🎧 ‘BuyFood Toscana 2021’. A Siena dal 18 al 20 ottobre

🎧 ‘BuyFood Toscana 2021’. A Siena dal 18 al 20 ottobre

Torna a Siena il ‘BuyFood Toscana’, vetrina internazionale dedicata ai prodotti DOP, IGP, biologici, Prodotto di Montagna, Agriqualità e PAT della Toscana, ambasciatori del gusto toscano in Italia e all’estero.

Quest’anno, dopo l’esperienza online del BuyFood 2020, gli incontri tra buyer e seller tornano in presenza nel complesso di Santa Maria della Scala, uno spazio prestigioso nel cuore della città messo a disposizione dall’amministrazione comunale. Il 18 e 19 ottobre, infatti, ben 63 produttori toscani selezionati con bando regionale interagiranno con 46 buyer provenienti da 19 Paesi nel mondo, tra cui molti stati europei ma anche da Russia, USA, Messico e Canada.

In podcast l’intervista a Davide De Crescenzo, Direttore responsabile di intoscana.it e di tutta l’Area Contenuti di Fondazione Sistema Toscana e la Vicepresidente della Giunta Regionale Toscana Stefania Saccardi.

“Finalmente questa manifestazione torna in presenza – ha detto la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi – e per l’occasione abbiamo anche deciso di aprirla ulteriormente quindi non solo i nostri prodotti Dop e Igp ma anche i prodotti biologici e di montagna, l’agriqualità: allarghiamo dunque questa vetrina internazionale a tutte le grandi eccellenze che la Toscana esprime sotto il profilo della gastronomia. Abbiamo avuto una grande adesione, 63 aziende hanno aderito e molti buyers hanno già preso i primi contratti. Ci saranno molti eventi collaterali, così come dibattiti sull’importanza delle denominazioni e del legame che esse hanno con il territorio. Ringrazio il Comune di Siena per la disponibilità con cui ha accompagnato questa grande e importante manifestazione in cui ci auguriamo i prodotti toscani possano fare al meglio bella mostra di sé”.

Dietro le quinte c’è un minuzioso lavoro di profilazione dei buyer svolto da PromoFirenze in base al reale interesse di questi per i produttori ed il loro catalogo, ma anche il monitoraggio delle trattative commerciali effettivamente intraprese dopo l’evento dell’anno precedente.

La tre giorni si concluderà il 20 ottobre con l’evento dedicato alla stampa e che vedrà rappresentanti delle istituzioni insieme a esperti e tecnici di fama nazionale.

Buyfood Toscana 2021 è un evento di Regione Toscana e Camera di Commercio di Firenze, organizzato da PromoFirenze e Fondazione Sistema Toscana, grazie alla collaborazione del Comune di Siena, al patrocinio della Camera di Commercio Arezzo-Siena e al supporto di Assocamerestero all’interno del progetto finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, “True Italian Taste”. L’evento si avvale della sinergia di Vetrina Toscana, il progetto di Regione Toscana e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano prodotti tipici del territorio toscano.

L'articolo 🎧 ‘BuyFood Toscana 2021’. A Siena dal 18 al 20 ottobre da www.controradio.it.

Agricoltura in Toscana, tutti finanziati i progetti del bando “Innovazione”

Agricoltura in Toscana, tutti finanziati i progetti del bando “Innovazione”

Agricoltura in Toscana: una buona notizia per le cooperative agricole e forestali che avevano presentato progetti per il bando di attuazione dell’intervento DEFR 2020 “Sviluppo rurale e agricoltura di qualità” per l’innovazione nel settore agricolo.

E’ stata integrata la dotazione finanziaria a loro favore stabilita dal bilancio regionale. Per l’anno 2021 dunque si prevede di aggiungere oltre 266mila euro  alla quota prevista per l’anno 2020 pari a 300mila euro.

Questo significa che potranno essere finanziati tutti i sei progetti considerati ammissibili di cui però, prima dell’integrazione di risorse, risultavano finanziabili solo i primi tre.
Quindi ci saranno risorse anche per i progetti del Consorzio Forestale Amiata Garfagnana Coop. Alta Valle del Serchio e Frantoio del Greve Pesa SAC.

Gli altri tre progetti considerati ammissibili e già finanziabili erano quelli presentati dalle Cooperative:  Terre dell’Etruria Soc. Coop. Agr., Valle Bruna Soc. Coop. Agr. E La Seggianese Soc. Coop. Agr.

“Abbiamo deciso di fare questa integrazione – ha detto la vicepresidente e assessore all’agroalimentare Stefania Saccardi – in virtù della forte qualità innovativa degli investimenti che saranno realizzati. L’innovazione è una delle nostre priorità e la sosteniamo quindi fortemente. Il comparto agrifood deve poter garantire cibo a sufficienza per una popolazione in continua crescita e deve farlo impiegando in maniera intelligente le materie prime e assicurando prodotti salubri. L’innovazione è lo strumento per lavorare su questi obiettivi, portando a soluzioni che permettano di consumare meno acqua e suolo, ma anche diminuire l’impiego di fertilizzanti, pesticidi e fitofarmaci”.

 

 

L'articolo Agricoltura in Toscana, tutti finanziati i progetti del bando “Innovazione” da www.controradio.it.

Agricoltura in Toscana, tutti finanziati i progetti del bando “Innovazione”

Agricoltura in Toscana, tutti finanziati i progetti del bando “Innovazione”

Agricoltura in Toscana: una buona notizia per le cooperative agricole e forestali che avevano presentato progetti per il bando di attuazione dell’intervento DEFR 2020 “Sviluppo rurale e agricoltura di qualità” per l’innovazione nel settore agricolo.

E’ stata integrata la dotazione finanziaria a loro favore stabilita dal bilancio regionale. Per l’anno 2021 dunque si prevede di aggiungere oltre 266mila euro  alla quota prevista per l’anno 2020 pari a 300mila euro.

Questo significa che potranno essere finanziati tutti i sei progetti considerati ammissibili di cui però, prima dell’integrazione di risorse, risultavano finanziabili solo i primi tre.
Quindi ci saranno risorse anche per i progetti del Consorzio Forestale Amiata Garfagnana Coop. Alta Valle del Serchio e Frantoio del Greve Pesa SAC.

Gli altri tre progetti considerati ammissibili e già finanziabili erano quelli presentati dalle Cooperative:  Terre dell’Etruria Soc. Coop. Agr., Valle Bruna Soc. Coop. Agr. E La Seggianese Soc. Coop. Agr.

“Abbiamo deciso di fare questa integrazione – ha detto la vicepresidente e assessore all’agroalimentare Stefania Saccardi – in virtù della forte qualità innovativa degli investimenti che saranno realizzati. L’innovazione è una delle nostre priorità e la sosteniamo quindi fortemente. Il comparto agrifood deve poter garantire cibo a sufficienza per una popolazione in continua crescita e deve farlo impiegando in maniera intelligente le materie prime e assicurando prodotti salubri. L’innovazione è lo strumento per lavorare su questi obiettivi, portando a soluzioni che permettano di consumare meno acqua e suolo, ma anche diminuire l’impiego di fertilizzanti, pesticidi e fitofarmaci”.

 

 

L'articolo Agricoltura in Toscana, tutti finanziati i progetti del bando “Innovazione” da www.controradio.it.

Agricoltura in Toscana, tutti finanziati i progetti del bando “Innovazione”

Agricoltura in Toscana, tutti finanziati i progetti del bando “Innovazione”

Agricoltura in Toscana: una buona notizia per le cooperative agricole e forestali che avevano presentato progetti per il bando di attuazione dell’intervento DEFR 2020 “Sviluppo rurale e agricoltura di qualità” per l’innovazione nel settore agricolo.

E’ stata integrata la dotazione finanziaria a loro favore stabilita dal bilancio regionale. Per l’anno 2021 dunque si prevede di aggiungere oltre 266mila euro  alla quota prevista per l’anno 2020 pari a 300mila euro.

Questo significa che potranno essere finanziati tutti i sei progetti considerati ammissibili di cui però, prima dell’integrazione di risorse, risultavano finanziabili solo i primi tre.
Quindi ci saranno risorse anche per i progetti del Consorzio Forestale Amiata Garfagnana Coop. Alta Valle del Serchio e Frantoio del Greve Pesa SAC.

Gli altri tre progetti considerati ammissibili e già finanziabili erano quelli presentati dalle Cooperative:  Terre dell’Etruria Soc. Coop. Agr., Valle Bruna Soc. Coop. Agr. E La Seggianese Soc. Coop. Agr.

“Abbiamo deciso di fare questa integrazione – ha detto la vicepresidente e assessore all’agroalimentare Stefania Saccardi – in virtù della forte qualità innovativa degli investimenti che saranno realizzati. L’innovazione è una delle nostre priorità e la sosteniamo quindi fortemente. Il comparto agrifood deve poter garantire cibo a sufficienza per una popolazione in continua crescita e deve farlo impiegando in maniera intelligente le materie prime e assicurando prodotti salubri. L’innovazione è lo strumento per lavorare su questi obiettivi, portando a soluzioni che permettano di consumare meno acqua e suolo, ma anche diminuire l’impiego di fertilizzanti, pesticidi e fitofarmaci”.

 

 

L'articolo Agricoltura in Toscana, tutti finanziati i progetti del bando “Innovazione” da www.controradio.it.

G20 Agricoltura, si lavora alla “Carta di Firenze”

G20 Agricoltura, si lavora alla  “Carta di Firenze”

Il documento riaffermerà il ruolo strategico dell’agricoltura nel futuro dell’Europa. Oggi riunione preparatoria in palazzo Bastogi a Firenze

“In questi giorni Firenze è una costellazione di momenti importanti di confronto che ci porteranno alla costruzione della carta di Firenze, cioè l’indirizzo strategico per l’agricoltura del futuro, con la centralità di un sistema alimentare sostenibile che segua lo schema “dal produttore al consumatore”, con una nuova strategia sulla biodiversità che tuteli e migliori la varietà di piante e animali nell’ecosistema rurale, con pratiche che contribuiscano all’azione per il clima del Green Deal per conseguire l’obiettivo di azzerare le emissioni entro il 2050; con una strategia forestale aggiornata”. Con queste parole il presidente della Regione Eugenio Giani ha commentato la mattinata di lavori che ha preceduto l’apertura ufficiale del G20 programmato per il pomeriggio al teatro della Pergola, a Firenze.

“La Carta di Firenze che uscirà da questo G20 ribadirà che l’agricoltura è al centro dell’Europa per le generazioni future e siamo orgogliosi che il messaggio parta dalla Toscana che oggi riafferma il proprio ruolo strategico che da sempre ha avuto in questo settore” ha detto Giani.

Con Giani, la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi. Insieme hanno dato il benvenuto in Palazzo Strozzi Sacrati al commissario europeo all’agricoltura Janusz Wojciechowski e al ministro delle politiche agricole Stefano Patuanelli che, dopo un incontro privato, hanno partecipato alla commissione delle politiche agricole della conferenza Stato-Regioni con tutti gli assessori regionali che si è svolta in Sala Pegaso.

“Tutto questo riconfermando il ruolo essenziale in diversi settori strategici chiave degli agricoltori, delle imprese agroalimentari, dei silvicoltori e le comunità rurali. Non solo, tenuto conto anche che nella precedente programmazione siamo stati autorità di gestione del Programma di svuluppo rurale, rivendichiamo anche per la prossima programmazione l’autonomia delle Regioni e un ruolo di rilevanza” ha aggiunto il presidente della Regione Toscana.

“Ringrazio gli agricoltori italiani per aver contribuito a sostenere la sicurezza alimentare in Europa durante la pandemia – ha detto il commissario Wojciechowski congratulandosi con Firenze per l’organizzazione affermando che non poteva essere scelto luogo migliore per un incontro come questo – Ciò dimostra quanto sia resiliente il nostro settore agricolo, e ne deriva una lezione su come rafforzare il settore, tema che era anche parte della riforma della PAC . Lo sviluppo dell’agricoltura è l’obiettivo fondamentale della politica agricola comune che stiamo varando. E ho tratto una lezione dalle caratteristiche dell’agricoltura italiana che rappresenta una storia di successo perché si basa sulle piccole e medie imprese che, pur avendo un’estensione inferiore alla media europea, hanno un indice di produttività molto elevato. E nella maggior parte dei casi non si tratta di coltivazioni intensive: il modello di quanto vogliamo ottenere nella nostra riforma che punta a un maggior grado di sostenibilità oltre che di qualità, ambiti in cui l’Italia è molto ben piazzata e sono pertanto molto felice di aver incontrato i rappresentanti degli agricoltori e delle Regioni di questo Paese”.

L'articolo G20 Agricoltura, si lavora alla “Carta di Firenze” da www.controradio.it.