Il Teatrino al Pinocchio: a San Miniato Basso l’Arena estiva per le famiglie

Il Teatrino al Pinocchio: a San Miniato Basso l’Arena estiva per le famiglie

Dal 14 al 19 luglio a San Miniato Basso, IL TEATRINO AL PINOCCHIO Arena Estiva di teatro per Famiglie, realizzata dal TEATRINO DEI FONDI.

Dopo l’inaugurazione di giovedì 9 luglio dell’arena estiva per le famiglie il Teatrino al Pinocchio a San Miniato Basso, al Campo da Basket adiacente la casa culturale, organizzata dal Teatrino dei Fondi, in collaborazione con il Circolo Arci e Casa Culturale di San Miniato e il Comune di San Miniato, proseguono gli appuntamenti per le famiglie

il Teatrino al Pinocchio è una rassegna pensata come occasione di arricchimento per i bambini e per le famiglie, che hanno vissuto, nei mesi trascorsi, momenti difficili per la lontananza dalla loro quotidianità.

Martedì 14 luglio alle 21:30 va in scena Cuore di pane, con Ilaria Gozzini, uno spettacolo dove il tempo diventa più lento e le immagini sono evocative, mercoledì 15 luglio alle 21:30 è la volta di  Nocchiopinocchio, con Enrico Falaschi, un racconto divertente e affascinante dello stesso burattino, diventato prima bambino e poi uomo, giovedì 16 luglio alle 21:30 Il chicco di grano, una favola dal sapore antico, con pupazzi e narrazione, incentrata sull’amore per la natura e la ciclicità delle stagioni, venerdì 17 luglio alle 21:30 debutta Titta&Tonti: missione Cappuccetto Rosso, con Claudio Benvenuti e Serena Cercignano, un’esilarante avventura che ha per protagonisti una coppia di investigatori pasticcioni che desiderano essere dei supereroi in grado di sconfiggere i personaggi cattivi delle fiabe, domenica 19 luglio alle 21:30 Il Pesciolino d’oro, con Alberto Ierardi e Serena Cercignano, una fiaba classica che ci ricorda come la ricchezza non faccia la felicità e che per essere felici basta saper scorgere la bellezza in ciò che si possiede.

il Teatrino al Pinocchio, è un esempio unico in tutta la Toscana, che ospita spettacoli per famiglie e bambini e teatro di prosa dal martedì al venerdì e tutte le domeniche, alle ore 21:30

per i mesi di luglio, agosto e settembre.

L’iniziativa incontra l’interesse e il sostegno di Unicoop Firenze, Consorzio Artigiani Sanminiatese, Pallets  Bertini Group, Ms Group, Scatolificio Saico,

PROGRAMMA

martedì 14 luglio ore 21:30 – spettacolo per famiglie (dai 3 anni)

CUORE DI PANE

mercoledì 15 luglio ore 21:30 – spettacolo per famiglie (dai 5 anni)

NOCCHIOPINOCCHIO

giovedì 16 luglio ore 21:30 – spettacolo per famiglie (dai 3 anni)

IL CHICCO DI GRANO

venerdì 17 luglio ore 21:30 – spettacolo per famiglie (dai 3 anni)

TITTA & TONTI: MISSIONE CAPPUCCETTO ROSSO

domenica 19 luglio ore 21:30 – spettacolo per famiglie (dai 4 anni)

IL PESCIOLINO D’ORO

INFO www.teatrinodeifondi.it

L'articolo Il Teatrino al Pinocchio: a San Miniato Basso l’Arena estiva per le famiglie proviene da www.controradio.it.

‘Tutti a Casa Morozzi’, 3 appuntamenti dal vivo a Scandicci per ‘Open City 2020’

‘Tutti a Casa Morozzi’, 3 appuntamenti dal vivo a Scandicci per ‘Open City 2020’

‘Tutti a Casa Morozzi’, il ciclo di trasmissioni realizzato nel periodo di lockdown su Controradio e in video sui social, diventa live e si potrà vedere dal vivo ciò che per tre mesi si è ascoltato e visto virtualmente e con i protagonisti “ognuno a casa propria”.

‘Tutti a Casa Morozzi’ viene realizzata da Controradio e dal Controradio Club nell’ambito della rassegna estiva Open City 2020 del Comune di Scandicci e si svolge martedì 14, domenica 19 e lunedì 27 luglio alle 21.15 nel Pomario del Castello dell’Acciaiolo a Scandicci.

I posti sono limitati a 100 per le norme sul distanziamento sociale, ma c’è anche la diretta radiofonica e in video sui social. La prenotazione è obbligatoria e sarà a breve su www.scandicciopencity.it.

La conduzione del talk show è affidata come sempre a Daniela Morozzi e a Raffaele Palumbo con interventi comici di Gaia Nanni e Stefano Santomauro, i testi di Marco Vicari e Valerio Nardoni e la regia di Matteo Marsan.

Tanti altri gli ospiti presenti al talk, da Katia Beni a Andrea Muzzi, così come saranno molti i temi trattati che partono da Scandicci e dal suo tessuto sociale per diventare universali. Uno spazio aperto al confronto e alla riflessione su ciò che è accaduto e alle prospettive di una nuova partenza. Il tutto affrontato anche con la leggerezza e l’allegria che hanno decretato il successo della trasmissione.

L'articolo ‘Tutti a Casa Morozzi’, 3 appuntamenti dal vivo a Scandicci per ‘Open City 2020’ proviene da www.controradio.it.

11Lune 2020 a Peccioli

11Lune 2020 a Peccioli

È giunta alla sua sedicesima edizione 11Lune a Peccioli, la rassegna che nel mese di luglio ospita grandi nomi del teatro e della musica, punto di riferimento nel panorama dell’intrattenimento dell’estate toscana. Scopri il programma!

La rassegna inaugura mercoledì 1 luglio con “Lo contagio dell’ammore”, testo e regia di Lorenzo Gioielli e con i ragazzi della Scuola di formazione del mestiere dell’attore – L’Oltrarno, diretta da Pierfrancesco Favino, che narrano di amori non corrisposti o impossibili, di tradimenti inevitabili e che generano sofferenza anche per i traditori stessi, ma anche di amori luminosi che trovano il coraggio di mostrarsi e di amori quieti che il tempo non può scalfire.

Venerdì 3 luglio Tiberio Timperi presenta “Il cacciatore di anime” l’ultimo romanzo di Romano De Marco, edito da Piemme Edizioni e ambientato a Peccioli.

Sabato 4 luglio presso il Centro Polivalente di Peccioli verrà inaugurata l’opera di Remo Salvadori “Nel Momento” con lo storico dell’arte e curatore Antonella Soldaini e il filosofo Massimo Venturi Ferriolo.

Martedì 7 luglio andrà in scena “Darling” di e con Sara Bosi con la supervisione artistica di Pierfrancesco Favino.

Giovedì 9 luglio Luca Sofri presenta Matteo Caccia e venerdì 10 Francesca Mannocchi nell’ambito del workshop estivo del Post.

Lunedì 13 e 27 luglio alle ore 11.00 presso la Biblioteca Comunale Fonte Mazzola si terrà il laboratorio musicale Interattivo LiberaMentEstate, per introdurre i bambini all’ascolto e alla conoscenza di due opere di Giacomo Puccini, Turandot e Bohème.

Martedì 14 luglio la compagnia Bohemians Arte e Musica metterà in scena “Duemila… e Musical” in cui ripercorreranno le canzoni più celebri dei musical messi in scena dal 2013 ad oggi.

Giovedì 16 luglio i ragazzi della Scuola di formazione del mestiere dell’attore L’Oltrarno ci delizieranno con “Freeing Shakespeare’s Voice”, una serata di gioia, liberazione e distanziamento sociale attraverso le parole di William Shakespeare e delle sue opere più note come “Romeo e Giulietta”, “Sogno di una notte di mezza estate”, “Macbeth”, “Come vi piace”, “Misura per Misura”, “Enrico V” e altri.

Martedì 21 luglio Mogol insieme a incredibili musicisti ripercorreranno le canzoni, i racconti e le emozioni da Lucio Battisti a oggi in “Mogol racconta Mogol”.

Giovedì 23 e 28 luglio sarà possibile visitare, in occasione delle Notti dell’Archeologia, lo scavo archeologico di Ghizzano.

Venerdì 24 luglio l’Accademia Musicale Alta Valdera e la Corale Valdera con la direzione di Simone Valeri, metteranno in scena una rassegna di arie e cori d’opera, una galleria di impressioni musicali tratte dalle più belle pagine del melodramma, dal titolo “Peccioli Opera Festival Story”.

Martedì 28 luglio sarà la volta dell’attesissimo Filippo Neviani, in arte Nek, in un concerto di chitarra e voce.

11Lune 2020 si concluderà venerdì 31 luglio con “Top of The Rock”, un concerto della Filarmonica di Peccioli per festeggiare i 150 anni dalla fondazione.

L’immagine 2020 è firmata da Leonardo Baldini, affermato fotografo e post produttore toscano. INFO

L'articolo 11Lune 2020 a Peccioli proviene da www.controradio.it.

Il Maggio riparte in streaming a pagamento

Il Maggio riparte in streaming a pagamento

🔈Firenze, un concerto in streaming per ricominciare, e spettacoli all’aperto se il meteo lo consentirà: Il Maggio Musicale Fiorentino riprende l’attività con un programma di spettacoli che sta prendendo forma in questi giorni.

Si parte con il concerto di canto che vedrà protagonista il tenore Francesco Meli, con l’orchestra de Il Maggio diretta da Marco Armiliato, il 7 giugno alle 20. Orchestra schierata, con le distanze dovute. Ma senza pubblico.

Il concerto, che vedrà Meli impegnato in arie verdiane da Trovatore, Simon Boccanegra, Macbeth, Ballo in maschera, sarà trasmesso in streaming sulla piattaforma Idagio, con biglietti ‘virtuali’ a 9,90 euro. Dal concerto verrà tratto anche un disco.

Dopo, sarà la volta di una serie di concerti diretti da Zubin Mehta, dal 20 giugno al 7 luglio, dedicati a musiche di Schubert, Mozart e Haydn, e un concerto di Daniele Gatti il 27 giugno.

“Abbiamo ‘inventato’ questo programma in pochi giorni, e lo stiamo ancora valutando. Vedremo l’esperienza che avremo con l’orchestra in questa settimana”, ha spiegato in videoconferenza il sovrintendente Alexander Pereira, che ha promesso per il futuro ulteriori novità e un grande progetto internazionale, oltre al recupero di due opere parte del programma originario della stagione (Un ballo in maschera e La Traviata) con numero ridotto di repliche.

Proprio le due opere verdiane, in versione concertante, potrebbero essere l’occasione per una ripresa degli spettacoli col pubblico presente dal vivo, con una quantità di spettatori superiore ai soli 200 che sarebbero consentiti all’interno del teatro, sfruttando la cavea all’aperto.

“Dipende naturalmente dal tempo – ha sottolineato Pereira – ma se c’è bel tempo, visto che la cavea ha una capacità di 2.000 posti, potremmo avere intorno alle 7-800 persone” rispettando le norme sul distanziamento, anche se “è ancora da analizzare” il modo in cui disporre coro e orchestra. Ma la questione è sfidante.

Gimmy Tranquillo ha raccolto le dichiarazioni del sovrintendente del
Maggio Alexander Pereira:

L'articolo Il Maggio riparte in streaming a pagamento proviene da www.controradio.it.

Pistoia: lutto nel mondo del teatro, ci lascia la regista Cristina Pezzoli 

Pistoia: lutto nel mondo del teatro, ci lascia la regista Cristina Pezzoli 

E’ morta a Pistoia all’età di 57 anni la regista Cristina Pezzoli. Originaria di Vigevano (Pavia) nel 2002 si era trasferita a Pistoia, città che non ha più lasciato, per assumere la direzione artistica del teatro Manzoni.

Esperienza durata fino al 2005. Pezzoli si era avvicinata da giovane al mondo del teatro partecipando, appena 19enne, a uno stage di Dario Fo. Diplomata nel 1986 in regia alla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano, nella sua carriera ha collaborato come assistente di Nanni Garella e aiuto regista di Massimo Castri. Ha poi curato le regie per il Teatro Stabile di Parma, per La Contemporanea ’83 (con Sergio Fantoni), per la Compagnia Gli Ipocriti. Nella sua carriera ha firmato la regia non solo di spettacoli teatrali, tra i più conosciuti la sua rilettura di ‘Filumena Marturano’ di Eduardo De Filippo e ‘L’Attesa’, ma anche di alcune opere liriche e televisive.
“Il suo lavoro è sempre stato di grande livello, specie con gli attori con i quali creava un forte rapporto simbiotico – dice Saverio Bersanti, direttore artistico dell’Associazione Teatrale Pistoiese -. Era una donna dal carattere fortissimo e con una grande passione civile. Ultimamente aveva trasferito il suo lavoro a Prato dove in un capannone dismesso aveva dato vita al centro culturale Compost e dove lavorava, anche attraverso il teatro, per l’integrazione della comunità cinese”.

L'articolo Pistoia: lutto nel mondo del teatro, ci lascia la regista Cristina Pezzoli  proviene da www.controradio.it.