Firenze: violentava figlia cuigina, arrestato

Firenze: violentava figlia cuigina,  arrestato

 Arrestato dai carabinieri a Firenze un uomo di 34 anni per violenza sessuale su una 14enne che, accompagnata dalla madre, si è presentata alla stazione dell’Arma a Rifredi e ha raccontato quello che poco prima aveva detto a sua madre, qualcosa per cui era piombata in uno stato d’animo tale da non riuscire più ad andare a scuola.

Da quando aveva circa 9 anni, questo il racconto che ha fatto scattare l’arresto, era stata costretta ad avere rapporti sessuali con un parente, che sarebbe il cugino della madre, persona di cui tutti si fidavano. L’uomo è stato accusato anche di detenzione di materiale pedopornografico. Il 34enne arrestato, hanno ricostruito i carabinieri di Firenze, frequentava molto spesso la casa della vittima, che a sua volta in molte occasioni si è trovata a casa del parente della madre. Con il passare del tempo le attenzioni dell’uomo sarebbero diventate un’ossessione. Con dovizia di particolari la ragazzina avrebbe narrato tutti gli episodi di violenza come, ad esempio, la volta in cui, dietro promessa di uno smartphone, si era vista costretta ad assecondare l’uomo o le occasioni in cui questi era solito filmare coi suoi due smartphone gli atti sessuali compiuti, intimando di non dire nulla ad alcuno e di negare qualsiasi cosa potesse essere scoperta.

Lo stato di prostrazione in cui era caduta aveva indotto la vittima a non andare più a scuola. E sono state proprio le ripetute assenze a far sì che una delle docenti si presentasse a casa per informare i genitori che da circa 20 giorni la ragazzina non frequentava la scuola. E’ sempre grazie a questo intervento che la 14enne ha confessato alla madre la causa del suo tormento, trovando anche il coraggio di raccontarlo ai carabinieri.

I carabinieri, dopo aver verbalizzato il tutto, hanno informato il pm di turno che li ha subito delegati ad eseguire un decreto di perquisizione eseguita stamani a casa dell’indagato, che vive in un altro comune, trovando i due smartphone che hanno sequestrato insieme ad un pc e un hard disk dove, nel corso di una ispezione, sono stati ritrovati centinaia di files e fotografie riconducibili a materiale pornografico, ritraenti donne e uomini, e anche una foto relativa a quanto denunciato dalla minore. Per tale motivo l’uomo è stato sottoposto a fermo d’iniziativa di indiziato di delitto per violenza sessuale su minorenne e detenzione di materiale pedopornografico. Il 34enne ora è nel carcere di Sollicciano.

L'articolo Firenze: violentava figlia cuigina, arrestato proviene da www.controradio.it.

Pisa: protesta residenti e commercianti contro malamovida e spaccio

Pisa: protesta residenti e commercianti contro malamovida e spaccio

All’iniziativa è intervenuto anche il sindaco Michele Conti che ha ascoltato le lamentele dei manifestanti e raccolto la proposta di formare un tavolo di partecipazione

Decine di cartelli con la scritta ‘vendesi’ attaccati alle finestre delle abitazioni e appesi sui banchi del mercato o sulle vetrine dei negozi sono esposti stamani a Pisa in una protesta promossa da residenti, lavoratori, commercianti e semplici domiciliati della zona di piazza delle Vettovaglie, nel centro storico, per protestare contro gli effetti della ‘mala movida’ che “impediscono il riposo fino all’alba per colpa delle emissioni sonore dei locali e dello spaccio indisturbato nei vicoli”. All’iniziativa è intervenuto anche il sindaco Michele Conti che ha ascoltato le lamentele dei manifestanti e raccolto la proposta di formare un tavolo di partecipazione “con utenti della movida, per lo più giovani e studenti universitari, esercenti, residenti e commercianti che operano di giorno e di notte per avviare un confronto serrato insieme alla prefettura e trovare soluzioni condivise per limitare gli effetti negativi della vita notturna e contrastare efficacemente gli abusi nella somministrazione di alcolici e altre illegalità diffuse”. Anche perché, hanno concluso i manifestanti, “così non si vive più e saremo costretti a vendere le nostre proprietà spopolando ulteriormente il centro storico che di notte è sempre più una terra di nessuno”.
“La vivibilità del centro storico, di giorno e di notte è un tema importante che sta a cuore all’amministrazione comunale. I problemi di questa piazza e di questa zona del centro storico sono molti e complessi e toccano interessi diversi e spesso contrastanti”. Lo afferma in una nota il sindaco di Pisa Michele Conti, dopo avere partecipato stamani a una manifestazione di residenti e commercianti che, appendendo il cartello vendesi a case e negozi, hanno protestato contro gli eccessi della movida. “La mia proposta – aggiunge Conti – è creare un tavolo con rappresentanti dei commercianti, dei residenti, degli albergatori, dei comitati di quartiere per poi andare insieme dal prefetto e trovare una soluzione comune che tenga conto delle esigenze di tutti. Dal canto nostro continueremo a potenziare i servizi della polizia municipale per contrastare, insieme alle altre forze dell’ordine, i fenomeni di spaccio e microcriminalità. Sottolineo che proprio in questo mese abbiamo avviato in pianta stabile il turno notturno da mezzanotte alle 6 sperimentato durante l’estate. Tre agenti in borghese durante il weekend o secondo necessità controllano le zone più calde della movida, per contrastare i fenomeni di spaccio, degrado e microcriminalità, vigilando sul rispetto delle regole da parte di tutti”.

L'articolo Pisa: protesta residenti e commercianti contro malamovida e spaccio proviene da www.controradio.it.

Montelupo: 7 arresti in rissa per ragazza ma si vagliano anche ipotesi

Montelupo: 7 arresti in  rissa per ragazza ma si vagliano anche ipotesi

La rissa è scoppiata alle ore 1 in via Rovai, davanti al circolo Arci, ed è proseguita fino a piazza 8 Marzo, nei giardini pubblici. Al momento viene attribuita a futili motivi ma e indagini sono in corso per determinare la causa esatta.

La notte scorsa i carabinieri di Montelupo Fiorentino (Firenze) hanno arrestato per rissa sette giovani  cinque dei quali già noti alle forze dell’ordine. Inoltre cinque sono di Montelupo Fiorentino, uno di Empoli ed uno di Capraia e Limite. Gli arrestati hanno età compresa tra 19 e 27 anni.
La rissa è scoppiata alle ore 1 in via Rovai, davanti al circolo Arci, ed è proseguita fino a piazza 8 Marzo, nei giardini pubblici. Al momento viene attribuita a futili motivi ma e indagini sono in corso per determinare la causa esatta. Dai primi accertamenti è emerso che due soggetti si sarebbero affrontati per motivi di gelosia a causa di una ragazza, già compagna di uno di questi, un albanese 22enne di Montelupo, poi dell’altro un 20enne di Capraia e Limite.
E’ finito in ospedale un giovane di Montelupo, 20enne, che ha riportato la distorsione della caviglia sinistra con prognosi di otto giorni, curato e subito dimesso, mentre altri tre ragazzi, pur presentando escoriazioni varie, non hanno comunque inteso ricorrere alle cure dei sanitari.
I carabinieri, con l’ausilio di pattuglie della compagnia di Empoli, sono riusciti a fermare gli scontri ed arrestare i sette arrestati tutti portati al carcere di Sollicciano.

L'articolo Montelupo: 7 arresti in rissa per ragazza ma si vagliano anche ipotesi proviene da www.controradio.it.

Montelupo: 7 arresti in rissa per ragazza ma si vagliano anche ipotesi

Montelupo: 7 arresti in  rissa per ragazza ma si vagliano anche ipotesi

La rissa è scoppiata alle ore 1 in via Rovai, davanti al circolo Arci, ed è proseguita fino a piazza 8 Marzo, nei giardini pubblici. Al momento viene attribuita a futili motivi ma e indagini sono in corso per determinare la causa esatta.

La notte scorsa i carabinieri di Montelupo Fiorentino (Firenze) hanno arrestato per rissa sette giovani  cinque dei quali già noti alle forze dell’ordine. Inoltre cinque sono di Montelupo Fiorentino, uno di Empoli ed uno di Capraia e Limite. Gli arrestati hanno età compresa tra 19 e 27 anni.
La rissa è scoppiata alle ore 1 in via Rovai, davanti al circolo Arci, ed è proseguita fino a piazza 8 Marzo, nei giardini pubblici. Al momento viene attribuita a futili motivi ma e indagini sono in corso per determinare la causa esatta. Dai primi accertamenti è emerso che due soggetti si sarebbero affrontati per motivi di gelosia a causa di una ragazza, già compagna di uno di questi, un albanese 22enne di Montelupo, poi dell’altro un 20enne di Capraia e Limite.
E’ finito in ospedale un giovane di Montelupo, 20enne, che ha riportato la distorsione della caviglia sinistra con prognosi di otto giorni, curato e subito dimesso, mentre altri tre ragazzi, pur presentando escoriazioni varie, non hanno comunque inteso ricorrere alle cure dei sanitari.
I carabinieri, con l’ausilio di pattuglie della compagnia di Empoli, sono riusciti a fermare gli scontri ed arrestare i sette arrestati tutti portati al carcere di Sollicciano.

L'articolo Montelupo: 7 arresti in rissa per ragazza ma si vagliano anche ipotesi proviene da www.controradio.it.

Firenze: inaugurato nuovo mercato delle Pulci in p.zza Annigoni

Firenze: inaugurato nuovo mercato delle  Pulci in p.zza Annigoni

Un mercato coperto, interamente dedicato all’antiquariato, in piazza Annigoni. E’ il nuovo Mercato delle Pulci, che è stato inaugurato oggi dal sindaco Dario Nardella con una cerimonia che, accanto al taglio del nastro ufficiale, ha visto una bella festa con la partecipazione della famiglia del gonfalone, con gli sbandieratori, gli artisti di strada e i musicisti dell’associazione Arte e Mercati.

Con un investimento di un milione di euro nel nuovo mercato delle pulci sono stati realizzati 26 box (più uno per servizi igienici e uno per infopoint) lungo uno spazio centrale parzialmente coperto da una struttura leggera in acciaio e policarbonato in modo da configurare una vera ‘strada coperta dell’antiquariato’. La struttura che contiene i box riprende il disegno e la colorazione degli elementi a servizio del parcheggio interrato con una copertura a padiglione sagomata in modo che rispecchi le singole unità. I box occupano il 50% circa della superficie di piazza Annigoni, lasciando libera la parte davanti al futuro ingresso della facoltà di Architettura anche per eventi, mostre e manifestazioni che potranno svolgersi nella piazza. Nuovo anche il logo, scelto nei mesi scorsi e realizzato dalla studentessa fiorentina Caterina Somigli: una pulce che scappa sulla ‘i’, un simbolo riconoscibile e che rimane bene in mente. Infine la sicurezza notturna è garantita da cancelli di chiusura della galleria commerciale.

“Questa galleria – ha detto il sindaco Dario Nardella – è la nuova casa, moderna ed accogliente, degli antiquari. Una nuova vita sia per gli operatori, che hanno adesso strutture al coperto, sia per i clienti, che possono fare acquisti in una struttura bella ed funzionale. Con il Mercato delle Pulci piazza Annigoni e l’intero quartiere trovano una nuova anima”. “Il mercato delle Pulci – ha concluso Nardella – fa parte dei percorsi turistici che vogliamo promuovere e valorizzare anche per delocalizzare i flussi e alleggerire la pressione nel centro storico”.

“Un mercato di qualità, con operatori che hanno grande passione e professionalità” ha detto l’assessore alle attività produttive Federico Gianassi, che ha aggiunto: “Siamo orgogliosi di questo mercato, uno dei più tradizionali della città, che adesso è proiettato verso il futuro”.

L'articolo Firenze: inaugurato nuovo mercato delle Pulci in p.zza Annigoni proviene da www.controradio.it.