Sant’Orsola, audizione nelle commissioni Ambiente, Urbanistica e Sviluppo economico delle associazioni e dei gruppi di cittadini impegnati nel percorso di partecipazione

Seduta congiunta ieri delle commissioni Ambiente e vivibilità urbana, Urbanistica, Sviluppo economico, per l’audizione delle associazioni e dei gruppi attivi nel processo di rigenerazione partecipata del rione San Lorenzo e del complesso di Sant’Orsola

Patto per San Lorenzo e Sant'Orsola

Enrico Conti e Renzo Pampaloni (PD): “Il progetto va avanti per una migliore vivibilità, integrazione e rigenerazione urbana” presidente commissione attività produttivepresidente commissione urbanistica e patrimonio 09 dicembre 2019 A seguito dell’incontro finale del “Laboratorio San Lorenzo” e “Un patto per San Lorenzo e Sant’Orsola” il presidente della Commissione sviluppo economico Enrico Conti ed il presidente della Commissione urbanistica Renzo Pampaloni hanno presentato un question time, al quale ha risposto l’assessora ai lavori pubblici e cittadinanza attiva Alessia Bettini sul processo partecipativo sul tema dell’identità e della trasformazione del Rione San Lorenzo-Mercato Centrale promosso dall’Università degli Studi – Dipartimento di Architettura DIDA, dall’Ordine degli Architetti e da Santorsolaproject (gruppo di lavoro dei residenti e esperti in rigenerazione urbana). “L’amministrazione esprime apprezzamento per questo lavoro perché si tratta di un percorso partecipativo su Sant’Orsola pensando a riqualificare l’immobile in un contesto più ampio e che dialoga con il Rione di San Lorenzo, con la Stazione, con Sant’Apollonia e col mercato centrale. Un lavoro – spiegano Conti e Pampaloni – di prospettiva, di visione e di concezione di politica integrata. San Lorenzo, come ha sottolineato anche l’assessora Bettini, è ancora come l’Oltrarno un Rione di residenza da salvaguardare. Il contributo di idee è aperto, multifunzionale e permeabile. L’impegno che è stato preso è di trovare un minimo di strumento giuridico per portare avanti questo percorso col Laboratorio San Lorenzo. La Città metropolitana ha già investito cinque milioni di euro ed ha stanziato anche altri quattro milioni e mezzo sono stati messi per il 2020. Puntiamo a riqualificare non solo Sant’Orsola ma tutto il Rione. I cittadini hanno offerto idee e tempo. E’ questa una pratica innovativa e che ha coinvolto cittadini ed associazioni dando un contributo positivo per la rinascita del quartiere. Occorre puntare ad uno sviluppo economico di qualità – hanno concluso Conti e Pampaloni – e per una migliore vivibilità, integrazione e rigenerazione urbana”.

“Progetti_amo San Lorenzo”: 26 ottobre per ridisegnare insieme il rione

“Progetti_amo San Lorenzo”: 26 ottobre per ridisegnare insieme il rione

Sabato 26 ottobre alla Palazzina Reale un laboratorio interattivo di co-progettazione: “Progetti_amo San Lorenzo”. Ridisegnare, a misura di abitante, gli spazi pubblici del rione di San Lorenzo e creare soluzioni praticabili e sostenibili per l’ex monastero di Sant’Orsola.

L’incontro si svolgerà dalle 9 alle 17 nella Palazzina Reale di piazza Stazione. Vedrà la partecipazione di cittadini, rappresetanti delle associazioni e delle istituzioni, l’Ordine e Fondazione Architetti Firenze, e l’assessora all’urbanistica del Comune di Firenze Cecilia Del Re. L’evento avrà anche lo scopo di sviluppare le proposte emerse durante il “Laboratorio San Lorenzo” e dal workshop “San Lorenzo: Geografie di un rione” dello scorso 24 settembre.

Il laboratorio si articolerà in quattro tavoli tematici di co-progettazione. Due saranno sul rione di San Lorenzo e due sul complesso di Sant’Orsola. Questi ultimi dedicati al miglioramento della vivibilità degli spazi pubblici del rione e alla definizione di tempi e modi per riaprire e rifunzionalizzare l’ex convento. Ciascun tavolo avrà a disposizione regolamenti urbanistici e commerciali, planimetrie, cartografie, foto, pennarelli per schizzare e materiali manipolabili: i gruppi si confronteranno e disegneranno separatamente, per poi ricongiungersi e condividere gli esiti di ciascun tavolo tematico in plenaria.

Alla fine del laboratorio interverranno esponenti del Comune di Firenze e della Città Metropolitana. Ma chiunque potrà partecipare, ponendo domande ai gruppi di lavoro o portando il proprio contributo di idee e proposte.

Programma della giornata di sabato 26 ottobre:

  • Ore 9 Saluto dei promotori

Introduzione ai tavoli di lavoro (Francesco Alberti, Goffredo Serrini, Emanuele Salerno, Marzia Magrini)

Presentazione della metodologia Charrette (Chiara Pignaris, Cantieri Animati)

  • Ore 10-13 Tavoli tematici di co-progettazione

“San Lorenzo: strategie per migliorare le connessioni e la fruibilità” (coordina Emanuele Salerno, Santorsolaproject)

“Soluzioni per migliorare la vivibilità dell’area di Piazza del Mercato” (coordina Francesco Alberti, Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze)

“Sant’Orsola aperta, permeabile e multifunzionale” (due tavoli coordinati da Goffredo Serrini, Santorsolaproject, e Marzia Magrini, Ordine degli Architetti di Firenze)

  • Ore 15-17 Condivisione degli esiti dei tavoli in plenaria

Interventi dei rappresentanti del Comune e della Città Metropolitana di Firenze

L'articolo “Progetti_amo San Lorenzo”: 26 ottobre per ridisegnare insieme il rione proviene da www.controradio.it.