le mani sul Franchi. Per strutture come gli stadi comunali stiamo lavorando dunque ad un provvedimento che riguardi solo gli stadi. In Italia ci sono altre situazioni di difficoltà, come il Flaminio a Roma, si tratta ora di capire se per gli stadi si possa, mantenendo la memoria storica del luogo, fare forti ristrutturazioni o con abbattimenti particolari di parti. Anche per evitare che aree importanti delle città sia destinate in futuro al degrado dati gli alti costi di manutenzione per le amministrazioni”.

La parlamentare ha annunciato ai microfoni di Controradio di stare lavorando ad un emendamento da presentare nel primo provvedimento legislativo utile “che potrebbe essere  il decreto su turismo e spettacolo del Mibact”.

“Ho letto la lettera di Commisso e la risposta del Sindaco. Spero che si possa trovare una soluzione. Non credo ci siano chiusure di principio da parte del Ministero. Si deve andare fino in fondo nel verificare questa possibilità”, ha concluso Di Giorgi.

L'articolo Fiorentina, Di Giorgi “una legge per ristrutturare gli stadi comunali” proviene da www.controradio.it.

Regionali, Di Giorgi: centrosinistra sia unito, defezioni aiutano la Destra

Regionali, Di Giorgi: centrosinistra sia unito, defezioni aiutano la Destra

Dichiarazione della Parlamentare e Responsabile politiche Cultura, Scuola, Università Ricerca e Sport nella Presidenza del gruppo Pd della Camera on. Rosa Maria Di Giorgi

“Come i recenti sondaggi dimostrano, se il centrosinistra non trova le ragioni e la forza di compattarsi, una vittoria della destra anche in Toscana non appare impossibile. Per questo vorrei lanciare a tutte le forze del centrosinistra un appello affinché ci si dia un supplemento di tempo e di dialogo per superare le divisioni e trovare un accordo soddisfacente per tutti”. Lo scrive la Parlamentare del PD Rosa Maria Di Giorgi, dopo gli ultimi eventi politici che hanno visto SI e MdP non sottoscrivere l’accordo per la candidatura di Eugenio Giani alle prossime elezioni regionali.

“Abbiamo svolto un serrato confronto programmatico da cui è uscito un documento di grande respiro progressista, attento all’ambiente e ai temi sociali” dice Di Giorgi. ” Un documento rispettoso delle identità di tutti e di ciascuno. Si tratta ora di gettare il cuore oltre l’ostacolo, trovando il coraggio di scommettere sui valori che ci uniscono mettendo da parte i pochi elementi di divisione. Sappiamo che con le altre forze del centrosinistra condividiamo un terreno ideale e valoriale solido. Non si tratta dunque di costruire un’alleanza meramente contro la destra come qualcuno strumentalmente afferma”.

“Dobbiamo trovare il coraggio della coesione- conclude la Parlamentare-  evitando in tutti i modi che alcune impuntature si trasformino in ostacoli insormontabili. Consegnare la Toscana a Salvini e compagnia sarebbe un prezzo troppo alto, che spero nessuno voglia assumersi la responsabilità di pagare”.

L'articolo Regionali, Di Giorgi: centrosinistra sia unito, defezioni aiutano la Destra proviene da www.controradio.it.