Lista Nardella: “Impegno concreto per riqualificazione Stadio Franchi”

Lista Nardella: “Impegno concreto per riqualificazione Stadio Franchi”
Lista Nardella: “Impegno concreto per la riqualificazione e la salvaguardia dello Stadio Artemio Franchi” . Approvato, dal Consiglio comunale, un Ordine del Giorno. Angelo D’Ambrisi: “Non possiamo più aspettare, è tempo di intervenire!” 

Il Consiglio comunale ha approvato un Ordine del Giorno della Lista Nardella, primo firmatario Angelo D’Ambrisi, che impegna sindaco e giunta ad attivare i finanziamenti di manutenzione straordinaria, dare avvio al programma di interventi di riqualificazione nel minor tempo possibile, a sollecitare presso il Governo e la Regione Toscana l’attivazione di forme di finanziamento adeguate per la riqualificazione dello Stadio. 

“Non possiamo più aspettare, è tempo di intervenire! Occorre uno sforzo comune – spiega il consigliere della Lista Nardella Angelo D’Ambrisi – ed occorre un’unione d’intenti. Rimbocchiamoci le maniche e remiamo tutti nella stessa direzione. Lo Stadio Artemio Franchi è un distinto signore di 90 anni che si porta molto bene i suoi anni ma che, come tutte le persone di una certa età, ha bisogno di cure e di attenzioni continue”. 

La recente nota del MIBACT – si spiega nell’Ordine del Giorno approvato – ha definitivamente individuato quali sono gli elementi strutturali e architettonici dello Stadio Artemio Franchi che è necessario conservare. In particolare la nota del MIBACT ha individuato quali elementi da preservare la pensilina che copre la tribuna centrale, le scale elicoidali di accesso alla Maratona e alle curve Fiesole e Ferrovia, la torre di Maratona e tutto l’anello strutturale originario delle tribune e delle curve che definiscono l’aspetto esterno dello Stadio.  

Tale nota ha anche definito quali sono gli interventi di ristrutturazione attuabili e compatibili con l’esigenza di preservare il valore testimoniale dello Stadio e di garantire la sua funzionalità e sicurezza e il suo adeguamento agli standard internazionali.  

Nel corso degli anni sullo Stadio sono stati effettuati numerosi interventi di manutenzione ordinaria agli elementi strutturali, architettonici e impiantistici. A tal proposito negli ultimi dieci anni l’Amministrazione Comunale ha speso circa 10 milioni di euro per interventi di manutenzione ordinaria, cioè mediamente circa 1 milione di euro all’anno.  

Nel 2016 il Comune di Firenze ha approvato un programma pluriennale di verifica sismica delle strutture di sua proprietà attribuendo la massima priorità alle strutture scolastiche e sportivo-ricreative “rilevanti”. Lo Stadio Artemio Franchi è stato inserito in questo programma.  

Nell’ambito di tale programma sulle strutture dello Stadio sono state eseguite una serie di indagini e analisi numeriche finalizzate alla valutazione della loro resistenza al sisma.  

“A seguito di tali considerazioni, con questo Ordine del Giorno – continua il consigliere della Lista Nardella Angelo D’Ambrisi – impegniamo il sindaco e la giunta a completare il programma di valutazione della sicurezza statica e sismica dello Stadio, già avviato, attivando i finanziamenti di manutenzione straordinaria del Piano degli Investimenti;  

a definire successivamente, come annunciato dal Sindaco, un programma di interventi di riqualificazione strutturale, architettonica e impiantistica dello Stadio;   a verificare già nel prossimo bilancio preventivo o nella prima variazione di bilancio utile la presenza delle risorse economiche necessarie per completare il programma di indagini e analisi conoscitive e per dare avvio successivamente al programma di interventi di riqualificazione nel minor tempo possibile;   a sollecitare presso il Governo e la Regione Toscana l’attivazione di forme di finanziamento adeguate e commisurate alle ingenti risorse che saranno necessarie per la riqualificazione dello Stadio che, ricordiamo, è un bene tutelato ai sensi della legge 1089 del 1939 in quanto costituisce un’importante testimonianza di tecnica costruttiva in cemento armato, ed è quindi di notevole interesse per la storia dell’architettura moderna di Firenze”.

L'articolo Lista Nardella: “Impegno concreto per riqualificazione Stadio Franchi” proviene da www.controradio.it.

Franceschini: al Franchi fondi dal Recovery plan

Franceschini: al Franchi fondi dal Recovery plan

Il ministro della cultura si dice favorevole che la ristrutturazione del Franchi sia finanziata anche con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza

Il restyling dello stadio Franchi potrebbe essere finanziato anche dai fondi del  Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), il programma di investimenti che l’Italia deve presentare alla Commissione europea nell’ambito del Next Generation EU, lo strumento per rispondere alla crisi pandemica provocata dal Covid-19. Lo ha detto il ministro delal cultura Dario Franceschini.

“Valutiamo la possibilità di far rientrare lo stadio Franchi di Firenze, progettato da Nervi, nel
novero dei grandi attrattori culturali ” da riqualificare con i fondi del PnRR, Quella dei grandi attrattori “è ancora una ipotesi su cui lavorare, se dal Parlamento mi viene questa indicazione per un’opera architettonica di grande valore come lo stadio Franchi di Nervi, questa è una integrazione che si può fare ovviamente , che sono favorevole a fare”  ha detto  Franceschini, rispondendo ai tanti parlamentari che nel dibattito seguito alla presentazione delle linee programmatiche del suo mandato gli chiedevano di intervenire per salvare lo stadio.

“Siete in tanti a chiedermelo, ho ricevuto su questo anche una lettera del sindaco di Firenze Nardella. Si tratta di un’opera di grande valore, non c’è più l’ipotesi di un intervento di un privato, quindi essendo lo stadio di proprietà del comune si chiede di immaginare un intervento con risorse pubbliche su un bene che resta pubblico. Più o meno gli interventi sui grandi attrattori culturali sono finalizzati a questo” conclude il ministro citando a volo d’uccello altri progetti della lista dall’Arsenale di Venezia al parco del Po a Torino, dal sistema dei porti genovesi al progetto due volte Uffizi a Firenze, il porto vecchio di Trieste, la via Appia a Roma

L'articolo Franceschini: al Franchi fondi dal Recovery plan proviene da www.controradio.it.

Mobilitazione per stadio Artemio Franchi sbarca in Europa

Mobilitazione per stadio Artemio Franchi sbarca in Europa

La mobilitazione per  lo stadio Artemio Franchi di Firenze approda in Europa. Marco Nervi, nipote dell’architetto Pier Luigi, che tra il 1929 e il 1932 realizzò l’opera, si è rivolto alla commissione petizioni del Parlamento europeo, presentando un’istanza sulla presunta violazione di Diritto Ue a nome del ‘Pier Luigi Nervi Research e Knowledge Management Project‘, perché nonostante l’edificio sia stato dichiarato di interesse culturale, rischia di essere alterato, in virtù di una legge approvata di recente.

“Si tratta di una delle opere più importanti del patrimonio architettonico italiano ed europeo, nota in tutto il mondo, paradigmatica in rapporto a tanti successivi stadi che ne hanno reinterpretato l’essenzialità e la fusione tra struttura e architettura”, ha affermato Nervi.

La rappresentante della Dg Istruzione e Cultura della Commissione europea, Catherine Magnant, ha risposto che l’Ue “non ha competenza diretta o indiretta sulla conservazione o la promozione del patrimonio culturale, che è primariamente responsabilità nazionale”.

Magnant ha aggiunto che un approccio integrato è sostenuto dall’Ue, ma l’alterazione delle strutture esistenti sta agli Stati membri. La presidente della Commissione per le petizioni, Dolors Montserrat, ha infine deciso di tenere aperta la discussione e inviarla per informazione alla Commissione Cultura.

Nei giorni scorsi il Sindaco di Firenze ha fatto un sopralluogo all’interno dell’impianto per fare il punto sui lavori di manutenzione. Il primo cittadino ha ribadito  la sua volontà di portare avanti un restyling importante e comunque necessario per la città.

“Abbiamo visionato l’inizio dei avori della ditta. Cominciano i lavori di manutenzione straordinaria sotto la tribuna Maratona nella parte più vicina alla Curva Fiesole. Lavori che si svilupperanno nei prossimi mesi e riguarderanno tutte quelle parti che hanno portato al cedimento anche di qualche calcinaccio. Interesseranno anche i bagni per un importo complessivo già stanziato di 2 milioni di euro. Nel frattempo contestualmente stiamo portando a termine con l’Università di Firenze la radiografia sullo stato di salute dell’impianto grazie al quale cominceranno i lavori per rimuovere le criticità statiche”.  Lo ha detto il sindaco a margine del sopralluogo di una settimana fa allo stadio Franchi insieme ai rappresentanti di alcune associazioni di tifosi, all’assessore allo Sport di Palazzo Vecchio Cosimo Guccione, al direttore generale del Comune Giacomo Parenti, al direttore dei servizi tecnici Michele Mazzoni e alla professoressa dell’Università di Firenze Gloria Terenzi.

L'articolo Mobilitazione per stadio Artemio Franchi sbarca in Europa proviene da www.controradio.it.

Lavori al Franchi: oggi sopralluogo di Nardella tecnici e tifosi

Lavori al Franchi: oggi sopralluogo di Nardella tecnici e tifosi

Lavori al Franchi: oggi il sopralluogo del Sindaco Nardella con gli assessori Giorgetti e Guccione e presidente commissione sport, gli uffici tecnici e i rappresentanti di alcune associazioni di tifosi. Il sindaco ha visitato l’impianto per poi fare il punto della situazione sugli interventi necessari e sul prossimo restyling.

©Controradio

Il primo cittadino ha ribadito anche nelle ultime ore la sua volontà di portare avanti un restyling importante e cmq necessario per la città a prescindere da altre possibili e future ipotesi della Fiorentina.

“Abbiamo visionato l’inizio dei avori della ditta. Oggi cominciano i lavori di manutenzione straordinaria sotto la tribuna Maratona nella parte più vicina alla Curva Fiesole. Lavori che si svilupperanno nei prossimi mesi e riguarderanno tutte quelle parti che hanno portato al cedimento anche di qualche calcinaccio. Interesseranno anche i bagni per un importo complessivo già stanziato di 2 milioni di euro. Nel frattempo contestualmente stiamo portando a termine con l’Università di Firenze la radiografia sullo stato di salute dell’impianto grazie al quale cominceranno i lavori per rimuovere le criticità stattiche”, ha dihiarato ilo Sindaco a margine del sopralluogo.

“Quando scrissi la legge sugli stadi chiarii che sarebbero servite le infrastrutture per raggiungerli come in tutti i paesi moderni. Metropolitane, tramvie, autostrade: spostare 40.000 persone non è uno scherzo. L’area di Campo di Marte è ideale perché già c’è la ferrovia, poi ci saranno anche la tramvia ed i posti auto. L’obiettivo è far vivere lo stadio sette giorni su sette, dando risposte anche ai residenti. Con un progetto del genere la Fiorentina può trovare tutte le ragioni e gli stimoli possibili per essere invogliata a continuare a giocare nella casa della Fiorentina. Perché questa è la casa viola”.

Le sue dichiarazioni alla conclusione del sopralluogo raccolte per noi da Monica Pelliccia.

©Controradio

Nel video Michele Mazzoni, direttore servizi tecnici del Comune di Firenze

L'articolo Lavori al Franchi: oggi sopralluogo di Nardella tecnici e tifosi proviene da www.controradio.it.

Lavori al Franchi: oggi sopralluogo di Nardella tecnici e tifosi

Lavori al Franchi: oggi sopralluogo di Nardella tecnici e tifosi

Lavori al Franchi: oggi il sopralluogo del Sindaco Nardella con gli assessori Giorgetti e Guccione e presidente commissione sport, gli uffici tecnici e i rappresentanti di alcune associazioni di tifosi. Il sindaco ha visitato l’impianto per poi fare il punto della situazione sugli interventi necessari e sul prossimo restyling.

©Controradio

Il primo cittadino ha ribadito anche nelle ultime ore la sua volontà di portare avanti un restyling importante e cmq necessario per la città a prescindere da altre possibili e future ipotesi della Fiorentina.

“Abbiamo visionato l’inizio dei avori della ditta. Oggi cominciano i lavori di manutenzione straordinaria sotto la tribuna Maratona nella parte più vicina alla Curva Fiesole. Lavori che si svilupperanno nei prossimi mesi e riguarderanno tutte quelle parti che hanno portato al cedimento anche di qualche calcinaccio. Interesseranno anche i bagni per un importo complessivo già stanziato di 2 milioni di euro. Nel frattempo contestualmente stiamo portando a termine con l’Università di Firenze la radiografia sullo stato di salute dell’impianto grazie al quale cominceranno i lavori per rimuovere le criticità stattiche”, ha dihiarato ilo Sindaco a margine del sopralluogo.

“Quando scrissi la legge sugli stadi chiarii che sarebbero servite le infrastrutture per raggiungerli come in tutti i paesi moderni. Metropolitane, tramvie, autostrade: spostare 40.000 persone non è uno scherzo. L’area di Campo di Marte è ideale perché già c’è la ferrovia, poi ci saranno anche la tramvia ed i posti auto. L’obiettivo è far vivere lo stadio sette giorni su sette, dando risposte anche ai residenti. Con un progetto del genere la Fiorentina può trovare tutte le ragioni e gli stimoli possibili per essere invogliata a continuare a giocare nella casa della Fiorentina. Perché questa è la casa viola”.

Le sue dichiarazioni alla conclusione del sopralluogo raccolte per noi da Monica Pelliccia.

©Controradio

Nel video Michele Mazzoni, direttore servizi tecnici del Comune di Firenze

L'articolo Lavori al Franchi: oggi sopralluogo di Nardella tecnici e tifosi proviene da www.controradio.it.