Coronavirus in Toscana: 10.528 nuovi casi. I decessi sono 31

Coronavirus in Toscana: 10.528 nuovi casi. I decessi sono 31

Aggiornamento Coronavirus in Toscana: le persone attualmente ricoverate  sono complessivamente 1.456 (22 in meno rispetto a ieri, meno 1,5%), 116 in terapia intensiva (3 in meno rispetto a ieri, meno 2,5%).

Sono 717.080 i casi di positività al Coronavirus in Toscana, 10.528 in più rispetto a ieri (4.779 confermati con tampone molecolare e 5.749 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono l’1,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 3% e raggiungono quota 541.420 (75,5% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 19.510 tamponi molecolari e 48.617 tamponi antigenici rapidi, di questi il 15,5% è risultato positivo. Sono invece 14.388 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 73,2% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 167.482, -3,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.456 (22 in meno rispetto a ieri), di cui 116 in terapia intensiva (3 in meno).  Si registrano 31 nuovi decessi: 19 uomini e 12 donne con un’età media di 82,4 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

L’età media dei 10.528 nuovi positivi odierni è di 36 anni circa (30% ha meno di 20 anni, 23% tra 20 e 39 anni, 31% tra 40 e 59 anni, 12% tra 60 e 79 anni, 4% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (4.779 confermati con tampone molecolare e 5.749 da test rapido antigenico). Sono 215.779 i casi complessivi ad oggi a Firenze (3.206 in più rispetto a ieri), 55.980 a Prato (666 in più), 61.475 a Pistoia (920 in più), 33.284 a Massa Carrara (402 in più), 69.965 a Lucca (1.045 in più), 82.992 a Pisa (1.108 in più), 57.560 a Livorno (1.050 in più), 63.186 ad Arezzo (988 in più), 45.004 a Siena (521 in più), 31.300 a Grosseto (622 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 4.949 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 3.448 nella Nord Ovest, 2.131 nella Sud est.

La Toscana si trova al 9° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 19.418 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 17.792 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Firenze con 21.612 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 21.180, Prato con 21.103, la più bassa Grosseto con 14.368.

Complessivamente, 166.026 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (5.266 in meno rispetto a ieri, meno 3,1%).

Sono 62.510 (1.345 in più rispetto a ieri, più 2,2%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 24.390, Nord Ovest 24.312, Sud Est 13.808). Le persone ricoverate  sono complessivamente 1.456 (22 in meno rispetto a ieri, meno 1,5%), 116 in terapia intensiva (3 in meno rispetto a ieri, meno 2,5%).

Le persone complessivamente guarite sono 541.420 (15.785 in più rispetto a ieri, più 3%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 541.420 (15.785 in più rispetto a ieri, più 3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Relativamente alla provincia di residenza, le 31 persone decedute sono: 11 a Firenze, 1 a Prato, 2 a Pistoia, 2 a Massa Carrara, 4 a Lucca, 2 a Pisa, 5 a Livorno, 3 a Arezzo, 1 a Siena.

Sono 8.178 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 2.595 a Firenze, 702 a Prato, 748 a Pistoia, 575 a Massa Carrara, 789 a Lucca, 840 a Pisa, 554 a Livorno, 589 ad Arezzo, 421 a Siena, 262 a Grosseto, 103 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 221,5 per 100.000 residenti contro il 245,1 per 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (302,9 per 100.000), Prato (264,6) e Firenze (259,9), il più basso a Grosseto (120,3).

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell’Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19.

 

L'articolo Coronavirus in Toscana: 10.528 nuovi casi. I decessi sono 31 da www.controradio.it.

Toscana, vaccini: al via ‘open day’ senza prenotazione per fascia 5-11 anni

Toscana, vaccini: al via ‘open day’ senza prenotazione per fascia 5-11 anni

Al via una campagna straordinaria di vaccinazione pediatrica per i bambini di 5-11 anni, in ogni territorio della Toscana.

Dal 27 gennaio, e per le prossime settimane si intensifica la proposta vaccinale anti-Covid con “open day” dedicati, ad accesso libero, senza prenotazione, e con ampie finestre orarie per agevolare le famiglie, che volessero cogliere questa straordinaria opportunità di protezione vaccinale per i propri figli. In alternativa, è sempre possibile prenotare attraverso il portale regionale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home.

Questo il calendario degli appuntamenti:

Asl centro

Domenica 30 gennaio sarà possibile recarsi, senza prenotazione, nei punti vaccinali di Firenze (Mandela Forum), Prato (Pegaso 2), Pistoia ( Ceppo) e Empoli (Sesa).

Di seguito i dettagli per ciascuno dei 4 hub vaccinali pediatrici previsti:

  • Firenze: Mandela Forum, ore 9-18
  • Prato: Pegaso 2, ore 9-19
  • Pistoia: Ceppo, ore 8-20
  • Empoli: Sesa, ore 8-19

Asl Nord Ovest

Versilia

Per quanto riguarda l’ambito territoriale della Versilia l’hub vaccinale del Terminetto a Viareggio aprirà, ad accesso libero per le vaccinazioni pediatriche, il 30 gennaio e il 6 febbraio in orario 10:30-12:30 e 14:30-18:30, e dal 12 febbraio in poi tutti i sabati e le domeniche in orario 10:30-13 e 14:30-19.

Lucca e Valle del Serchio 

Da oggi, giovedì 27 gennaio, sarà possibile accedere ad accesso libero alla vaccinazione pediatrica alla sede vaccinale di Fornaci di Barga nei giorni 27 e 31 gennaio, 5 e 24 febbraio in orario 18-19; il 29 gennaio e il 2 febbraio ore 12-13 e ore 18-19; l’8 febbraio ore 12-13.

Sempre a partire da giovedì 27 gennaio sarà possibile accedere ad accesso libero alla vaccinazione pediatrica presso l’Ex ospedale di Campo di Marte di Lucca tutti i giorni in orario 17-18:30 (esclusi giorni 11 e 12 febbraio).

Livorno e provincia

Da oggi giovedì 27 gennaio sarà possibile accedere ad accesso libero alla vaccinazione pediatrica al Modigliani Forum di Livorno tutti i giorni in orario 8-13 e 14-19; all’ospedale di Piombino nei giorni 27, 28 e 30 gennaio, e 1, 2, 4, 5, 6, 8, 10, 14, 15 16, 19, 21 e 24 febbraio in orario 14-17.

Dal 31 gennaio sarà aperta ad accesso libero anche la sede vaccinale dell’ospedale di Cecina, nello specifico i giorni 31 gennaio e 1, 3, 5, 6, 7, 8, 10, 14, 15, 16, 20, 23 e 25 febbraio in orario 14-17.

Pisa e Pontedera

Da oggi giovedì 27 gennaio sarà possibile accedere ad accesso libero alla vaccinazione pediatrica nelle seguenti sedi vaccinali:

  • Pisa, Hub vaccinale Croce rossa di Ospedaletto: tutti i giorni in orario 14-18;
  • Pontedera,  Dipartimento della prevenzione (Palazzo Blu): tutti i giorni in orario 18:30-19;
  • Volterra, Dipartimento della prevenzione: tutti i giovedì in orario 18:30-19.
  • Pomarance, Distretto sanitario: tutti i venerdì in orario 18:30-19.

Il 30 gennaio, all’ospedale di Pontedera, giornata di apertura straordinaria ad accesso libero, (senza prenotazione) per fare la prima o la seconda dose di vaccino pediatrico in orario 8-13.

Massa e Carrara

Da giovedì 27 gennaio sarà possibile accedere ad accesso libero alla vaccinazione pediatrica alla Casa della salute di Massa, dal lunedì al venerdì ore 17-19 e sabato e domenica ore 10-12 e 17-19.

La sede vaccinale del distretto sanitario di Pontremoli, invece, sarà aperta ad accesso libero per i vaccini ai bimbi dai 5 agli 11 anni a partire da febbraio con il seguente orario: nei giorni 2, 4, 6, 9, 13,16, 20, 21,23 febbraio in orario 8-13; nei giorni 1, 3, 5, 7, 8, 10, 11, 14,15, 17, 18, 19, 22 febbraio in orario 14-19.

Asl Sud Est

Nel fine settimana nei giorni di 29 e 30 gennaio saranno garantite sedute pediatriche (5-11) in open (senza prenotazione) nelle seguenti sedi:

Provincia di Arezzo: il centro vaccinale del Foro Boario a San Sepolcro è aperto per i bambini domenica 30 gennaio pomeriggio dalle ore 15 alle 18 mentre a Castiglion Fiorentino, Casa della Salute, sempre domenica pomeriggio, dalle 15 alle 18.

Provincia di Grosseto: l’hub di Braccagni presso la GrossetoFiere sabato 29 gennaio dalle 15 alle 19. Sempre sabato, ma dalle ore 15 alle 18, disponibile la sede vaccinale nelle ex Stanze nel centro di Manciano.

Siena: appuntamento sabato dalle 15 alle 18 al centro vaccinale presso l’asilo nido in strada di Renaccio. Invece, al centro vaccinale poliambulatorio la Fabbrichina di Colle Val d’Elsa, l’apertura ad accesso libero è stata fissata martedì 1 febbraio, dalle ore 15 alle 18, perché tutto prenotato nel week end.

Azienda ospedaliero-univeristaria Meyer

  • Domenica 6 febbraio, orario 9-18, presso il Vaccination Center del Meyer.

Per ulteriori informazioni si rimanda ai seguenti link aziendali:

Asl centro: https://www.uslcentro.toscana.it/index.php/news/31969-vaccinazione-pediatrica-domenica-30-gennaio-open-day-nei-4-hub-principali-dell-asl-toscana-centro

Asl nord ovest: https://www.uslnordovest.toscana.it/covid-e-vaccino/8098-vaccinazione-covid-19-5-11-anni 

Asl sud est: https://www.uslsudest.toscana.it/comunicati-stampa/vaccinazione-pediatrica-un-fine-settimana-di-open-day-nella-asl-toscana-sud-est

L’attuale offerta di vaccinazione pediatrica è decisamente molto ampia. Fino al 28 febbraio sono disponibili 60.950 posti complessivi: 22.676 nell’Area vasta centro; 19.423 nella Sud Est; 18.851 nella Nord Ovest.

La copertura vaccinale nella fascia di età 5-11 ( in termini di percentuale di soggetti vaccinati) risulta, al momento, pari al 28,87%.

“E’ una grande opportunità, che mettiamo a disposizione delle famiglie, per vaccinare i loro figli in età pediatrica, garantendo l’accesso libero in ogni territorio della Toscana, per diverse settimane – commenta il presidente Eugenio Giani -. Ringrazio tutti i professionisti del sistema sanitario regionale di questo loro straordinario impegno a tutela della salute dei più piccoli e dell’intera comunità. Non ci siamo mai fermati, né risparmiati, mettendo a frutto le nostre migliori energie, idee, strumenti e capacità organizzative. Non è il momento di abbassare la guardia, ma di ottimizzare e rilanciare incisive azioni di controffensiva pandemica. Dobbiamo continuare ad andare avanti – prosegue – e a mantenere salda la nostra fiducia nella scienza, nella ferma convinzione che, tutti insieme, riusciremo a superare positivamente l’emergenza sanitaria”.

“Siamo fermamente convinti dell’efficacia del vaccino, che rimane a tutt’oggi l’arma efficace per contrastare gli effetti severi della malattia e il tasso di mortalità nella popolazione, indipendentemente dall’età- sottolinea l’assessore al diritto alla Salute Simone Bezzini -. Questo ennesimo sforzo organizzativo, dedicato ai più piccoli, ha mobilitato l’intera comunità toscana, a partire dai professionisti del sistema sanitario regionale sempre in prima linea, che ringrazio sentitamente. Tutti insieme stiamo cercando di accelerare la vaccinazione pediatrica, andando incontro alle esigenze delle famiglie, in modo che possano cogliere anche questa opportunità”.

 

L'articolo Toscana, vaccini: al via ‘open day’ senza prenotazione per fascia 5-11 anni da www.controradio.it.

Pisa, Cisanello: chiedono di vaccinarsi a malata oncologica per operazione. Poi le scuse

Pisa, Cisanello: chiedono di vaccinarsi a malata oncologica per operazione. Poi le scuse

Una malata oncologica che si era rivolta alla ginecologia dell’ospedale Cisanello di Pisa per l’asportazione di polipi all’utero si è sentita rispondere che per eseguire l’intervento avrebbe dovuto vaccinarsi. Il fatto è stato denunciato in tv dalla paziente attraverso la trasmissione “Fuori dal coro” di Rete 4.

L’ospedale Cisanello di Pisa, come riporta la stampa, ha poi chiesto scusa per “le informazioni sbagliate” fornite da una dottoressa alla paziente. Nel servizio andato in onda in tv c’è una telefonata nella quale alla donna, originaria di La Spezia, viene chiesto se sia no vax e che occorre il Green pass per accedere all’ospedale.

Alla richiesta di spiegazioni della paziente, che non è vaccinata, le risposte sono state che “siccome le regole valgono per tutti valgono anche per lei: tutte le altre persone si sono vaccinate senza problema” e ancora che col solo tampone molecolare non poteva fare l’intervento perché “ci vuole la vaccinazione per accedere alle strutture sanitarie: non solo qui, in tutta Italia”.

Secondo quanto spiegato dalla Aoup “il caso è ascrivibile a un disguido di comunicazione e a un fraintendimento delle nuove disposizioni sul Green pass rafforzato da parte della dottoressa che ha risposto al telefono” e che “sono state fornite informazioni sbagliate”: “Mai stato in discussione il diritto all’assistenza sanitaria, indipendentemente dallo stato vaccinale dei pazienti”. L’Aoup ha anche assicurato “che la paziente, la cui patologia non rientra in classe A, era già stata inserita nel percorso degli interventi programmati e verrà operata come tutti i pazienti, vaccinati o meno”.

L'articolo Pisa, Cisanello: chiedono di vaccinarsi a malata oncologica per operazione. Poi le scuse da www.controradio.it.