Tramvia rimodulata frequenza corse dal 1°Aprile

Tramvia rimodulata frequenza corse dal 1°Aprile

Firenze, rimodulazione dell’orario della tramvia a Firenze a partire da domani con una frequenza delle corse ogni 8-9 minuti.

Lo annuncia il gestore della tramvia Gest, in seguito alle più recenti misure previste dal Governo per l’emergenza Coronavirus con restrizioni agli spostamenti e la chiusura della attività produttive considerate non essenziali.

La decisione, spiega una nota, è stata presa anche a seguito della disposizione della Regione Toscana di ridurre ulteriormente trasporto pubblico locale.

Da domani, spiega una nota, sarà garantita una corsa tutto il giorno ogni 8 minuti per la linea T1 e ogni 9 minuti per la linea T2. Anche se con una frequenza rimodulata, non ci saranno interruzioni e il servizio continuerà a viaggiare sempre tra le 5 e le 00.30. Inoltre, in linea con quanto già deciso, è sospeso il servizio notturno il fine settimana ed è soppressa la fermata T1 Cascine.

Ricordiamo che in tempi ‘normali la frequenza media delle due linee era mediamente di 5 minuti.

L’orario e le frequenze rimarranno in vigore fino a nuove e ulteriori disposizioni. Dettagli su orari, frequenze, prime ed ultime corse sulla pagina “orari” del sito  http://www.gestramvia.com

L'articolo Tramvia rimodulata frequenza corse dal 1°Aprile proviene da www.controradio.it.

Prolungamento linea 2 della Tramvia fino all’Osmannoro

Prolungamento linea 2 della Tramvia fino all’Osmannoro

🔈Firenze, presentato da Confindustria Firenze, il prolungamento della linea 2 della Tramvia fino all’Osmannoro, tre ipotesi di tracciato per 4 km di lunghezza e 9 milioni di potenziali utenti.

Il prolungamento collegherebbe Ia zona industriale di Sesto Fiorentino e Firenze Nord alla esistente linea 2 della tramvia, lo studio di prefattibilità presenta tre ipotesi di tracciato, per circa 4 chilometri di lunghezza e una potenziale utenza annua di circa 9 milioni di passeggeri, a cui si aggiunge una cospicua diminuzione di tonnellate anno di C02.

Il prolungamento della linea 2 della tramvia risponderebbe alle esigenze di mobilità dei dipendenti delle imprese della maggiore area industriale dell’area metropolitana di Firenze. Nello stesso tempo avrebbe un positivo impatto sull’intenso traffico veicolare quotidiano di parte del territorio Fiorentino, soprattutto di quello del comune di Firenze da cui arriva il 50 per cento dei pendolari giornalieri dell’area.

Lo studio di prefattibilità, presentato oggi, analizza sia sotto il profilo del tracciato che trasportistico (ad esempio il numero di passeggeri) il collegamento tra Novoli e l’area di Osmannoro fino alla rotonda della Motorizzazione.

Soluzione A lato Novoli con capolinea linea Osmannoro a Santoni-Geminiani (lunghezza 4,1 km -10 fermate). Prevede l’attestazione del capolinea della linea Osmannoro in via Santoni proseguimento di Via Geminiani, sfruttando la vicinanza con la fermata Guidoni della linea 2, distante circa 30 metri. Per il collegamento tra le due fermate si prevede la costruzione di un sovrappasso pedonale. In questa soluzione, si stima un numero di passeggeri compreso tra un minimo di 6,3 milioni/anno a un massimo di 7,1 milioni/anno. Il tempo medio di percorrenza è di 13 minuti, con una velocità media di 19,5 Km/h. Si calcolano 1729 km percorsi in meno con mezzo privato nell’ora di punta, con una diminuzione di 1479 tonnellate/anno di CO2

Soluzione B lato Novoli – connessione fermata Palazzi Rossi (lunghezza 4,5 km-11 fermate). Prevede una connessione fisica tra la nuova linea Osmannoro e l’attuale linea 2 in corrispondenza della fermata Palazzi Rossi, con un capolinea della linea Osmannoro che si attesta in prossimità della fermata Palazzi Rossi. Questa soluzione prevede anche l’ipotesi di uno scambio intermodale con la linea ferroviaria Firenze – Pisa/Livorno attraverso la fermata della tramvia “Carraia”, ed una eventuale stazione RFI nelle vicinanze. In questa soluzione si stima un numero di passeggeri compreso tra un minimo di 8,0 milioni/anno a un massimo di 9,0 milioni/anno. Il tempo medio di percorrenza è di 14 minuti, con una velocità media di 19,5 Km/h. Si calcolano 3763 km percorsi in meno con mezzo privato nell’ora di punta, con una diminuzione di 3220 tonnellate/anno di CO2.

Soluzione C lato Novoli – connessione ferrovia. Prevede una forte interconnessione tra la nuova linea tramviaria e la linea ferroviaria Firenze – Pisa/Livorno, attraverso la costruzione di una fermata in quota nei pressi del sottopasso ferroviario di Viale Guidoni dove si ipotizza la realizzazione di una stazione RFI. Per questa soluzione, al momento, non è possibile avere maggiori dettagli in merito alla sua fattibilità. Il tracciato del prolungamento della linea 2 della tramvia all’Osmannoro prosegue, poi, su via Pratese e Via Lucchese, tratto in comune con tutte le tre soluzioni, sino ad arrivare alla rotonda della Motorizzazione. Da qui si prevedono solo sotto il profilo del tracciato ulteriori soluzioni.

  • Soluzione 1 lato Campi Bisenzio – Prevede che il tracciato prosegua su Via Lucchese sino ad arrivare in centro a Campi Bisenzio e attestando il capolinea nell’attuale parcheggio Vittorio Veneto.
  • Soluzione 2 lato Campi Bisenzio – Come la precedente soluzione, prevede che il tracciato prosegua su Via Lucchese, ma attestando il capolinea nei pressi della rotatoria alla fine di Via Allende.
  • Soluzione 3 lato Campi Bisenzio – Prevede che il tracciato rimanga a Sud di Via Lucchese dopo la fermata “Motorizzazione”, attraversando aree non edificate, per inserirsi al centro del futuro tracciato della “nuova Lucchese”, per poi ricongiungersi con la futura linea 4.2.

Gimmy Tranquillo ha raccolto le dichiarazioni del presidente di Confindustria Firenze, Fabrizio Monsani:

L'articolo Prolungamento linea 2 della Tramvia fino all’Osmannoro proviene da www.controradio.it.

Ztl e tramvia no stop a Capodanno

Ztl e tramvia no stop a Capodanno, sei linee Ataf in funzione fino alle 2.30
28 dicembre 2019
Predisposto un servizio ad hoc della Polizia Municipale. In arrivo anche 13 postazioni aggiuntive di Alia per la raccolta di contenitori in plastica. Ecco i provvedimenti di circolazione

Tornano la ztl e la tramvia no stop. Confermato l’orario allungato per il servizio di sei linee Ataf e il potenziamento della presenza della Polizia Municipale. Sono queste le principali disposizioni in materia di circolazione e di trasporto pubblico predisposte in occasione delle iniziative per debutto del Capodanno “diffuso” in 20 location cittadine. E tra le novità anche i contenitori aggiuntivi di Alia per bicchieri e bottiglie di plastica.

POLIZIA MUNICIPALE
Confermato il servizio dedicato della Polizia Municipale. Saranno oltre 145 gli agenti a lavoro fra le 18 di martedì e le 7.30 di mercoledì. Oltre alla normale attività di pronto intervento, gli agenti presidieranno le aree interessate dagli eventi.

COME CAMBIA LA VIABILITA’
La ztl proseguirà no stop dalle 20 di martedì alle 8 di mercoledì con le modalità del provvedimento diurno e le porte telematiche rimarranno quindi in funzione. In deroga si prevede la possibilità di transito contemporaneo anche alle seconde auto dei residenti dei settori A. B e O il cui numero di targa è riportato sul permesso cartaceo (in caso di controlli della Polizia Municipale sarà sufficiente mostrare la carta di circolazione attestante la residenza nella zona interdetta). Via libera anche ai veicoli in possesso del contrassegno per la zona sosta notturna prevista dalla disciplina ztl. Inoltre ai mezzi autorizzati settore O sarà consentito il transito dalla porta telematica di Corso Tintori per raggiungere lungarno Torrigiani sul seguente itinerario Corso Tintori-via dei Benci-Ponte alle Grazie.

I PROVVEDIMENTI PER GLI EVENTI
Come consueto sono stati predisposti numerosi provvedimenti sia per consentire il montaggio e lo smontaggio degli allestimenti sia per lo svolgimento degli eventi nelle piazze. Vediamo in dettaglio.
Piazza del Carmine-Oltrarno
Dalle 8 di martedì 31 dicembre saranno in vigore divieti di sosta in piazza del Carmine, piazza Piattellina, via Santa Monaca, Borgo Stella e via d’Ardiglione e alle 19 si aggiungeranno i divieti di transito: i provvedimenti saranno in vigore fino alle 8 del giorno successivo.
Sempre dalle 19 (alle 1 del primo dell’anno) scatteranno divieti di transito al passaggio della Marching Band sull’itinerario piazza del Carmine, Borgo San Frediano, via Santo Spirito, via dei Coverelli, via del Presto di San Martino, piazza Santo Spirito, via Michelozzi, Sdrucciolo dei Pitti, via Guicciardini, Borgo San Jacopo, via dello Sprone, piazza della Passera, via Toscanella, Sdrucciolo dei Pitti, piazza Santo Spirito, via Santa Monaca, piazza del Carmine.
Piazza Poggi
Dalle 8 di lunedì 30 dicembre alle 20 del 2 gennaio in piazza Poggi saranno in vigore divieti di sosta (nell’area prospiciente agli accessi alla Porta San Niccolò). Alla stessa ora di martedì i divieti di sosta andranno a interessare anche lungarno Serristori, via San Niccolò, via Lupo, piazza Poggi e lungarno Cellini. Alle 19.30 sarà la volta dei divieti di transito in piazza Poggi (eccetto la direttrice lungarno Cellini-lungarno Serristori) mentre alle 20 si aggiungerà la chiusura totale di piazza Poggi, lungarno Serristori (tra via Lupo e piazza Poggi) e di lungarno Cellini (da piazza Poggi a via della Fornace). Previsti provvedimenti collaterali tra cui l’istituzione di senso unico in lungarno Serristori (tra via Lupo e via Monicelli verso quest’ultima), il divieto di transito con deroga per i frontisti su lungarno Serristori da piazza Ferrucci a via della Fornace.
San Lorenzo
Dalle 18 di martedì 31 dicembre fino alle 3 del primo gennaio sono previsti divieti di sosta.

TRASPORTO PUBBLICO E PARCHEGGI
Ataf: sarà posticipato fino alle 2.30 del 1° gennaio il servizio delle linee 1 (percorso regolare), 6 (percorso del 6B Novelli-Torregalli via Soffiano), 11 (percorso Galluzzo La Gora-piazza San Marco), 14 (percorso stazione SMN-Rocca Tedalda-via Dalla Chiesa), 17 (percorso 17B Verga-Boito), 23 (Sorgane-Nuovo Pignone piazza Mattei). Le altre linee osserveranno il consueto orario.
Tramvia: a partire dalle 20.30 del 31 dicembre i tram viaggeranno no stop sulle linee T1 e T2 tutta la notte, fino alle 5 del mattino del 1° gennaio, con una corsa ogni 10 minuti. Servizio garantito anche il 1 gennaio con una frequenza che, in diverse fasce orarie, sarà di un tram ogni 7-11 minuti. Si ricorda che per usufruire del servizio di Ataf e Tramvia è necessario munirsi di titolo di viaggio acquistabile oltre che presso i rivenditori o le emettitrici automatiche (sulle linee tranviarie) anche inviando un sms al numero 4880105 scrivendo nel testo la parola ‘ATAF’ e attendendo il messaggio di risposta (servizio disponibile sui principali gestori di telefonia mobile). Oppure è possibile anche l’acquisto on line tramite la piattaforma NUGO (www.nugo.com). Sui bus si può anche comprare il biglietto a bordo oppure utilizzare la carta di credito in modalità cashless.
Aperti e in funzione anche i parcheggi scambiatori di Villa Costanza, al capolinea della T1 Leonardo, e Guidoni, in corrispondenza della fermata omonima della T2 Vespucci.
Per info: www.ataf.net, www.gestramvia.com, www.parcheggiovillacostanza.it

RACCOLTA RIFIUTI
Sono 13 le postazioni aggiuntive per la raccolta degli imballaggi in plastica che saranno collocate da Alia Servizi Ambientali SpA in vista della notte del 31 dicembre. Obiettivo mantenere il decoro e la pulizia della città anche nell’ultima notte dell’anno, in particolar modo nelle aree dove si svolgeranno concerti ed eventi dove è previsto un maggior afflusso di persone.
Le postazioni temporanee, brandizzate “Capodanno 2020 Firenze Light Festival”, saranno adibite alla sola raccolta degli imballaggi in plastica, bottiglie e bicchieri e verranno collocate alla Fortezza da Basso, Loggia del Grano, Loggia del Pesce, Loggia del Porcellino, Museo del Novecento, piazza del Carmine, piazza della Stazione, piazza Poggi, piazza Santa Maria Novella, piazza Santissima Annunziata, piazza San Lorenzo, piazza Signoria e Sagrato del Duomo.
Da lunedì 30 dicembre la collocazione delle campane sarà a consultabile sulla rete civica del Comune di Firenze e sul portale di Alia www.aliaserviziambientali.it. Inoltre mappe saranno affisse nei principali locali e strutture ubicate nelle zone coinvolte dagli eventi di fine anno. Alia Servizi Ambientali SpA invita gli utenti a conferire correttamente gli imballaggi in plastica nelle postazioni temporanee realizzate per la serata e nelle interrate, stabilmente presenti, e non abbandonare rifiuti fuori dai cassonetti.

Ubriaco alla guida, invade binari tramvia e picchia operaio

Ubriaco alla guida, invade binari tramvia e picchia operaio

Ubriaco alla guida della sua auto, è salito sui binari della tramvia percorrendoli ad alta velocità e rischiando di investire un operaio impegnato in lavori di manutenzione, poi ha terminato la corsa contro un new jersey.

Protagonista, la notte scorsa in via Alamanni a Firenze, un 25enne. Il giovane, risultato ubriaco, dopo essere sceso dall’auto, ha preso a pugni sia l’operaio che i poliziotti intervenuti sul posto, venendo poi arrestato per lesioni personali, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Sia l’operaio che i due agenti hanno riportato lievi contusioni: medicati in pronto soccorso sono stati dimessi con prognosi dai cinque ai sei giorni.

Sottoposto ad alcol test presso gli uffici della polizia municipale, il 25enne, originario della Romania, aveva un tasso di alcol nel sangue pari a 2,5 grammi per litro, cinque volte sopra al limite previsto per mettersi alla guida. Per questo nei suoi confronti è scattata anche una multa per guida in stato di ebbrezza

L'articolo Ubriaco alla guida, invade binari tramvia e picchia operaio proviene da www.controradio.it.

Tramvia piena a Firenze, utenti stipati nelle ore di punta: il nostro speciale

Tramvia piena a Firenze, utenti stipati nelle ore di punta: il nostro speciale

Tramvia sovraffollata, banchine di attesa troppo piccole, carenza di strisce pedonali, troppi ritardi. A Firenze il successo dell’utilizzo del sistema tranviario mette in evidenza alcuni disservizi al centro  del confronto tra Comune e Gest che ha chiesto l’aumento delle corse mentre l’amministrazione pone come priorità il rispetto dei tempi di percorrenza.

Intanto i sindacati dei trasporti chiedono che il tavolo sia aperto anche alle parti sociale.

Gimmy Tranquillo questa mattina è andato a verificare la situazione e Chiara Brilli ha intervistato Simone Masini della Filt Cgil Area Metropolitana Fi-Po-Pt

L'articolo Tramvia piena a Firenze, utenti stipati nelle ore di punta: il nostro speciale proviene da www.controradio.it.