Siena senza il palio per la prima volta da 76 anni: clima surreale in città

Siena senza il palio per la prima volta da 76 anni: clima surreale in città

Siena è oggi senza il suo Palio, la carriera del 2 luglio dedicata alla Madonna di Provenzano non si terrà a causa del coronavirus. L’ultimo stop alla festa, 76 anni fa, lo impose la Seconda guerra mondiale.

Uno stop, quello odierno, deciso a maggio di comune accordo tra sindaco e capitani delle 17 contrade dopo le disposizioni del Governo sulla sicurezza. E proprio il primo cittadino insieme ai capitani non hanno però voluto fermare questa mattina la tradizione della messa nella cappella di piazza del Campo. Oggi non risuona Sunto, il campanone sulla torre del Mangia che scandisce i tempi del Palio e che, durante il lockdown, ha aperto invece i canti dei senesi alle finestre intenti a intonare ‘La marcia del Palio’.

La città e i suo 17 popoli vivono in un clima surreale, “oggi ci doveva essere l’agonismo, la condivisione, la comunità. Invece oggi c’è questa sospensione del tempo che ci fa riflettere su tutti i nostri ieri, ma con una consapevolezza: mai più questo deserto” ha scritto il sindaco Luigi De Mossi sul suo profilo facebook. E ‘La Sospensione Di Un Attimo’ è il titolo del film di circa 25 minuti realizzato dal Comitato Amici del Palio e dal Consorzio per la Tutela del Palio che verrà trasmesso nelle emittenti locali questa sera alle 19.30, orario in cui i cavalli avrebbero dovuto correre sul tufo.

“Cara Siena, siamo con te. Che dolore vedere oggi piazza del Campo senza il Palio, non accadeva dal dopoguerra”. Così il presidente del Consiglio regionale e candidato governatore per il centrosinistra, Eugenio Giani, nel primo giorno senza carriera dal 1944. Il Palio del 2 luglio così come anche quello del 16 agosto sono stati annullati per l’emergenza sanitaria.

“Il mio pensiero va al popolo senese, il cui senso di responsabilità rispetto al tema sanitario ha stravolto le abitudini di questa città nobile e speciale – ha aggiunto Giani – solidamente appoggiata su tradizioni secolari. Ammiro questa peculiarità dei senesi e, permettetemi, di tanti toscani, fieri delle loro tradizioni e disposti a difenderle sempre”. Per Giani è “arrivato davvero il momento di fare del Palio patrimonio mondiale e immateriale dell’Unesco”.

L'articolo Siena senza il palio per la prima volta da 76 anni: clima surreale in città proviene da www.controradio.it.

Zanardi resta stabile e grave: stop ai bollettini

Zanardi resta stabile e grave: stop ai bollettini

Sono invariate le condizioni di Alex Zanardi, ricoverato in terapia intensiva a Siena. L’atleta, riporta un bollettino, ha trascorso “la quinta notte di degenza senza sostanziali variazioni nelle sue condizioni cliniche, per quanto riguarda i parametri cardio-respiratori e metabolici, e rimane grave il quadro neurologico. E’ sempre sedato, intubato e ventilato, la prognosi rimane riservata”. L’ospedale aggiunge che “sentita la famiglia, si ritiene utile non diffondere altri bollettini medici sin quando non ci saranno variazioni significative sul suo stato di salute.

“Io questa mano non la lascio. Dai papà, anche oggi un piccolo passo avanti”, con questo post su Instagram, accompagnato dalla foto della sua mano che stringe quella di Alex Zanardi sul letto di ospedale, Niccolo’, figlio del campione paralimpico, lancia un nuovo messaggio di affetto e speranza sulle condizioni dell’ex pilota, protagonista di un terribile incidente venerdì scorso.

Anche il presidente del Coni Giovanni Malagò parla di Alex Zanardi: “Voglio mandare un abbraccio forte ad Alex in questo momento, e’ il simbolo di tutto lo sport e non solo di quello italiano”; ha detto ai microfoni di Sky Sport. “Ho letto il messaggio che ha scritto il Papa per lui, commovente, pazzesco, eccezionale”, ha aggiunto il n.1 del Coni commosso.

L'articolo Zanardi resta stabile e grave: stop ai bollettini proviene da www.controradio.it.

Alex Zanardi, stabile ma grave quadro neurologico

Alex Zanardi, stabile ma grave quadro neurologico

Siena, è stato diffuso stamani, come previsto, il bollettino medico dell’ospedale Le Scotte di Siena diffuso stamani sulle condizioni di Alex Zanardi.

“In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato dalle ore 18 del 19 giugno in gravissime condizioni al policlinico Santa Maria alle Scotte a seguito di incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico nella serata del 19 giugno, e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili. È intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico”.

Intanto la procura di Siena ha confermato la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati, per lesioni gravissime, del conducente del camion contro il quale ieri a Pienza è andato a scontrarsi in handbike Alex Zanardi: “E’ un atto dovuto” ha detto oggi il procuratore capo Salvatore Vitello, con riferimento agli accertamenti che sono in corso sulla dinamica dell’incidente. Per ricostruire quanto accaduto lungo la statale che da Pineza porta a Montalcino, dove all’altezza di una curva c’è stato lo scontro, i carabinieri, oltre a sequestrare i mezzi coinvolti, hanno acquisito un video amatoriale che potrebbe rivelarsi utile.

Accertamenti anche sull’organizzazione dell’evento a cui stava partecipando Zanardi, una tappa della staffetta Obiettivo tricolore, in particolare sui permessi relativi alla sicurezza.

L'articolo Alex Zanardi, stabile ma grave quadro neurologico proviene da www.controradio.it.

Zanardi, concluso intervento neurochirurgico, in terapia intensiva

Siena, si è concluso l’intervento neurochirurgico ad Alex Zanardi, ed è ora in terapia intensiva, al policlinico Santa Maria alle Scotte, l’ospedale ha reso noto che il prossimo bollettino medico sulle condizioni di Alex Zanardi sarà diffuso nella mattinata di sabato, dopo le 10. Intanto ieri in serata, all’ospedale, è arrivato anche il figlio di Zanardi, Niccolò.

“In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte a causa di un incidente stradale avvenuto in provincia di Siena – si legge nel bollettino -, la direzione sanitaria dell’Aou Senese informa che l’intervento neurochirurgico e maxillo-facciale a cui è stato sottoposto l’atleta, a causa del grave trauma cranico riportato, è iniziato poco dopo le 19 e si è concluso poco prima delle 22. Il paziente è stato poi trasferito in terapia intensiva, in prognosi riservata. Le sue condizioni di salute sono gravissime”.

L’incidente in cui è rimasto coinvolto Alex Zanardi è accaduto ieri pomeriggio, intorno alle 16:45, all’altezza di una curva, lungo la statale 146 che da Pienza porta a San Quirico d’Orcia, in provincia di Siena.

Da quanto appreso l’handbike del pilota stava procedendo in discesa quando si è scontrata con un camion che procedeva in direzione opposta. Da chiarire se sia stato Zanardi a sbandare. Il pilota era insieme a un’altra decina di partecipanti della staffetta di atleti paralimpici Obiettivo Tricolore: si erano staccati di circa un km dal gruppo più numeroso. Da Pienza dovevano raggiungere San Quirico.

Questa è la descrizione dell’accaduto fatta dal ct della Nazionale paralimpica di ciclismo, Mario Valentini, che seguiva la corsa con il mezzo della federazione: C’è un rettilineo lungo, in una discesa con pendenza al 4%, dicono si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti. L’autotreno si è spostato di un metro, ma l’ha preso uguale. Non c’ero, ero staccato. Era una giornata di sole, tutti contenti, eravamo a 20 km da Montalcino. Non ha sbagliato l’autotreno, ha sbagliato Alex, ha imbarcato”. “Sulla salita gli ho fatto vedere l’aranciata, mi ha urlato dammene un po!. Si scherzava, e in discesa andava piano, non era una grande discesa, poi c’era il rettilineo, all’imbocco della curva ha cambiato traiettoria – ha aggiunto -. E ha fatto una manovra azzardata. Ha preso con la leva della pedivella sinistra il montante dove salgono gli autisti, ha girato due-tre volte, il casco non ha retto, gli è saltato. Ce n’è voluto per far arrivare l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo”.

In serata sono arrivati i messaggi di solidarietà a Zanardi ed alla sua famiglia da innumerevoli personalità, tra cui anche il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani che appresa la notizia delle gravi condizioni in cui versa l’ex pilota ha dichiarato: “Sono vicino al grande campione, all’uomo tenace e di grande tempra, esempio per tutti. Forza Alex, siamo tutti con te”.

L'articolo Zanardi, concluso intervento neurochirurgico, in terapia intensiva proviene da www.controradio.it.

Zanardi, concluso intervento neurochirurgico, in terapia intensiva

Siena, si è concluso l’intervento neurochirurgico ad Alex Zanardi, ed è ora in terapia intensiva, al policlinico Santa Maria alle Scotte, l’ospedale ha reso noto che il prossimo bollettino medico sulle condizioni di Alex Zanardi sarà diffuso nella mattinata di sabato, dopo le 10. Intanto ieri in serata, all’ospedale, è arrivato anche il figlio di Zanardi, Niccolò.

“In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte a causa di un incidente stradale avvenuto in provincia di Siena – si legge nel bollettino -, la direzione sanitaria dell’Aou Senese informa che l’intervento neurochirurgico e maxillo-facciale a cui è stato sottoposto l’atleta, a causa del grave trauma cranico riportato, è iniziato poco dopo le 19 e si è concluso poco prima delle 22. Il paziente è stato poi trasferito in terapia intensiva, in prognosi riservata. Le sue condizioni di salute sono gravissime”.

L’incidente in cui è rimasto coinvolto Alex Zanardi è accaduto ieri pomeriggio, intorno alle 16:45, all’altezza di una curva, lungo la statale 146 che da Pienza porta a San Quirico d’Orcia, in provincia di Siena.

Da quanto appreso l’handbike del pilota stava procedendo in discesa quando si è scontrata con un camion che procedeva in direzione opposta. Da chiarire se sia stato Zanardi a sbandare. Il pilota era insieme a un’altra decina di partecipanti della staffetta di atleti paralimpici Obiettivo Tricolore: si erano staccati di circa un km dal gruppo più numeroso. Da Pienza dovevano raggiungere San Quirico.

Questa è la descrizione dell’accaduto fatta dal ct della Nazionale paralimpica di ciclismo, Mario Valentini, che seguiva la corsa con il mezzo della federazione: C’è un rettilineo lungo, in una discesa con pendenza al 4%, dicono si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti. L’autotreno si è spostato di un metro, ma l’ha preso uguale. Non c’ero, ero staccato. Era una giornata di sole, tutti contenti, eravamo a 20 km da Montalcino. Non ha sbagliato l’autotreno, ha sbagliato Alex, ha imbarcato”. “Sulla salita gli ho fatto vedere l’aranciata, mi ha urlato dammene un po!. Si scherzava, e in discesa andava piano, non era una grande discesa, poi c’era il rettilineo, all’imbocco della curva ha cambiato traiettoria – ha aggiunto -. E ha fatto una manovra azzardata. Ha preso con la leva della pedivella sinistra il montante dove salgono gli autisti, ha girato due-tre volte, il casco non ha retto, gli è saltato. Ce n’è voluto per far arrivare l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo”.

In serata sono arrivati i messaggi di solidarietà a Zanardi ed alla sua famiglia da innumerevoli personalità, tra cui anche il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani che appresa la notizia delle gravi condizioni in cui versa l’ex pilota ha dichiarato: “Sono vicino al grande campione, all’uomo tenace e di grande tempra, esempio per tutti. Forza Alex, siamo tutti con te”.

L'articolo Zanardi, concluso intervento neurochirurgico, in terapia intensiva proviene da www.controradio.it.