Il Teatro Rifredi vince il premio Ubu, assessore Sacchi si congratula

Il Teatro Rifredi vince il premio Ubu, assessore Sacchi si congratula

“Esprimo le più sincere congratulazioni e la più profonda soddisfazione per la città e la comunità artistica fiorentina per il risultato raggiunto dal Teatro di Rifredi, a testimonianza che un teatro di quartiere non è e non deve essere inteso come realtà periferica ma è capace di dialogare con il mondo del teatro a livello italiano e internazionale”.

Lo afferma l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi, che è anche presidente della Fondazione del Teatro della Toscana, a proposito del premio Ubu – sezione progetti speciali – vinto ieri dalla compagnia di Rifredi Pupi e Fresedde e ritirato dal regista Angelo Savelli.

“A Rifredi abbiamo un luogo – aggiunge Sacchi – che è riuscito in questi anni a creare un contesto di autorevolezza e straordinaria capacità artistica e ha portato a Firenze alcuni dei più interessanti protagonisti della scena teatrale contemporanea. Sono sicuro che questo prestigioso riconoscimento aggiungerà nuova linfa ed entusiasmo per progetti e stagioni sempre più ricche, dinamiche e di successo”.

L'articolo Il Teatro Rifredi vince il premio Ubu, assessore Sacchi si congratula proviene da www.controradio.it.

‘Libernauta’, XX edizione per scoprire il piacere della lettura

‘Libernauta’, XX edizione per scoprire il piacere della lettura

?Firenze, presentata la XX edizione del concorso ‘Libernauta’ che prenderà il via venerdì 20 dicembre.

‘Libernauta’ nasceva appunto 20 anni fa con l’obiettivo di porre i giovani adulti a confronto con i linguaggi e le problematiche del tempo, stimolandoli a leggere, scrivere, discutere di opere che non trovano spazio nella programmazione curricolare.

Il concorso per giovani lettori, la cui XX edizione prende il via dicembre in oltre 40 biblioteche della Città Metropolitana, è una delle più importanti iniziative in Italia dedicate alla promozione della lettura in ambito adolescenziale.

Ben 30 le scuole secondarie di secondo grado coinvolte e oltre 40 le biblioteche della Città Metropolitana che partecipano attivamente al progetto. Anche se c’è ancora molta strada da fare i numeri sono confortanti: dal 2000 ad oggi hanno preso parte al concorso di Libernauta più di 15 mila ragazzi tra i 14 ai 19 anni.

Partecipare è semplicissimo. A partire dal 20 dicembre è sufficiente collegarsi al sito www.libernauta.org, una volta effettuata l’iscrizione al concorso i ragazzi possono recarsi in una delle biblioteche dell’Area Sdiaf e scegliere uno dei 15 testi di recente pubblicazione, selezionati da un apposito comitato scientifico nonché particolarmente indicati per questa fascia d’età (14/19 anni). Per essere ammessi al concorso è necessario leggere almeno 3 libri tra quelli proposti e quindi farne una recensione direttamente via web. Gli elaborati scritti dovranno pervenire entro il 20 maggio 2020.

L’iniziativa è promossa dalla Regione Toscana, dai Comuni di Firenze e di Scandicci e dall’Unione dei Comuni del Mugello, attraverso la rete bibliotecaria SDIAF, in collaborazione con SDIMM, con il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, AIB Toscana e Miur. Il progetto, la cui organizzazione e realizzazione è affidata ad Allibratori Aps Onlus, è sostenuto da Lucca Crea, Associazione Wimbledon, Collettivo Fumofonico, Cooperativa Macramè.

Gimmy Tranquillo ha intervistato gli assessori del Comune di Firenze, Sara Funaro e Tommaso Sacchi:

L'articolo ‘Libernauta’, XX edizione per scoprire il piacere della lettura proviene da www.controradio.it.

Al via la manutenzione programmata del Cortile di Michelozzo

Al via la manutenzione programmata del Cortile di Michelozzo

“Al via oggi le ispezioni e la manutenzione programmata nel Cortile di Michelozzo di Palazzo Vecchio. I tecnici sono al lavoro con un carrello elevatore per controllare gli affreschi delle volte e le superfici lapidee. Si tratta di interventi che fanno parte dell’accordo quadro di manutenzione programmata 2018-2020.”

“La prevenzione è il miglior modo per prenderci cura del nostro patrimonio – sottolinea l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi –. Grazie a questo accordo quadro, uno tra i più innovativi in Italia, riusciamo a programmare interventi a cadenza regolare e ad avere un quadro preciso dello stato dei nostri monumenti, chiese e palazzi così da poter organizzare in tempo eventuali manutenzioni e restauri. Il prossimo accordo 2020-2022 potrà contare sul 15% in più di risorse.”

Il comunicato dell’Ufficio stampa del Comune di Firenze riporta: “Il piano di interventi complessivo prevede tre accordi quadro dedicati a: palazzi, ville e monumenti cittadini per un importo complessivo biennale di 854.759 euro (le ispezioni sono articolate in 73 immobili e 188 monumenti); chiese, conventi e Palazzo Vecchio per un importo complessivo biennale di 812.054 euro (le ispezioni interessano Palazzo Vecchio, 15 complessi religiosi, San Firenze e l’Osservatorio Ximeniano); complessi monumentali e cinta muraria per un importo complessivo biennale di 835.276 euro (le ispezioni sono articolate in 26 episodi della cinta muraria, 17 immobili, monumenti del parco delle Cascine compresi quelli minori quali colonnini, cippi, termini, steli). Gli interventi si concluderanno in primavera e ad oggi siamo a circa l’80% di ispezioni eseguite sul totale delle previste.

Per quanto riguarda il Cortile di Michelozzo, gli affreschi saranno spolverati e sarà verificato lo stato pittorico per verificare eventuali distacchi di colore. Saranno poi controllati la stabilità e il fissaggio degli apparati in pietra. I lavori dureranno qualche giorno.”

L'articolo Al via la manutenzione programmata del Cortile di Michelozzo proviene da www.controradio.it.

31° Rock Contest, vincono Lady In The Radiator. Emma Nolde, Tōru, Elephant Brain tra i premiati.

31° Rock Contest, vincono Lady In The Radiator. Emma Nolde, Tōru, Elephant Brain tra i premiati.

In un Auditorium FLOG sold out si è svolta la 31.a edizione del Rock Contest di Controradio. I sei gruppi finalisti sono stati valutati da una giuria d’eccezione: Vasco Brondi, Diodato, Appino, Rachele Bastreghi, Max Collini e Francesco Magnelli, Federico Russo di Radio Deejay e tanti giornalisti e produttori musicali provenienti da tutta Italia.

 

I “Lady in the Radiator” vincono la trentunesima edizione nazionale del Rock Contest di Controradio, Il Premio Fondo Sociale Europeo/Giovanisì è stato consegnato a Tōru con il brano “Soli”. Il Premio SIAE è stato vinto dagli Elephant Brain con il brano “Scappare”. Il Premio Ernesto De Pascale per la migliore canzone con testo in italiano è andato Emma Nolde che si aggiudica anche il secondo posto del Premio Rock Contest.

Sono i pratesi Lady in The Radiator ad aggiudicarsi grazie alla loro sofisticatissima proposta che unisce vocalità estreme e “performative” a ritmiche complesse ed incursioni sonore di scuola “noise”, la 31.a edizione del Rock Contest, il concorso nazionale per gruppi emergenti, organizzato da Controradio e Controradio Club in collaborazione con Comune di Firenze, Regione Toscana e SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

Lady in the Radiator sono stati votati sia dal pubblico che dalla attentissima giuria di musicisti, davvero numerosi quest’anno, scelti fra i migliori della scena indipendente italiana (Vasco Brondi, Diodato, Appino, Rachele Bastreghi, Max Collini e Francesco Magnelli) e da esperti produttori e giornalisti musicali fra i quali Federico Russo di Radio Deejay, Il gruppo pratese si aggiudica un premio di 2000 euro da investire nella loro futura carriera musicale.

La finale si è svolta sabato 14 dicembre in un Auditorium Flog anche quest’anno sold out , segno della vivacità del concorso e dell’interesse che molti giovani manifestano verso le nuove proposte musicali originali e di qualità.

A conclusione della serata si è tenuto l’energetico e apprezzatissimo concerto di Sick Tamburo che hanno presentato dal vivo l’ultimo lavoro “Paura e l’Amore”.

I vincitori degli altri premi in palio sono stati Tōru che con il Brano “Soli” si è aggiudicato il Premio Fondo Sociale Europeo/Giovanisì di 3000 euro con la seguente motivazione “La presa di coscienza della banalità delle abitudini in cui ci perdiamo per dare un senso alle nostre giornate. L’insoddisfazione che si trasforma in inquietudine fino a diventare quel mormorio di fondo dell’anima che ci sprona e ci spinge alla ricerca di un qualcosa che non troviamo nel quotidiano. Una ricerca perenne della serenità non solo nella società, ma, con noi stessi. Quella ricerca che però è anche il motore stesso dell’anima, rivendicando il coraggio di affrontare l’incertezza a dispetto delle confortevoli abitudini “

Il Premio SIAE di 2000 euro, assegnato dalla Società Italiana degli Autori ed Editori alla miglior composizione musicale è stato vinto, con l’efficacissimo brano “Scappare”, dagli Elephant Brain, perugini, dediti ad un rock in italiano energetico e coinvolgente.

Il Premio Ernesto De Pascale, per la migliore canzone con testo in italiano è andato Emma Nolde originalissima diciannovenne empolese dalla spiccata personalità artistica, per il brano “Nero Ardesia” che si è aggiudicata anche il secondo posto del Premio Rock Contest, avrà la possibilità di usufruire complessivamente di 6 giorni di studio di registrazione presso il prestigioso SAM Recording Studio.

Una menzione va anche ai pur bravissimi Leyla El Abiri, Nervi, Ultima Haine e Moonwise Den, che hanno reso il lavoro di scelta della giuria davvero combattuto e difficile.

Un’edizione la 31.a che ha confermato l’interesse di un pubblico di giovanissimi per le novità nel mondo musicale italiano ed anche degli addetti ai lavori che hanno giudicato i progetti in gara molto interessanti e promettenti in vista dei futuri sviluppi delle loro carriere musicali, un’edizione che, ricordiamo, vedeva 4 gruppi finalisti al femminile.

Tutti i brani saranno in rotazione su Controradio (Fm 93.6 – 98.9 in Toscana e in streaming sulla app Controradio Firenze) e sulla web radio del Rock Contest.

Rock Contest 2019 è stato organizzato da Controradio e Controradio Club con il contributo di Comune di Firenze, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, in collaborazione con Regione Toscana – Fondo Sociale Europeo/Giovanisì, sponsor tecnici Audioglobe, Sam Recording Studio, Brahms Strumenti Musicali, la partnership di Woodworm Label, Locusta Booking, Blue Moon Studio, Blanket Studio e la mediapartnership di Rockit.

L'articolo 31° Rock Contest, vincono Lady In The Radiator. Emma Nolde, Tōru, Elephant Brain tra i premiati. proviene da www.controradio.it.

Un’area dedicata alle mamme al museo di Palazzo Vecchio

Un’area dedicata alle mamme al museo di Palazzo Vecchio.
Una zona per l’allattamento al seno dedicata alle mamme e ai loro piccoli. E’ il nuovo servizio offerto al museo di Palazzo Vecchio e collocato nell’area relax posta sopra la biglietteria, inaugurato oggi dall’assessore alla cultura Tommaso Sacchi e dalle promotrici della campagna nazionale, Gloria Azzurrini e Claudia Marone, ‘Io ciuccio dove mi pare’, nata con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’allattamento al seno anche fuori casa e per aiutare le donne a superare insicurezza o disagio.

L’area è stata attrezzata con una poltrona e un fasciatoio. Un secondo fasciatoio è stato posto nella stanza nursery già presente al piano terra. “Questi spazi – ha sottolineato Sacchi – potranno essere utilizzati da tutte le donne, visitatrici e non, che si trovano a Palazzo Vecchio nell’orario di apertura del museo. L’allattamento al seno fa bene sia alla mamma che al bambino ed è una cosa naturale da difendere”.