“Arezzo Città del Natale”: la Toscana si immerge nel clima natalizio

“Arezzo Città del Natale”: la Toscana si immerge nel clima natalizio

Arezzo, la città toscana si trasforma per il periodo natalizio e il Ministero del Turismo le concede il patrocinio ed il titolo di ‘Arezzo Città del Natale’, l’iniziativa, presentata in Regione, è scattata domenica 20 novembre con le prime migliaia di visitatori.

L’annuncio del riconoscimento istituzionale è stato dato dal vicesindaco Lucia Tanti. “È un grande risultato che sancisce istituzionalmente la rilevanza di questo evento a livello nazionale – ha sottolineato -. La Città del Natale ha superato i confini della Toscana, si è fatta conoscere in tutta Italia e questo patrocinio segna il successo dell’amministrazione e della Fondazione Arezzo Intour. È una soddisfazione perché il ministero la considera uno degli eventi più importanti in Italia e questo dopo sette anni di lavoro costante ci gratifica molto”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Franco Marinoni, direttore generale di Confcommercio Toscana: “Solo sette anni fa la parte alta della città nel periodo natalizio era il deserto dei tartari – spiega -. I risultati sanciscono un successo, il merito è di tutti i partner e dell’amministrazione. Finalmente si è aperto un dialogo tra le varie parti e i risultati sono stati entusiasmanti”. Tutte le attrazioni già allestite sono state ‘prese d’assalto’ dai cittadini e dai turisti. Sono attesi decine di migliaia di pernottamenti. “Per evitare problemi e disagi – sottolinea il dirigente comunale Rodolfo Ademollo – abbiamo aumentato il numero degli addetti alla sicurezza e d’accordo con la questura abbiamo fatto in modo che i flussi siano sempre sotto controllo. Speriamo di superare i 60.000 pernottamenti della scorsa edizione”.

L'articolo “Arezzo Città del Natale”: la Toscana si immerge nel clima natalizio da www.controradio.it.

“La toscana di Toscani”, è un medico il volto femminile scelto da Uliviero Toscani nel suo contest per un volto femminile che rappresenti la Toscana

“La toscana di Toscani”, è un medico il volto femminile scelto da Uliviero Toscani nel suo contest per un volto femminile che rappresenti la Toscana

Firenze, è di Francesca Innocenti il volto femminile della Toscana selezionato da Oliviero Toscani nel contest lanciato a luglio e organizzato dalla Regione per la campagna promossa da Toscana Promozione Turistica ‘Benvenute in Toscana’.

Con il contest “La toscana di Toscani”, al celebre fotografo era stato affidato il compito di scegliere il volto di donna più rappresentativo della regione. Francesca Innocenti, 26 anni, nata a Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, è medico specializzando al reparto di neonatologia dell’ospedale Cisanello di Pisa.

“Quello che cerco è la faccia dell’anima della Toscana. – aveva scritto Toscani nel descrivere l’intento del suo contest – Non una bellezza commerciale, artificiale, ma una bellezza che va al di là dei normali canoni e che non ha limiti di età. Una faccia con una personalità, un carisma, perché è questo che caratterizza la Toscana. Basta pensare alla Torre di Pisa: solo in Toscana una torre storta poteva diventare famosa. Questo è carisma, un carisma atavico, che viene da lontano. È questo quello che cerco”.

Il contest era rivolto a tutte le donne toscane dai diciotto anni in su. Delle 620 candidate che hanno partecipato,  dopo tre mesi di selezioni, casting, shooting e riflessioni,  tra le 25 finaliste rimaste, Oliviero Toscani ha scelto il volto che secondo lui è il più rappresentativo della nostra regione.

La vittoria è stata annunciata al Teatro Verdi questo pomeriggio davanti a una platea da tutto esaurito, nell’ambito della serata di apertura della cinque giorni “La Toscana delle donne” l’evento organizzato dalla Regione Toscana che vuole scommettere sulla parità tra uomini e donne come motore di benessere economico e sociale. Cinque giorni dedicati a far incontrare e dialogare intelligenze di tutto il paese e capire come migliorare e potenziare le politiche, imparare a usare meglio le risorse a disposizione e raccontare l’esperienza maturata negli anni.

“Sono onorata di questa vittoria, sono felice  e sorpresa – sono state le parole di Francesca al momento della proclamazione – e la cosa più straordinaria e bella è che ci sono arrivata per caso. Ad avvisarmi di questa selezione  è stato il mio allenatore di pallavolo a Pisa, che mi ha detto: ‘sai, ho sentito di questo evento in cui Oliviero Toscani sta cercando un volto e ho pensato a te’. E così, ad un quarto d’ora dalla scadenza, ho mandato la mia foto”.

“E’  stata  un’esperienza fantastica, un lavoro incredibilmente interessante – ha detto il maestro Toscani. Quella che ho voluto rappresentare è la Toscana del buongoverno, di un’etica e di un’estetica perfette, come in nessun altra parte del mondo”. Ecco dunque l’impegno, ha proseguito,  di “raccontare un territorio non facendo vedere la torre di Pisa o i posti fantastici che ci sono, ma la faccia dei suoi abitanti contemporanei, di adesso. Vai a ricercare una umanità, un modo di guardare, di essere”. E la ricerca del maestro è stata complicata, articolata, difficile, racconta dal palco. E la scelta alla fine è stata una scoperta, dice, che l’ha meravigliato: “ma d’altra parte, senza meraviglia non c’è creazione”.

“Quello di Francesca  è un volto che racconta nel modo più genuino la Toscana che piace a noi – ha detto il presidente della Regione Eugenio Giani – Ha i colori della nostra regione: negli occhi l’azzurro del mare, il biondo dei riccioli tipici dei ritratti rinascimentali. E poi la simpatia del sorriso sincero, la semplicità raffinata, il temperamento forte e determinato e la sua vocazione alla cura e all’attenzione per il prossimo, quella dimensione sociale così radicata  nella nostra storia. In una parola, i tratti della Toscana”.
Il presidente si è congratulato con Francesca Innocenti, dichiarandosi felice per il risultato di un contest che ha valorizzato la donna e la donna in Toscana.

“Oliviero Toscani  –  ha detto Cristina Manetti, capo di gabinetto del presidente Giani  – non è solo un fotografo di fama mondiale, ma anche un grande comunicatore che ha scelto la Toscana come casa sua. Per questo è stato un immenso piacere aver dato a lui il compito di cercare il volto della Regione:  sarà il volto di Francesca il simbolo e il manifesto delle  iniziative future che promuoveranno la nostra regione”.

L'articolo “La toscana di Toscani”, è un medico il volto femminile scelto da Uliviero Toscani nel suo contest per un volto femminile che rappresenti la Toscana da www.controradio.it.

Nardella: “Contenti della seconda autorizzazione arrivata dalla Soprintendenza” per la ruota panoramica

Nardella: “Contenti della seconda autorizzazione arrivata dalla Soprintendenza” per la ruota panoramica

Firenze, il sindaco Dario Nardella, a margine della presentazione di un lavoro di restauro, ha espresso soddisfazione per l’autorizzazione dell’installazione della ruota panoramica nei giardini della Fortezza da Basso.

“Siamo ovviamente contenti della seconda autorizzazione che ci è arrivata dalla Soprintendenza. Abbiamo cominciato a collaborare molto bene – ha spiegato il sindaco Dario Nardella – con la nuova soprintendente Ranaldi. Non faccio confronti con il passato perché non lo trovo corretto e opportuno.”

“Gli uffici – continua il sindaco – operano ovviamente nel rispetto delle leggi e dei principi di collaborazione. Prendiamo atto con gioia di questa autorizzazione della soprintendente, e ci godiamo anche per questo Natale la ruota panoramica, che avuto così tanto successo il Natale scorso”.

Secondo il sindaco di Firenze, “parlare di proroghe non solo è prematuro, ma credo che sia anche inopportuno in questo momento.”

Il primo cittadino continua poi il suo discorso dicendo che: “Il periodo previsto era quello stabilito fin dall’inizio, e intanto accontentiamoci di questo, perché sarà anche quest’anno un Natale speciale.”

“Ne avevamo bisogno – conclude Nardella – vista la difficile situazione economica che stiamo vivendo. Un po’ di tempo libero con la famiglia e con gli amici sulla ruota, ammirando il panorama di Firenze, vale la pena passarlo”.

L'articolo Nardella: “Contenti della seconda autorizzazione arrivata dalla Soprintendenza” per la ruota panoramica da www.controradio.it.

Uffizi: aperture natalizie straordinarie il 26 dicembre e il 2 gennaio

Uffizi: aperture natalizie straordinarie il 26 dicembre e il 2 gennaio

Firenze, il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, a margine di un evento, ha parlato delle aperture degli Uffizi durante le festività natalizie.

Gli Uffizi sono stati tra i primi musei ad aprire il 26 dicembre e non solo lo faremo anche quest’anno, ma, caso molto raro, avremo anche un’apertura di lunedì 2 gennaio. Siamo stati anche il primo o tra i primi musei ad aver effettuato una parziale apertura il primo di gennaio, alcuni anni fa, con grande successo, soprattutto per quanto riguarda gli ingressi del pomeriggio. In ogni caso, per il 2 gennaio non vedo ragioni per cui non avremmo dovuto aprire – ha aggiunto – certo è diventato più difficile in questi ultimi anni, perché a causa dei pensionamenti ci sono meno persone che possono offrirsi per questo servizio in più“.

Il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ha commentato l’annuncio del direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, riguardo le aperture straordinarie previste per i prossimi 26 dicembre e 2 gennaio. “È sicuramente apprezzabile comunicare con largo anticipo le aperture straordinarie del 26 dicembre e 2 gennaio, così come hanno fatto gli Uffizi. Ciò permetterà alle tante persone che in quei giorni di festa saranno a Firenze di programmare per tempo una visita al più importante museo italiano anche in queste due giornate. Auguro che presto gli altri musei e parchi archeologici statali seguano questo esempio”.

L'articolo Uffizi: aperture natalizie straordinarie il 26 dicembre e il 2 gennaio da www.controradio.it.