🎧 Centro Pecci, neodirettore presenta attività 2022

🎧 Centro Pecci, neodirettore presenta attività 2022

Prato, con un programma caratterizzato dalla valorizzazione del patrimonio museale, dalla promozione delle relazioni con il territorio, da progetti di grandi artisti internazionali, dall’attenzione alla ricerca e all’accessibilità a tutti i pubblici, il neodirettore Stefano Collicelli Cagol, ha presentato le attività 2022 del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato.

L’occasione è stata anche il contesto per inaugurare ‘Il giardino dell’arte. Opere, collezioni’, la prima mostra a cura del neodirettore in cui il Centro e il giardino, vengono intesi “non soltanto come luoghi di cura e ristoro ma anche come spazi della meraviglia in cui immergersi nella bellezza in tutte le sue forme. Paragonare Centro e giardino sottolinea il ruolo dell’arte come elemento essenziale per una comunità, e risponde al bisogno di confrontarsi con forme e immaginari nati in momenti storici complessi come quello che stiamo vivendo”.

centroIn podcast le voci del presidente del Centro Pecci Lorenzo Bini Smaghi e del nuovo direttore Stefano Collicelli Cagol.

Il programma culturale del Centro Pecci per il 2022 non presenta solo mostre, ma rivela un’attenzione particolare della nuova direzione a tutte le attività: il Cinema-Auditorium, il Bistrot, il Ristorante, la biblioteca e l’archivio, il bookshop, lo spazio Urban Center e i due Laboratori Didattici “vanno a comporre una istituzione complessa, aperta alla città e alla partecipazione, che permette a differenti tipi di pubblico di fruire di una offerta museale differenziata”. Allo stesso tempo, si sta lavorando per esporre una selezione di opere dalla collezione del Centro Pecci in modo permanente.

L’obiettivo principale resta quello di affermarsi come un centro di riferimento nazionale e internazionale per la creatività contemporanea, ma anche di coinvolgere in modo attivo la comunità facendo del museo uno spazio comune.

L'articolo 🎧 Centro Pecci, neodirettore presenta attività 2022 da www.controradio.it.

Stefano Collicelli Cagol nuovo direttore del ‘Pecci’

Stefano Collicelli Cagol nuovo direttore del ‘Pecci’

Il nome di Collicelli Cagol è stato individuato dal cda della Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana, presieduta da Lorenzo Bini Smaghi, tra una rosa di candidati selezionati dalla commissione esaminatrice

Stefano Collicelli Cagol è il nuovo direttore del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato. La sua nomina, che segue il burrascoso divorzio del museo dalla precedente direttrice – Cristiana Perrella – è stata comunicata oggi. Il nome di Collicelli Cagol è stato individuato dal cda della Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana, presieduta da Lorenzo Bini Smaghi, tra una rosa di candidati selezionati dalla commissione esaminatrice composta da Bruno Corà, Sarah Cosulich, Guido Guerzoni e Lorenzo Sassoli de Bianchi. Il nuovo direttore assumerà l’incarico dal 10 gennaio 2022 e guiderà per il prossimo triennio la prima istituzione italiana progettata con l’obiettivo di presentare, collezionare, documentare e supportare le ricerche artistiche di arti visive e performative, cinema, musica, architettura, design, moda e letteratura.

Stefano Collicelli Cagol è curatore di By art Matters (Hangzhou, Cina) centro espositivo dedicato alle arti contemporanee. Dal 2018 al 2020 è stato curatore di Fondazione La Quadriennale di Roma e ha co-curato la mostra Quadriennale d’arte 2020 FUORI, Palazzo delle Esposizioni, Roma. Dal 2015 al 2017 è stato Curator at Large del Trondheim kunstmuseum, Norvegia. Ha curato esposizioni e progetti in istituzioni come Palazzo Grassi a Venezia, Lux Artists’ Moving Image a Londra, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo a Torino.

L'articolo Stefano Collicelli Cagol nuovo direttore del ‘Pecci’ da www.controradio.it.