‘Lucca Magico Natale’ installazioni luminose, mercatini e cultura

‘Lucca Magico Natale’ installazioni luminose, mercatini e cultura

Lucca, con l’accensione delle installazioni luminose in piazza del Giglio e piazza San Michele in Foro, è stato inaugurato Lucca Magico Natale, il nuovo brand che raccoglie e promuove gli eventi e l’immagine della città nel periodo natalizio, con installazioni luminose, mercatini, appuntamenti culturali e della tradizione.

Dopo l’accensione della ‘palla di Natale’ e dell’illuminazione del Teatro del Giglio, l’inaugurazione di ‘Lucca Magico Natale’ è continuata con il sindaco Mario Pardini che, assieme agli assessori della Giunta comunale, si è recato in piazza Napoleone per inaugurare il ‘Winter Village’. Poi il piccolo corteo si è spostato in piazza San Michele in Foro per l’accensione della grande stella e dell’albero di Natale.

“Siamo molto felici di poter inaugurare questa sera Lucca Magico Natale – afferma Pardini – abbiamo lavorato molto perché desideravamo dare a Lucca per il periodo natalizio una veste di installazioni luminose all’altezza della bellezza della città e un calendario di appuntamenti capace di far vivere ai cittadini e alle famiglie quell’atmosfera di allegria e serenità che tutti ci aspettiamo da questo periodo. Abbiamo fatto tutto questo risparmiando risorse rispetto agli anni passati e abbiamo utilizzato tecnologie luminose a basso consumo”.

“Voglio ringraziare gli assessorati al commercio, al turismo, alla cultura per la passione e l’impegno messi nel progetto di Lmn, i molti sponsor che ci hanno aiutato, dando appuntamento nelle prossime settimane alle nuove installazioni e performance che presenteremo progressivamente nel percorso di avvicinamento a un 25 dicembre che per la città da quest’anno potrà finalmente essere un momento davvero unico e speciale”.

L'articolo ‘Lucca Magico Natale’ installazioni luminose, mercatini e cultura da www.controradio.it.

🎧 “Fai contare la cultura”, tutto pronto per la seconda fase. Tante adesioni per la prima

🎧 “Fai contare la cultura”, tutto pronto per la seconda fase. Tante adesioni per la prima

Un altro passo importante per la cultura in Toscana. Prosegue infatti il percorso degli Stati generali “Fai contare la Cultura. Toscana creativa 2030”. La seconda fase vedrà molte iniziative nelle principali città toscane a partire dal 1° dicembre. Ma intanto ecco i risultati della prima. Oltre mille le adesioni ed i form compilati sulla piattaforma online all’interno del sito del Consiglio Regionale della Toscana. Che ha registrato oltre 12mila accessi da agosto ad oggi.

“Questo percorso – ha detto il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani – è un momento molto importante di verifica e analisi del mondo della cultura. Dalle biblioteche allo spettacolo dal vivo passando per musei, mondo del libro, teatro, cinema”. “Sappiamo – ha aggiunto – che quello della cultura è stato uno dei settori più sacrificati dalla pandemia. Ma la cultura è anche passione ed entusiasmo, dunque dopo questo stop obbligato abbiamo visto il fiorire di nuove iniziative e una ripresa di grande efficacia. Ora dobbiamo registrare i suoni e capire come la Regione può essere accanto agli operatori, alle istituzioni culturali”.

“La Toscana è sempre stata terra di arte e di cultura – ha commentato il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo – ma questa cambia con il passare del tempo. Le mille adesioni danno il segno che la strada del confronto che abbiamo intrapreso è quella giusta. Penso che questi mesi di ascolto e i prossimi, che serviranno poi a fare una proposta che sia il più possibile condivisa, mettano in risalto un modo nuovo di lavorare. Come è accaduto con gli Stati generali della Sanità, che poi hanno prodotto un atto di indirizzo a cui ora la Giunta sta dando risposte concrete e di governo”.

Entra nel dettaglio dell’iniziativa la presidente della commissione Cultura Cristina Giachi: “Oggi – dice – abbiamo presentato i primi risultati, che approfondiremo nella seconda fase, sia in audizione sia in iniziative della commissione. Alcuni sono già in calendario. Il primo dicembre saremo a Livorno, con un appuntamento sulla musica dal vivo con i promoter della Toscana. Il 3 dicembre stiamo organizzando un incontro con le fondazioni bancarie che si occupano di cultura e la sostengono in Toscana. Mentre tre giorni dopo, il 6, il gruppo del Partito democratico presenterà un’indagine che ha commissionato offrendola agli Stati generali, un sondaggio sul consumo culturale e la fruizione”.

I lavoratori del settore, nonostante percorsi di carriera discontinui e le difficoltà legate a retribuzioni relativamente basse, non manifestano l’intenzione di cambiare settore lavorativo. Ma hanno bisogno dell’attenzione del sostegno pubblico, non soltanto dal punto di vista finanziario. E’ positivo questo percorso di ascolto di un settore, la cultura, che costituisce circa il 4% dell’occupazione e che attiva circa 2,4 punti di Pil. E che contribuisce alla formazione della coscienza collettiva. Coscienza che è parte dell’identità di un luogo. Un’offerta culturale equamente distribuita è un elemento importante per la costruzione dell’identità dei diversi luoghi della Toscana”.

 

L'articolo 🎧 “Fai contare la cultura”, tutto pronto per la seconda fase. Tante adesioni per la prima da www.controradio.it.

Rigassificatore Piombino: depositato ricorso al Tar

Rigassificatore Piombino: depositato ricorso al Tar

Piombino,  oggi, giovedì 24 novembre, il comune livornese ha notificato il ricorso al Tar del Lazio predisposto dall’avvocato Michele Greco contro l’autorizzazione concessa dal commissario straordinario Eugenio Giani per la collocazione del rigassificatore nel porto comunale.

“Il recente avvio dei cantieri” per il posizionamento del rigassificatore nel porto di Piombino “ha imposto che il ricorso” del Comune “includesse una richiesta cautelare di sospensiva che determinerà anche un’accelerazione dei tempi del giudizio. Abbiamo fiducia nella magistratura e siamo convinti che in breve tempo giungeremo alla risoluzione della vicenda”. Queste le parole del sindaco di Piombino, Francesco Ferrari, in merito al deposito del ricorso al Tar del Lazio contro l’opera.

“Come avevamo preannunciato – continua – abbiamo presentato il ricorso, che contiene una lunga serie di contestazioni sull’autorizzazione rilasciata dal Commissario incentrate principalmente sulla tutela della salute e dell’incolumità pubblica, oltre che sulla inidoneità della nave Golar Tundra, dal punto di vista strutturale, ad operare in sicurezza nel porto di Piombino. Lo riteniamo un atto doveroso al fine di demandare alla magistratura la verifica sulla sicurezza di quest’opera. Siamo consapevoli – aggiunge il sindaco – dell’emergenza energetica e del carattere di interesse nazionale delle nuove misure di approvvigionamento del gas ma ciò non può prescindere dalle garanzie sulla sicurezza della comunità piombinese“.

L'articolo Rigassificatore Piombino: depositato ricorso al Tar da www.controradio.it.

🎧 Mafia e legalità, un convegno a Scandicci: “Coltivare la memoria è importante”

🎧 Mafia e legalità, un convegno a Scandicci: “Coltivare la memoria è importante”

Lotta alla mafia e legalità. Quello che resta dell’auto della scorta del giudice Giovanni Falcone è in piazza a Scandicci. E questa mattina ci sono stati dei momenti particolarmente toccanti e significativi, dal flash mob degli studenti alla testimonianza di Tina Montinaro, vedova dell’agente Antonio Montinaro, che all’interno del “Quarto Savona Quindici” perse la vita, che ha sottolineato l’importanza di tenere viva la memoria.

Il convegno rientrava all’interno della settimana di iniziative intitolata “Scandicci contro tutte le mafie – Dalla parte della legalità – 1992-2022, 30 anni dagli attentati di mafia di Capaci e via D’Amelio”, in programma in piazza Resistenza a Scandicci fino al 26 novembre con l’esposizione appunto dell’auto della scorta del giudice Falcone denominata “Quarto Savona Quindici”. Oltre al  flash mob degli studenti dell’istituto Russell Newton, sono intervenuti il Procuratore Luca Tescaroli, il consigliere di Cassazione Marco Alma, il comandante del Reparto operativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Firenze tenente colonnello Andrea Pezzillo, il responsabile Toscana di Libera don Andrea Bigalli, il presidente di Confindustria Toscana Maurizio Bigazzi e il sindaco di Scandicci Sandro Fallani. A moderare il direttore editoriale di Controradio, Fabrizio Morviducci.

“Vogliono farci credere che bisogna buttarci tutto alle spalle, e che la mafia non esiste più: quindi noi dobbiamo far capire alle nuove generazioni che la mafia esiste ancora, che è una mafia diversa, e che la memoria è importante”, ha detto la stessa Montinaro. “Specie per i ragazzi del nord – ha aggiunto – non essendoci morti, non c’è più la mafia. Invece non è così, è una mafia che si è evoluta. A loro non conviene più uccidere: con le stragi si sono dati la zappa sui piedi. Non si aspettavano che poi venisse fuori una coscienza di tutta la società”.

“Ricordare Capaci e’ importantissimo perché la memoria è importante. E’ importante ancora di più dopo trent’anni dove vogliono farci capire che bisogna buttarci tutto alle spalle e che la mafia non esiste, e quindi noi dobbiamo far capire alle nuove generazioni che la mafia esiste ancora, è una mafia diversa, e che la memoria è importante”.

L'articolo 🎧 Mafia e legalità, un convegno a Scandicci: “Coltivare la memoria è importante” da www.controradio.it.

Natale: il centro commerciale naturale in Borgo La Croce e Via Pietrapiana in collaborazione con Conad accende le luminarie

Natale: il centro commerciale naturale in Borgo La Croce e Via Pietrapiana in collaborazione con Conad accende le luminarie

Firenze, al via al Natale in Borgo La Croce e Via Pietrapiana in collaborazione con Conad: venerdì 25 novembre accensione delle luminarie a risparmio energetico.

In occasione del Black Friday, venerdì 25 novembre, il centro commerciale naturale Borgo La Croce e via Pietrapiana accende il Natale. La presidente del centro commerciale naturale Monica Coppoli e Gabriele Billi, uno dei soci Conad di Via Pietrapiana, accompagnati dal countdown scandito dai commercianti della strada, daranno il via alla magia delle festività natalizie con l’accensione delle luci in una delle aree più importanti dello shopping fiorentino che da piazza Beccaria arriva a piazza Salvemini.

Non solo illuminazioni. Infatti, oltre le luminarie con il loro tripudio di colori e calore che coloreranno il rione, in programma una serie di iniziative realizzate grazie al sostegno di Conad Via Pietrapiana e la partecipazione di Amplifon vVa Manzoni e Tni-Tutela Nazionale Imprese. Si comincia giovedì 8 dicembre, alle ore 17.00, con la parata bianca luminosa a cura di Lux Arcana. Si tratta di una performance itinerante con farfalle luminose led, costumi bianchi e strumenti di giocoleria. Uno spettacolo per grandi e piccini con tanto di trampolieri e giocolieri.

Domenica 11 dicembre, dalle 16.00 alle 19.00, Babbo Natale e i suoi amici distribuiranno a clienti e passanti alcuni regali che Conad, il supermercato del quartiere, ha pensato. Babbo Natale sarà accompagnato dalla renna, dagli Elfi e dal Grinch, la creatura dalle sembianze vagamente umane, dalla pelle verde e dagli occhi gialli che è notoriamente nota per ‘odiare il Natale’.  Ad accompagnare la distribuzione dei regali un concerto itinerante a cura della band Il Citofono. Questo evento verrà replicato domenica 18 dicembre.

“Anche quest’anno, nonostante il momento di difficoltà, abbiamo voluto dare un segnale di ottimismo e abbiamo deciso di accendere di luce e speranza il nostro quartiere” spiega Monica Coppoli, presidente del centro commerciale naturale Borgo La Croce – Via Pietrapiana che conta ben 80 esercizi commerciali. “Questo è stato reso possibile grazie al sostegno di tutti e 80 i nostri associati e di Conad Via Pietrapiana che è entrata nella nostra associazione e non ci ha fatto mancare il proprio sostegno. Quest’anno chiaramente siamo stati attenti ai temi della sostenibilità economica ed energetica del progetto e abbiamo deciso di ritoccare l’orario e posticipare l’accensione”. Proprio per via del caro energia, le luminarie saranno accese dalle 16.30 a mezzanotte anziché dalle 16.00 alle 2.00 come gli anni precedenti con un risparmio di 2 ore e mezzo quotidiane.

L'articolo Natale: il centro commerciale naturale in Borgo La Croce e Via Pietrapiana in collaborazione con Conad accende le luminarie da www.controradio.it.