Firenze, Sandro Veronesi presenta “Il Colibrì” al Cenacolo di Santa Croce

Firenze, Sandro Veronesi presenta “Il Colibrì” al Cenacolo di Santa Croce

Sandro Veronesi torna nella sua Firenze: il suggestivo spazio del Cenacolo nel complesso di Santa Croce ospiterà l’autore mercoledì 30 ottobre alle ore 19,00, per un incontro a più voci dedicato alla grande letteratura contemporanea e alla presentazione del suo nuovo lavoro, “Il Colibrì”.

L’incontro chiude Intemporanea Festival, a cura di Pinangelo Marino, per Estate Fiorentina 2019, cartellone di eventi del Comune di Firenze. Sarà l’occasione per presentare in anteprima toscana il nuovo libro dell’autore già Premio Strega nel 2006 per Caos calmo, “Il Colibrì”, appena edito da La nave di Teseo.

A dialogare con lo scrittore sarà Giorgio van Straten, romanziere e traduttore fiorentino, già direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di New York. La conversazione tra i due autori sarà arricchita dalle letture sceniche dell’attore Gianluigi Tosto, tratte dall’ultimo romanzo di Sandro Veronesi.

Dopo quattro anni, Veronesi torna con un nuovo lavoro, “Il Colibrì”. Capace di prodezze inimmaginabili, il colibrì è tra gli uccelli più piccoli al mondo ed ha la capacità di rimanere quasi immobile, a mezz’aria, grazie a un frenetico e rapidissimo battito di ali. Come lui è il protagonista del racconto, Marco Carrera. Continue sospensioni e coincidenze fatali si alternano ad atroci perdite e amori assoluti nella vita di Marco, che non precipita mai fino in fondo. Il suo movimento incessante e frenetico è necessario per rimanere in stasi o per dettare i tempi e i modi della caduta: la vita di Marco è una storia di sopravvivenza, non per questo meno autentica. Intorno a lui, Veronesi costruisce altri personaggi indimenticabili, che abitano un’architettura romanzesca perfetta. Il tempo del racconto passa dai primi anni Settanta fino a un cupo futuro prossimo, quando all’improvviso splenderà il frutto della resilienza di Marco Carrera: è una bambina, si chiamerà Miraijin.

“Il Colibrì” è un romanzo sulla forza struggente della vita, capace di incantare e commuovere: Marco Carrera è un personaggio talmente vivo da diventare compagno di viaggio nella vita del lettore e ricorderà il Pietro Paladini di “Caos calmo”, capolavoro dell’autore toscano con 400 mila copie vendute. Pubblicato nel 2005, vincitore nel 2006 del Premio Strega e nel 2008 del Prix Fémina e del Prix Méditerranée, Caos calmo è stato tradotto in venti paesi ed è stato stampato nuovamente dal 2016 grazie a La Nave di Teseo.

La produzione di Sandro Veronesi annovera oltre venti lavori dal suo esordio nel 1988, tra cui anche libri di inchiesta giornalistica. Ha vinto con “La forza del passato” (2000) il Premio Viareggio e il Premio Campiello, mentre ha ottenuto il Premio Bagutta 2014 per Terre Rare, che ha venduto più di 50 mila copie.

L'articolo Firenze, Sandro Veronesi presenta “Il Colibrì” al Cenacolo di Santa Croce proviene da www.controradio.it.

Firenze: a fuoco tre auto, una persona rimasta intossicata

Firenze: a fuoco tre auto, una persona rimasta intossicata

I Vigili del fuoco del Comando di Firenze sono intervenuti alle 4.30 nel Comune di Firenze in Via Giacomo Zanella, per un incendio che ha visto coinvolte tre autovetture.

I Vigili del fuoco giunti sul posto con due automezzi e con 7 uomini, hanno provveduto all’estinzione dell’incendio. Si è reso necessario inoltre l’intervento dei sanitari del 118, per una persona rimasta intossicata dai fumi della combustione. Sul posto anche Polizia di Stato e Polizia Municipale.

L'articolo Firenze: a fuoco tre auto, una persona rimasta intossicata proviene da www.controradio.it.

Prato: al cimitero di Galciana una scultura per i ‘bambini mai nati’

Prato: al cimitero di Galciana una  scultura per i ‘bambini mai nati’

L’idea alla base dell’opera è nata da un dialogo tra l’artista Savelli e le volontarie del Cav, associazione che dal 1977 assiste e accompagna le donne in gravidanza che si trovano in difficoltà

Il dito di un grande angelo di cristallo punta verso il cielo e indica Dio: da lassù è scesa la
vita del bimbo nel seno materno scolpito nel marmo e lassù è ritornata, senza vedere la luce. E’ la scultura per ricordare i ‘Bambini mai nati’, voluta dal ‘Centro di aiuto alla vita’ di
Prato e installata nel cimitero della Misericordia in via Galcianese a Prato.
L’opera, alta tre metri in vetro e marmo, è stata realizzata dallo scultore Enrico Savelli. L’inaugurazione si è tenuta questa mattina alla presenza dell’autore, dei committenti, del
vescovo Giovanni Nerbini e del magistrato dell’Arciconfraternita della Misericordia di Prato guidato dal proposto Gianluca Mannelli. L’idea alla base dell’opera è nata da un dialogo tra
l’artista Savelli e le volontarie del Cav, associazione che dal 1977 assiste e accompagna le donne in gravidanza che si trovano in difficoltà. “In occasione dei 40 anni dalla approvazione della legge 194 che ha legalizzato l’aborto in Italia, abbiamo
sentito l’esigenza di creare un luogo per ricordare i bambini non nati”, ha spiegato la presidente Patrizia Benvenuti, intervenuta all’ inaugurazione insieme alla presidente regionale dei ‘Centri di aiuto alla vita’ Lina Pettinari.
La scultura è stata presentata dal critico d’arte don Giuseppe Billi.

L'articolo Prato: al cimitero di Galciana una scultura per i ‘bambini mai nati’ proviene da www.controradio.it.

Erika: palloncini bianchi e rosa per l’ultimo saluto a Livorno

Erika: palloncini bianchi e rosa  per l’ultimo saluto a Livorno

Si sono svolti ieri  pomeriggio nella parrocchia dei Salesiani a Livorno i funerali di Erika Lucchesi, la 19enne morta dopo aver accusato un malore in una discoteca di Sovigliana di Vinci (Firenze) la notte fra il 19 e il 20 ottobre.

Grande commozione all’interno della chiesa mentre, al passaggio del feretro di Erika, circa 200 persone hanno fatto volare in cielo palloncini bianchi e rosa. Nella parrocchia, intorno ai
familiari, si sono stretti tanti amici della giovane e quanti hanno voluto darle l’ultimo saluto.

Per la morte di Erika al momento ci sono 3 indagati: il legale rappresentante del locale, il presunto spacciatore e una terza persona. Le accuse contestate sono quelle di morte in conseguenza di altro reato e spaccio di sostanze stupefacenti.

I tre sono indagati per la morte della 19enne avvenuta nella notte tra sabato e domenica scorsi nella discoteca di Sovigliana a Vinci (Fi). La procura contesta in particolar modo al rappresentante legale di non aver impedito ciò che sarebbe stato giuridicamente obbligato a impedire per la sua qualifica, ossia il presunto episodio di spaccio che poi avrebbe portato alla morte della giovane.
Il presunto spacciatore che avrebbe ceduto la droga poi consumata dalla giovane è stato individuato ed è al momento irreperibile. Questo pomeriggio il pm titolare delle indagini, Fabio Di Vizio, conferirà l’incarico per l’esecuzione dell’autopsia sul corpo della ragazza.
In merito alle tempistiche dei soccorsi, la Asl Toscana centro fa sapere che sono trascorsi dodici minuti fra la prima chiamata al 118 e l’arrivo dell’ambulanza infermieristica. Diciannove minuti, invece, il tempo trascorso da quella stessa prima chiamata e l’arrivo dell’auto col medico a bordo.
Secondo la Asl, la prima chiamata alla centrale operativa del 118 di Empoli-Pistoia è arrivata alle 3.13 della notte fra sabato e domenica scorsi. I mezzi di soccorso erano stati attivati dalla centrale operativa tra le 3.16 e le 3.17. Una seconda chiamata, in cui si avvisava che la 19enne era in arresto cardiaco, è arrivata alle 3.20. Alle 3.25 è arrivata alla discoteca la prima ambulanza infermieristica. Alle 3.32 l’arrivo dell’automedica, e alle 3.37 una seconda ambulanza con soli soccorritori.

L'articolo Erika: palloncini bianchi e rosa per l’ultimo saluto a Livorno proviene da www.controradio.it.

Regionali Toscana: appello per unità ‘sinistre’

Regionali Toscana: appello per unità ‘sinistre’

Tra i promotori dell’appello a livello regionale, oltre a Simone Siliani, figurano il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, Marisa Nicchi, Sara Nocentini, Paolo Fontanelli, Enrico Cecchetti, Filippo Fossati, Amos Cecchi, Marco Geddes e Antonio Floridia.

“Dalla nostra prima assemblea regionale parte un invito a tutte le forze progressiste, a cominciare dal Pd, ad unirsi in vista dell’appuntamento con le elezioni regionali della primavera prossima. Siamo ‘2020 a sinistra’, un raggruppamento di cui fanno parte liste civiche di sinistra, associazioni della società civile toscana, Sinistra Italiana, Articolo Uno e soprattutto tante persone, oltre 500 per il momento, che hanno firmato il nostro appello ‘Per tornare a vincere in Toscana’. Lo ha detto Simone Siliani, coordinatore regionale in occasione del primo appuntamento regionale di ‘2020 a sinistra’.
A questo incontro, è stato spiegato, seguiranno nel mese di novembre 13 assemblee di collegio; un percorso che si concluderà con l’assemblea regionale fondativa a inizio dicembre. Il movimento, è stato spiegato, si rivolge alle forze politiche dall’estrema sinistra, fino al Movimento 5 Stelle, passando per il Pd e Italia Viva, alle forze legate all’ambientalismo e al civismo con le quali si intende sviluppare uno dialogo e una collaborazione. Tra i promotori dell’appello a livello regionale, oltre a Simone Siliani, figurano il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, Marisa Nicchi, Sara Nocentini, Paolo Fontanelli, Enrico Cecchetti, Filippo Fossati, Amos Cecchi, Marco Geddes e Antonio Floridia.
“Diciamo no – precisa il coordinatore regionale – all’autoreferenzialità o, peggio, alla sindrome da autosufficienza che può colpire il Pd. Sarebbe una sciagura per tutti, a partire dallo stesso Partito democratico. Vogliamo invece sederci tutti intorno ad un tavolo per discutere di idee e progetti e soltanto dopo delle candidature. Perché la sinistra nasce e continua ad avere un senso se è capace di rappresentare le istanze delle persone che negli anni del neoliberismo imperante e della crisi sono state colpite più duramente. Noi ci poniamo questo ambizioso obiettivo”.

L'articolo Regionali Toscana: appello per unità ‘sinistre’ proviene da www.controradio.it.