Amazon si ‘compra’ anche le edicole

Amazon si ‘compra’ anche le edicole

Il colosso delle vendite on line stringe accordi con gli editori per utilizzare le edicole come punti di smistamento e ritiro dei pacchi in consegna. Ma c’è chi dice no. ASCOLTA IL NOSTRO SPECIALE

Le edicole stanno scomparendo. I numeri di Unioncamere sono impietosi: nel 2019 abbiamo 14.626 edicole in Italia, 3.733 edicole in meno rispetto a 10 anni fa. Il calo in termini assoluti è maggiore in  Lombardia con 2.370, seguita da Lazio con 1.664 ed Emilia Romagna con 1.329. La scomparsa delle edicole, però, riguarda tutte le regioni. In Toscana, ad esempio, se ne sono perse 377 in 10 anni. A contare soprattutto  il calo delle vendite di giornali. per questo si cercanmo nuove strategie.

E intanto Amazon fa ‘incetta’ di spazi.

Un fenomeno positivo?

ASCOLTA LO SPECIALE A CURA DI DOMENICO GUARINO

 

 

L'articolo Amazon si ‘compra’ anche le edicole proviene da www.controradio.it.

Tomasi: io candidato CDX? Preferisco rimanere a Pistoia

Tomasi: io candidato CDX? Preferisco rimanere a Pistoia

Il sindaco di Pistoia si ‘sfila’ (tatticamente?) dalla corsa alla nomination per le candidature a governatore della Toscana del Centro Destra. ASCOLTA L’INTERVISTA

“Io candidato? Mi fa piacere che il mio nome circoli ma mi piace fare il sindaco di Pistoia, c’è molto da fare, e mi piacerebbe anche un secondo mandato” dice Tomasi. Che sulle prossime regionali ha le idee chiare: “possiamo giocarcela a patto però che non si calino inToscana discussioni nazionali, e si stia sui temi del territorio a partire dalle infrastrutture, dalla questione dei rifiuti, dalla liste d’attesa in sanità etc etc”

L'articolo Tomasi: io candidato CDX? Preferisco rimanere a Pistoia proviene da www.controradio.it.

Variante al regolamento urbanistico, il Tar dà ragione al Comune respingendo per la seconda volta il ricorso di Italia Nostra

Variante al regolamento urbanistico, il Tar dà ragione al Comune respingendo per la seconda volta il ricorso di Italia Nostra

Intervista con l’assessora all’Urbanistica del comune di Firenze, Cecilia Del Re

La variante normativa al regolamento urbanistico è una norma che tutela il patrimonio storico-architettonico della città. Lo ha confermato oggi, per la seconda volta, il Tar Toscana respingendo il ricorso dell’associazione Italia Nostra e dando nuovamente ragione al Comune di Firenze, come già avvenuto con l’ordinanza del 21 febbraio 2019.La prima pronuncia del Tar Toscana, che aveva già dato ragione al Comune di Firenze, è del 21 febbraio 2019. Già in quella ordinanza si leggeva: “Le norme impugnate da un lato continuano a limitare in modo sostanziale le trasformazioni degli immobili di interesse storico architettonico e documentale siti nel centro storico della città e dall’altro costituiscono un necessario adeguamento alle novità normative ed ai consolidati orientamenti giurisprudenziali in materia di interventi sul patrimonio edilizio esistente”.
In seguito al ricorso di Italia Nostra, il Consiglio di Stato aveva poi disposto la sospensiva rinviando gli atti al Tar Toscana per la pronuncia di merito. Dal 24 luglio scorso, a seguito della precisazione depositata al Tar da parte dell’associazione Italia Nostra, gli effetti della sospensiva sono cessati nell’area fuori dal centro con conseguente sblocco dei cantieri in questa parte di città. La pronuncia di oggi sblocca i lavori anche in centro storico.

“E’ un giorno importante per tutta la città – hanno detto il sindaco Dario Nardella e l’assessore all’Urbanistica Cecilia Del Re – e per i tanti cittadini e lavoratori che aspettavano una svolta dopo essersi visti bloccare i lavori per effetto del ricorso di Italia Nostra e della relativa ordinanza del Consiglio di Stato. Il Tar Toscana, per la seconda volta, ha confermato oggi il valore di tutela delle norme che abbiamo introdotto con la variante: non c’è alcun rischio per il patrimonio storico-architettonico della città. Abbiamo approvato uno strumento che mantiene intatta, anzi aumenta, la tutela del patrimonio edilizio di Firenze, rendendo più certe e chiare le norme per cittadini e operatori. Dopo lo sblocco dei cantieri fuori dal centro arrivato a luglio scorso, anche a seguito dell’impegno del Comune per la riperimetrazione della domanda di Italia Nostra al solo centro storico – hanno proseguito -, oggi arriva la svolta definitiva che ridà ossigeno alla città anche per quanto riguarda gli interventi in centro storico. Siamo molto soddisfatti”

L'articolo Variante al regolamento urbanistico, il Tar dà ragione al Comune respingendo per la seconda volta il ricorso di Italia Nostra proviene da www.controradio.it.

Bekaert: c’è emendamento per proroga della Cassa integrazione

Bekaert: c’è emendamento per proroga della Cassa integrazione

L’emendamento è stato presentato dal gruppo del PD e deve essere approvato nella legge di Bilancio. INTERVISTA CON DANIELE CALOSI, segretario FIOM CGIL Firenze

“In attesa dell’ufficialità, mi è stato appena comunicato che nella legge di stabilità 2020 è prevista la proroga della CIGS per i lavoratori delle aziende come Bekaert” scrive Calosi su FB “Se ciò fosse confermato è l’ennesima dimostrazione che la determinazione dei lavoratori, del sindacato delle Istituzioni e dei parlamentari, è vincente.
Perché chi non lotta ha già perso. La Bekaert è “La fabbrica che non volle chiudere”.
Adesso ci aspetta l’incontro al Ministero il prossimo 16 dicembre, porteremo con noi a quel tavolo la determinazione di sempre, chiedendo all’azienda che, qualora, fosse disponibile lo strumento della proroga CIGS deve utilizzarla per consentirci di fare una trattativa che salvaguardi tutti i 210 lavoratori.
Non molliamo!”

L'articolo Bekaert: c’è emendamento per proroga della Cassa integrazione proviene da www.controradio.it.

Europa: “sarà legislatura cruciale: o ora o mai più”

Europa: “sarà legislatura cruciale: o ora o mai più”

Si apre lo scontro sul bilancio UE:Il governo finlandese chiede un bilancio pluriennale pari all’1,07% del del Pil dell’Ue a 27, a fronte dell’1,3% chiesto dall’Eurocamera. Che Europa ci attende? ASCOLTA L’INTERVISTA CON L’EUROPARLAMENTARE NICOLA DANTI (IV)

“La posizione” presa dal presidente del Parlamento Ue David Sassoli contro la proposta della presidenza di turno finlandese sul bilancio pluriennale “è forte e interessante”. Così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, parlando con i giornalisti a margine della plenaria del Comitato europeo delle Regioni (CdR).
Il presidente dell’Europarlamento, ha sottolineato Rossi, “ha detto esplicitamente che se non c’è una revisione di tutto questo il Parlamento Ue non voterà e si impegnerà a combattere questa riduzione dei fondi, in un momento in cui si vorrebbe che l’Europa facesse di più”.

SUL FUTURO DELL’UE ABBIAMO INTERVISTATO L’EUROPARLAMENTARE DI ITALIA VIVA, NICOLA DANTI

L'articolo Europa: “sarà legislatura cruciale: o ora o mai più” proviene da www.controradio.it.