Coronavirus in Toscana, 106 nuovi casi, 6 decessi

Coronavirus in Toscana, 106 nuovi casi, 6 decessi

Firenze, sono 106 in più rispetto a ieri i nuovi casi positivi  in Toscana (104 confermati con tampone molecolare e 2 da test rapido antigenico), che portano a  243.620 i casi registrati dall’inizio della pandemia di coronavirus.

I nuovi casi di coronavirus sono lo 0,04% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 106 nuovi positivi odierni è di 39 anni circa (27% ha meno di 20 anni, 16% tra 20 e 39 anni, 36% tra 40 e 59 anni, 20% tra 60 e 79 anni, 1% ha 80 anni o più).

I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 232.927 (95,6% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 7.388 tamponi molecolari e 7.803 tamponi antigenici rapidi, di questi lo 0,7% è risultato positivo. Sono invece 5.141 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 2,1% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 3.861, -4,8% rispetto a ieri.

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 223 (17 in meno rispetto a ieri, meno 7,1%), 50 in terapia intensiva (4 in meno rispetto a ieri, meno 7,4%).

Oggi si registrano 6 nuovi decessi: 3 uomini e 3 donne con un’età media di 64,5 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 2 a Firenze, 1 a Prato, 2 a Lucca, 1 a Pisa.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia di Coronavirus in regione.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (104 confermati con tampone molecolare e 2 da test rapido antigenico). Sono 67.240 i casi complessivi ad oggi a Firenze (30 in più rispetto a ieri), 22.537 a Prato (4 in più), 22.963 a Pistoia (6 in più), 13.301 a Massa (2 in più), 24.622 a Lucca (11 in più), 29.184 a Pisa (8 in più), 17.467 a Livorno (5 in più), 22.829 ad Arezzo (6 in più), 13.821 a Siena (6 in più), 9.101 a Grosseto (28 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 40 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 26 nella Nord Ovest, 40 nella Sud est.

La Toscana si trova al 12° posto in Italia come numerosità di casi di coronavirus (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 6.641 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 7.167 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 8.802 casi x100.000 abitanti, Pistoia con 7.896, Pisa con 7.008, la più bassa Grosseto con 4.164.

Complessivamente, 3.638 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (178 in meno rispetto a ieri, meno 4,7%). Sono 11.311 (278 in meno rispetto a ieri, meno 2,4%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 5.854, Nord Ovest 4.260, Sud Est 1.197).

Le persone complessivamente guarite sono 232.927 (295 in più rispetto a ieri, più 0,1%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 232.927 (295 in più rispetto a ieri, più 0,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Sono 6.832 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 2.201 a Firenze, 595 a Prato, 627 a Pistoia, 524 a Massa Carrara, 664 a Lucca, 701 a Pisa, 416 a Livorno, 502 ad Arezzo, 329 a Siena, 182 a Grosseto, 91 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 186,2 x100.000 residenti contro il 214,5 x100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (276,0 x100.000), Prato (232,4 x100.000) e Firenze (223,2 x100.000), il più basso a Grosseto (83,3 x100.000).

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell’Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19.

L'articolo Coronavirus in Toscana, 106 nuovi casi, 6 decessi da www.controradio.it.

Coronavirus in Toscana, 106 nuovi casi, 6 decessi

Coronavirus in Toscana, 106 nuovi casi, 6 decessi

Firenze, sono 106 in più rispetto a ieri i nuovi casi positivi  in Toscana (104 confermati con tampone molecolare e 2 da test rapido antigenico), che portano a  243.620 i casi registrati dall’inizio della pandemia di coronavirus.

I nuovi casi di coronavirus sono lo 0,04% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 106 nuovi positivi odierni è di 39 anni circa (27% ha meno di 20 anni, 16% tra 20 e 39 anni, 36% tra 40 e 59 anni, 20% tra 60 e 79 anni, 1% ha 80 anni o più).

I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 232.927 (95,6% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 7.388 tamponi molecolari e 7.803 tamponi antigenici rapidi, di questi lo 0,7% è risultato positivo. Sono invece 5.141 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 2,1% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 3.861, -4,8% rispetto a ieri.

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 223 (17 in meno rispetto a ieri, meno 7,1%), 50 in terapia intensiva (4 in meno rispetto a ieri, meno 7,4%).

Oggi si registrano 6 nuovi decessi: 3 uomini e 3 donne con un’età media di 64,5 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 2 a Firenze, 1 a Prato, 2 a Lucca, 1 a Pisa.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia di Coronavirus in regione.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (104 confermati con tampone molecolare e 2 da test rapido antigenico). Sono 67.240 i casi complessivi ad oggi a Firenze (30 in più rispetto a ieri), 22.537 a Prato (4 in più), 22.963 a Pistoia (6 in più), 13.301 a Massa (2 in più), 24.622 a Lucca (11 in più), 29.184 a Pisa (8 in più), 17.467 a Livorno (5 in più), 22.829 ad Arezzo (6 in più), 13.821 a Siena (6 in più), 9.101 a Grosseto (28 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 40 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 26 nella Nord Ovest, 40 nella Sud est.

La Toscana si trova al 12° posto in Italia come numerosità di casi di coronavirus (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 6.641 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 7.167 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 8.802 casi x100.000 abitanti, Pistoia con 7.896, Pisa con 7.008, la più bassa Grosseto con 4.164.

Complessivamente, 3.638 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (178 in meno rispetto a ieri, meno 4,7%). Sono 11.311 (278 in meno rispetto a ieri, meno 2,4%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 5.854, Nord Ovest 4.260, Sud Est 1.197).

Le persone complessivamente guarite sono 232.927 (295 in più rispetto a ieri, più 0,1%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 232.927 (295 in più rispetto a ieri, più 0,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Sono 6.832 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 2.201 a Firenze, 595 a Prato, 627 a Pistoia, 524 a Massa Carrara, 664 a Lucca, 701 a Pisa, 416 a Livorno, 502 ad Arezzo, 329 a Siena, 182 a Grosseto, 91 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 186,2 x100.000 residenti contro il 214,5 x100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (276,0 x100.000), Prato (232,4 x100.000) e Firenze (223,2 x100.000), il più basso a Grosseto (83,3 x100.000).

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell’Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19.

L'articolo Coronavirus in Toscana, 106 nuovi casi, 6 decessi da www.controradio.it.

Vaccinazione, Giani: “Obiettivo tornare in presenza a scuola a settembre”

Vaccinazione, Giani: “Obiettivo tornare in presenza a scuola a settembre”

Firenze, il presidente della Toscana, Eugenio Giani, in occasione dell’avvio degli esami di maturità in Toscana, ha detto: “L’obiettivo della nostra campagna di vaccinazione è che si torni subito a scuola in presenza” a settembre, “con quegli accorgimenti che posso essere i dispositivi. Ma ci sono le condizioni per pensare a un approccio dell’anno scolastico positivo”.

Commentando poi la vaccinazione degli studenti dell’ultimo anno Giani si è detto “molto contento delle vaccinazioni per i maturandi, perché all’inizio sembrava che avessero raccolto l’occasione soltanto la metà, in realtà poi se ne sono iscritti tantissimi, ben oltre la metà”.

“Per me, per i miei figli – ha aggiunto Giani a margine di un evento a Firenze – la maturità è stato un momento che ha segnato la nostra vita e tutti gli anni dobbiamo essere molto vicini a quei ragazzi. Naturalmente quest’anno per loro c’è un pensiero supplementare perché chi ha vissuto la maturità ha dovuto fare i conti con il Covid per 15 mesi, e mi metto nei loro panni. Oggi sono in presenza, ma con una preparazione che è avvenuta molto a distanza. Quindi forza ragazzi siete la nostra energia, il nostro futuro, cercate di vivere la maturità con la giusta serenità per dare il meglio di voi”.

L'articolo Vaccinazione, Giani: “Obiettivo tornare in presenza a scuola a settembre” da www.controradio.it.

🎧 Stadio Franchi: “Nuovo bando per stadio e Campo di Marte: 190 milioni complessivi”

🎧 Stadio Franchi: “Nuovo bando per stadio e Campo di Marte: 190 milioni complessivi”

Restyling dello Stadio Franchi e dell’area di Campo di Marte: presentato il bando che prevede la creazione di 3000 posti di lavoro complessivi

Venerdì sarà visionabile il bando del concorso internazionale per il restauro dello stadio Franchi e per la riqualificazione dell’area di campo di Marte. Sarà visionabile sul sito www.concorrimi.it che è il sito ufficiale per la pubblicazione dei concorsi internazionali di progettazione nell’ambito della collaborazione con gli ordini professionali.
“Si tratta di un progetto di riqualificazione di tutta l’area di Campo di Marte: si intende creare un nuovo spazio sportivo e sociale con una valorizzazione di tutto il quartiere e con una fruizione di 7 giorni su 7, lo stadio si dovrà vivere tutti i giorni così come il quartiere di Campo di Marte”, ha spiegato il sindaco durante la conferenza stampa di presentazione del bando tenutasi stamani sul sito della Stampa Estera.
Il progetto di restyling dello stadio Franchi e dell’area di Campo di Marte attiverà 1500 posti di lavoro diretti e 3000 posti complessivi. Si prevedono anche interventi sulla viabilità come la nuova linea tramviaria, un nuovo parcheggio e l’implementazione di spazi verdi, percorsi pedonali e ciclabili. “Un elemento fondamentale di tutti gli stadi del mondo è che siano accessibili”, continua il sindaco, “prevediamo la realizzazione di una linea tramviaria dal centro a Campo di Marte e si riconnette a tutte le linee tramviarie della città: lo stadio sarà connesso a tutti i luoghi più importanti dell’area di Firenze”.
Stadio Franchi
Durante la conferenza stampa è emerso anche l’entità del bando. “Abbiamo previsto un importo massimo per tutto l’intervento di 190 milioni di euro iva inclusa, con 137,5 milioni per lo stadio”, conclude il sindaco Dario Nardella.
In podcast: un estratto del sindaco Dario Nardella durante la conferenza stampa di presentazione
 

L'articolo 🎧 Stadio Franchi: “Nuovo bando per stadio e Campo di Marte: 190 milioni complessivi” da www.controradio.it.

Carcere Sollicciano, indagini pestaggi: pm, processare 10 agenti e 2 medici

Carcere Sollicciano, indagini pestaggi: pm, processare 10 agenti e 2 medici

Chiesto giudizio in indagini carcere Sollicciano. Le accuse contestate, a vario titolo, sono quelle di tortura e falso in atto pubblico

La pm Christine Von Borries ha chiesto il rinvio a giudizio per 12 persone, tra cui 10 agenti di polizia penitenziaria e due medici, nell’ambito delle indagini sui presunti pestaggi che sarebbero avvenuti nei confronti di detenuti del carcere di Sollicciano a Firenze.

Le accuse contestate, a vario titolo, sono quelle di tortura e falso in atto pubblico. In particolare, i due medici, in servizio presso la casa circondariale e le cui posizioni nell’inchiesta emergono adesso, sono accusati di aver redatto falsi certificati in relazione alle condizioni dei detenuti vittime delle stesse presunte violenze risalenti al 2018 e al 2019.

L’inchiesta sui pestaggi a Sollicciano, condotta anche attraverso intercettazioni ambientali nel carcere, sarebbe nata dagli accertamenti su alcune denunce per resistenza a pubblico ufficiale a carico dei detenuti presentate dagli stessi agenti, che per l’accusa sarebbero risultate false. I detenuti vittime dei presunti pestaggi, avvenuti uno nel 2018 e un altro del 2020, sarebbero uno di nazionalità italiana e uno marocchina. Le indagini sono state condotte dal nucleo investigativo della polizia penitenziaria.

La più alta in grado sarebbe un’ispettrice finita ai domiciliari. Secondo le indagini l’ispettrice avrebbe avuto un ruolo rilevante nella vicenda. Inoltre, risulta indagata anche un’altra donna in servizio come agente penitenziaria a Sollicciano, nei confronti della quale però al momento non sono stati emessi provvedimenti.

L'articolo Carcere Sollicciano, indagini pestaggi: pm, processare 10 agenti e 2 medici da www.controradio.it.