Vieri Cervelli Montel, dal vivo “I”, il disco d’esordio.

Vieri Cervelli Montel, dal vivo “I”, il disco d’esordio.

Vieri Cervelli Montel, scoperto e lanciato nell’edizione 2018 del Rock Contest, presenta dal vivo il suo disco d’esordio in uscita per l’etichetta di IOSONOUNCANE.

Giovedì 5 maggio ore 21.15, presentato dalla rivista Lungarno, sul palco della Sala Vanni di Piazza del Carmine a Firenze, arriva Vieri Cervelli Montel per presentare il suo debutto “I” (“primo”), disco che inaugura la nuova etichetta di IOSONOUNCANE, Tanca, e che uscirà venerdì 6 maggio, pochi minuti dopo la fine del concerto.

Se, come ogni disco d’esordio, I [primo] è il punto d’approdo, un romanzo di formazione, la fotografia in movimento del divenire musicista, l’(auto)biografia che ne è alla base ha inizio dalla perdita del padre del musicista avvenuta quando VCM aveva nemmeno 7 anni, vent’anni prima della pubblicazione di questo disco.
L’angolazione è spietata, ma non per questo I [primo] è un disco privo di speranza e prospettiva.
Racconta la perdita, ma anche come si impara ad amare al di là della perdita stessa.
È coraggioso da parte di VCM affrontare argomenti che nella musica italiana attuale sono quasi un tabù: la morte, la memoria e la stessa infanzia.
È infatti la traccia finale del disco, la title track primo, a suggerire una ciclicità quasi rigenerativa dopo ultimo (che invece cerca di ricreare l’ultimo momento insieme al padre perduto). I [primo] è un disco sì autobiografico, ma anche universale, che tratta temi archetipici come l’infanzia e la crescita, il ricordo di ciò che è perduto, la morte e la vita che, invece, resta.
Nel 2022, vent’anni dopo la morte del padre, I [primo] racchiude il percorso che ha portato l’autore a metabolizzare realmente la perdita, e ad abbracciare chi ama cessando di aver paura che un giorno non ci sia più.
La lavorazione è stata lunga, tortuosa ma al contempo una decisa presa di coscienza delle forme del proprio linguaggio da parte dell’autore.
VCM ha scritto le nove canzoni che compongono I [primo] e le ha distrutte attraverso manipolazione elettronica e sessioni di improvvisazione radicale coi compagni Nicholas Remondino (alla batteria preparata), Luca Sguera (pianoforte e sintetizzatori) e Alessandro Mazzieri (basso e contrabbasso), incontrati durante gli studi a Siena Jazz, coi quali dopo un lungo periodo di scrittura solitaria ha deciso di condividere le canzoni nude.
Nell’album, i testi di VCM comunicano con estetiche musicali eterogenee e all’apparenza antitetiche, dalla canzone piano e voce (stanca) all’improvvisazione libera (stanza), dalla techno (ultimo) al noise (scale).

Fondamentale è stato l’apporto di IOSONOUNCANE che è entrato in contatto con VCM e le sue canzoni nel 2018, quando già il primo nucleo dei brani aveva una forma ben precisa.
L’artista sardo ha fornito indizi e percorsi per risolvere il rebus del sound del disco e, attraverso un serrato dialogo con VCM, è stato elemento determinante per procedere a un meticoloso labor limae sui testi.

Biografia:
Vieri Cervelli Montel nasce nel 1995 a Firenze ma affonda le sue radici in Sardegna e Normandia.
Negli anni di studio alla Siena Jazz University scopre l’improvvisazione radicale e inizia a coltivare una poetica che rifiuta i codici estetici dei generi musicali e ne opera la destrutturazione in canzoni ibride e contaminate. Scoperto e lanciato dall’edizione 2018 del Rock Contest di Controradio, nel quale vince il Premio Siae per la miglior composizione, esordisce pubblicando nel 2021 una versione controcorrente di Almeno tu nell’universo, una rilettura contemporanea del classico di Mia Martini.
Lo stesso anno intraprende un tour estivo in apertura a IOSONOUNCANE, che collabora in veste di produttore all’album d’esordio di Vieri, I [primo], e decide di renderlo il primo disco pubblicato dalla sua nuova etichetta Tanca Records, nel maggio 2022.
Le nove canzoni, elaborate tramite manipolazione elettronica e improvvisazione radicale con un ensemble di musicisti, danno vita a un materiale sospeso tra canzone tradizionale e sperimentazione contemporanea: Vieri scrive parole e musica che si trasformano nell’improvvisazione collettiva, dando vita a canzoni aperte agli scenari possibili.

LUNGARNO presenta:
VIERI CERVELLI MONTEL – live
Giovedì 5 maggio ore 21.15
Sala Vanni
Piazza del Carmine, 14 – Firenze
Ingresso libero
Ottieni il tuo biglietto gratuito qui:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-lungarno-presenta-vieri-cervelli-montel-live-321162404397
https://www.facebook.com/vieridinome
https://www.instagram.com/vieridinome/

L'articolo Vieri Cervelli Montel, dal vivo “I”, il disco d’esordio. da www.controradio.it.

Fase 2 per la Cultura: SIAE, “Solo per diritti autore 300 mln di perdite. Locali a rischio per bisogno liquidità”

Fase 2 per la Cultura: SIAE, “Solo per diritti autore 300 mln di perdite. Locali a rischio per bisogno liquidità”

Intervista a Gaetano Blandini, direttore generale SIAE durante la maratona radiofonica di Controradio “La cultura: il superfluo indispensabile ”.

“La filiera dell’industria culturale in Italia è indispensabile, ci lavorano 1 milione e 700mila persone, di cui il 30% sono under 30 e molti di loro non sono dipendenti e di conseguenza non hanno cassa integrazione in questa difficile fase storica che non risparmia gli artisti”.

 

L'articolo Fase 2 per la Cultura: SIAE, “Solo per diritti autore 300 mln di perdite. Locali a rischio per bisogno liquidità” proviene da www.controradio.it.