Campi B.: scritte offensive su istallazione contro violenza donne

Campi B.: scritte offensive su istallazione contro violenza donne

“La violenza è amore”, “Diversa ma inferiore semplicemente donna”: sono le scritte apparse sull’installazione contro la violenza sulle donne davanti al Comune di Campi Bisenzio. La condanna di Cgil e Spi Cgil: “Uno sfregio inaccettabile e gravissimo, continueremo a batterci per la cultura del rispetto e della parità”

“La violenza è amore”, “Diversa ma inferiore semplicemente donna”: sono le scritte apparse stamani sulla installazione contro la violenza sulle donne davanti al Comune di Campi Bisenzio. L’installazione, due casette rosse con le immagini e le storie di Elsa Morante e Rosa Parks, era messa davanti al Palazzo comunale lo scorso 8 marzo, Festa della donna, su proposta della Commissione consiliare Pari opportunità.

“Uno sfregio inaccettabile, gravissimo, che arriva dopo un altro tentativo di danneggiamento di quella struttura. Ci auguriamo che gli autori vengano individuati e puniti. C’è da fare ancora tanto a livello culturale per debellare certi modi di pensare e di agire. Di certo nessuno ci intimidirà e non diminuirà il nostro impegno per i diritti delle donne e per la parità di genere”, commenta Carla Bonora, responsabile Cgil della Piana fiorentina. e pari opportunità”.

Anche lo Spi Cgil di Campi Bisenzio e il suo Coordinamento Donne condannano il deturpamento dell’installazione: “Un atto vile che rivela, in chi l’ha commesso, l’assenza di intelligenza, rispetto ed educazione. Viviamo un periodo di involuzione culturale, non dobbiamo restare indifferenti e dobbiamo stigmatizzare gli episodi di violenza, razzismo, bullismo, sopruso. Continueremo a proporre progetti inclusivi, contro ogni violenza, per affermare la cultura del rispetto, della parità, del riconoscimento delle differenze”.

 

L'articolo Campi B.: scritte offensive su istallazione contro violenza donne proviene da www.controradio.it.

Rsa, Cgil Firenze: “Siano aumentati controlli e screening a dipendenti e ospiti”

Rsa, Cgil Firenze: “Siano aumentati controlli e screening a dipendenti e ospiti”

Con l’ordinanza regionale n° 93 dello scorso 15 ottobre, sono state adottate misure precise per la prevenzione del contagio e della diffusione del virus Covid 19 nelle Rsa, Rsd o altra struttura socio sanitaria.

“Come sindacato abbiamo condiviso tali misure, pur consapevoli della implicazioni sul piano relazionale e sulla qualità della vita di ospiti e operatori delle strutture.
Il rapido e grave sviluppo del quadro pandemico rende indispensabile, come abbiamo evidenziato nei giorni scorsi, il rispetto generalizzato e rigoroso in tutte le strutture delle indicazioni contenute nell’ordinanza 93, successivamente meglio dettagliate nell’ordinanza n°96, per le quali occorre un monitoraggio permanente da parte dell’Azienda sanitaria.

In particolare, come Spi Cgil, FP Cgil e Camera del Lavoro Metropolitana di Firenze riteniamo prioritario e inderogabile l’esecuzione, con la frequenza prevista, che andrebbe ulteriormente aumentata, degli screening ai dipendenti ed agli ospiti, attraverso tampone rapido, come previsto dall’indicazione della Regione che dispone che le Asl devono fornire “test antigenici rapidi” in misure sufficiente alla Rsa e Rsd.

Risulta infatti evidente che con la sospensione delle visite dei familiari, tale misura risulta la più efficace per la tutela della salute di ospiti e operatori delle strutture”.

Spi Cgil, Fp Cgil e Cgil Firenze

L'articolo Rsa, Cgil Firenze: “Siano aumentati controlli e screening a dipendenti e ospiti” proviene da www.controradio.it.