Capodanno 2021 Firenze, omaggio alla canzone Futura, ospiti Silvestri, Ghemon e Erika Mou

Capodanno 2021 Firenze, omaggio alla canzone Futura, ospiti Silvestri, Ghemon e Erika Mou

Il capodanno fiorentino di quest’anno si chiamerà Futura, come la canzone di Lucio Dalla pubblicata 40 anni fa. Una serie di eventi online: il pomeriggio dedicato ai bambini e alle bambine e la serata con esibizioni di Daniele Silvestri, Ghemon, Erika Mou e Naomi Berril trasmessi da Palazzo Vecchio e fruibili sul canale Youtube del Comune di Firenze

Un Capodanno 2021 di Firenze, senza musica in piazza né festeggiamenti all’aperto a causa della pandemia, l’evento si chiamerà FUTURA, in omaggio alla famosa canzone di Lucio Dalla e come messaggio di speranza dopo la pandemia. Firenze organizza un doppio appuntamento visibile da tutti da casa, con musica, performance e uno spettacolo per bambini e bambine, organizzato dal Comune di Firenze e dall’associazione MUS.E con il supporto di Toscana Energia.

La serata sarà trasmessa sul canale YouTube della Città di Firenze e su RTV38, con due differenti video. Il capodanno dei bambini sarà alle 13:30 su RTV38 e alle 16:00 su YouTube Città di Firenze. Lo spettacolo musicale, invece, sarà alle 19:00 su YouTube Città di Firenze e alle 21:00 su RTV38. Entrambi resteranno su YouTube  e potranno essere visti in qualsiasi momento anche nei giorni successivi.

Nelle sale più suggestive del museo di Palazzo Vecchio si alterneranno i cantautori Daniele Silvestri, Ghemon ed Erica Mou, mentre la violoncellista Naomi Berrill suonerà accompagnando i passi di danza di Jennifer Rosati, ballerina e protagonista dell’Opus Ballet, fondata dieci anni fa da Rosanna Brocanello che ne è tuttora la direttrice artistica. Durante la serata del capodanno 2021 di Firenze è prevista anche la presenza dell’attore Maurizio Lombardi, nei panni del mago che ci guiderà per tutta la serata.

Il filo conduttore dello spettacolo, scritto e diretto da Edoardo Zucchetti e Francesco Cacchiani, sarà la magia emanata dalla scatola magica di Palazzo Vecchio. In una Firenze deserta e silenziosa, all’improvviso, appare la figura di un mago, Maurizio Lombardi, che con un incantesimo ci fa entrare a Palazzo Vecchio. E qui, tra le meraviglie delle tante sale, in mezzo ad affreschi e arazzi, dipinti e sculture, irromperà la musica e la danza degli artisti: Erica Mou, Naomi Berrill, Jennifer Rosati, Ghemon e Daniele Silvestri.

“Non abbiamo voluto rinunciare al Capodanno – dichiara il sindaco Dario Nardella – e abbiamo pensato a uno spettacolo capace di appassionare tutti e che può essere goduto da casa. E’ un modo per star vicino ai nostri cittadini in questa serata così diversa e per molti anche difficile, nella speranza che il 2021 ci porti una situazione sanitaria più serena”.

“Questa fine anno – sottolinea l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi – sarà carica di attesa e di aspettativa per il domani. Ci lasciamo ispirare dalla poesia di Lucio Dalla per immaginare una Firenze futura più semplice, più bella, più felice e per lasciarci alle spalle questi difficilissimi mesi. Le parole, i gesti, i corpi, le note degli artisti che abbiamo coinvolto saranno nelle case di tutti i fiorentini e cercheremo nuove strade per ricominciare insieme”.

All’insegna della magia anche il Capodanno dei bambini. “In un anno difficile come il 2020 – dice Valentina Zucchi, responsabile mediazione culturale di MUS.E – per i più piccoli la festa si veste di meraviglia e di incanto, invitando tutti a superare con l’immaginazione i confini della realtà”. E quello che ne è nato è uno spettacolo dedicato al sogno e alla magia, grazie alla presenza straordinaria dell’illusionista Mattia Boschi, il Mago di Disney Channel, giovane e talentuoso artista che con il suo esempio ricorda quanto sia prezioso credere nei propri sogni, ma anche quanto siano importanti lo studio e l’impegno per raggiungerli.

I giovani spettatori saranno accompagnati nel mondo della fantasia grazie alla narrazione del giovane mago e alle sue spettacolari illusioni. Un evento fortemente spettacolare, che dalla magia e dal potere dell’immaginazione trae lo spunto per guardare con occhi nuovi i mesi passati e l’inizio del nuovo anno, carichi dell’energia giusta per fronteggiare il reale e vestirlo delle nostre speranze e dei nostri sogni.

 

L'articolo Capodanno 2021 Firenze, omaggio alla canzone Futura, ospiti Silvestri, Ghemon e Erika Mou proviene da www.controradio.it.

Rubriche social, talk e “Mezz’ora d’arte”: tutte le iniziative del Museo Novecento durante la chiusura

Rubriche social, talk e “Mezz’ora d’arte”: tutte le iniziative del Museo Novecento durante la chiusura

Il Museo Novecento raggiunge visitatori e visitatrici, durante il periodo di chiusura, attraverso le rubriche sui canali social della serie “Novecento Off: Il Museo fuori dal Museo”.

“Nel momento difficile che anche il mondo della cultura sta attraversando – ha spiegato Sergio Risaliti, direttore artistico -, il Museo Novecento intende sottolineare il suo ruolo attivo, di produttore e non solo contenitore di cultura, impegnato sui grandi temi dell’attualità, sulle lotte civili e politiche, continuando nella sua pratica quotidiana di valorizzazione della collezione e di aggiornamento sulle nuove realtà artistiche nazionali e internazionali. Vogliamo sfruttare al massimo e bene le potenzialità dei social media, in una declinazione di didattica diffusa e sensibilizzazione. Perché l’arte è tra i beni essenziali e non accessoria.”

Il lunedì, su Facebook, Instagram e Twitter, va online #MuseumStaffStories, una rubrica attraverso cui lo staff del museo racconta il proprio rapporto con le opere della collezione permanente. A seguire, #MindTheGap offrirà al pubblico la ricostruzione di una collezione permanente.

Il mercoledì è invece il giorno dedicato all’approfondimento settimanale sulla vita e la carriera artistica di Henry Moore. “Il disegno dello scultore”, questo il titolo della retrospettiva a cura di Sebastiano Barassi e Sergio Risaliti.

Ogni venerdì vengono invece raccontate le mostre in corso attraverso approfondimenti sulle singole opere e sul processo creativo degli artisti presi in esame: è questo il caso della rubrica #Atlas, che cita l’atlante delle immagini di Aby Warburg.

Infine, il pubblico potrà ispirarsi attraverso la rubrica #ArtQuotes, che presenta frasi e citazioni d’artista.

Il 25 novembre, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Museo Novecento ospiterà un talk con l’artista collettiva Claire Fontaine (che sarà protagonista al Museo anche nelle giornate dell’8 dicembre e del 27 gennaio) e la curatrice Paola Ugolini, alle ore 18.00 via Zoom.

Completa l’offerta, nell’ambito di Mezz’ora d’arte, il ciclo di visite virtuali su Zoom della durata di 30 minuti dedicate al Museo Novecento con cinque appuntamenti a cura di Elisabetta Stumpo e Valentina Zucchi, in programma a martedì alterni, alle 18.00 a partire dal 1 dicembre. di

L'articolo Rubriche social, talk e “Mezz’ora d’arte”: tutte le iniziative del Museo Novecento durante la chiusura proviene da www.controradio.it.

“Mezz’ora d’arte”: visite online per esplorare le bellezze dei musei fiorentini

“Mezz’ora d’arte”: visite online per esplorare le bellezze dei musei fiorentini

In programma martedì 3 novembre 2020 alle 18.00 un nuovo appuntamento della stagione autunnale di Mezz’ora d’arte, ciclo di visite virtuali della durata di trenta minuti fruibili gratuitamente tramite piattaforma Zoom, a cura di Giaele Monaci e Valentina Zucchi.

Il percorso alla scoperta di Palazzo Medici Riccardi, a cui sono dedicati gli incontri di ottobre e novembre, prosegue con una visita del cortile realizzato da Michelozzo con prenotazione attiva da mercoledì 28 ottobre. Seguirà, martedì 17 novembre (con prenotazione attiva da mercoledì 11 novembre), una visita dedicata alla Galleria degli Specchi o Galleria di Luca Giordano.

Grazie da un lato alle potenzialità del digitale e dall’altro alla narrazione a firma MUS.E, che trasferisce a distanza e trasforma la propria narrazione sui musei, chi vorrà potrà cogliere l’occasione per vivere un’esperienza virtuale.

E’ possibile prenotarsi agli incontri all’e-mail . La partecipazione è obbligatoria e gratuita, fino a esaurimento posti disponibili. Sarà possibile prenotare solo un incontro per volta.

L'articolo “Mezz’ora d’arte”: visite online per esplorare le bellezze dei musei fiorentini proviene da www.controradio.it.

Torna Firenze dei Bambini per ‘respirare’ con la fantasia di Gianni Rodari

Torna Firenze dei Bambini per ‘respirare’ con la fantasia di Gianni Rodari

Torna il prossimo fine settimana Firenze dei bambini. L’evento previsto la scorsa primavera e annullato a causa del lockdown viene proposto ora alle famiglia in un’edizione speciale dal Comune di Firenze e da Mus.e, rendendo omaggio a Gianni Rodari di cui ricorre il centenario dalla nascita. Il 3 e 4 ottobre si potrà partecipare previa prenotazione on line a spettacoli, performance, proiezioni in alcuni luoghi simbolo della città. “Incanto e fantasia come strumenti per affrontare il presente e non perdere la fiducia”, ribadisce Valentina Zucchi, Responsabile mediazione culturale Muse e coordinatrice dell’evento.

La Firenze dei bambini dedicata a Gianni Rodari, a 100 anni dalla nascita. E’ l’evento organizzato da Comune di Firenze e Mus.e (grazie anche ad alcuni partner), in programma il 3 e 4 ottobre con i bambini che saranno protagonisti e potranno prendere parte – in sicurezza – a spettacoli ispirati al mondo del grande scrittore.
L’edizione 2020 del festival ‘Firenze dei bambini. Grammatica della fantasia’, inizialmente prevista in primavera e poi annullata a causa del lockdown, coinvolgerà Palazzo Vecchio
(Sala d’Arme e Salone dei Cinquecento) e Teatro della Pergola: tutti gli eventi sono gratuiti con obbligo di prenotazione. L’iniziativa – grazie al coordinamento di Valentina Zucchi – si
aprirà sabato mattina a Palazzo Vecchio con lo spettacolo ‘Rodarissimo’ di Teatro dell’Orsa di Reggio Emilia. Tra le produzioni anche quella di Venti Lucenti, domenica alla Pergola,
dal titolo ‘Omini piccini’ dove il protagonista sarà un bambino. Anche l’Istituto degli Innocenti aderisce all’evento proponendo per il weekend attività per i più piccoli. “Non potevamo non fare un evento come questo – ha affermato l’assessora all’Educazione di Palazzo Vecchio Sara Funaro -. Visto il momento estremamente delicato abbiamo deciso di procedere con una edizione differente, in sicurezza e con l’obiettivo di dare ai bambini e alle famiglie della nostra città un momento di socializzazione e svago”. “La Pergola riapre ai bambini – ha aggiunto l’assessore alla Cultura e presidente della Fondazione Teatro della Toscana Tommaso Sacchi -. Lo ha fatto per la scuola, lo fa adesso con questo festival. E’ un segnale all’Italia e al mondo: stiamo attraversando una pandemia che è la crisi più grossa che stiamo vivendo dal dopoguerra ad oggi, noi ripartiamo dalle nuove generazioni. E il 5 ottobre annunceremo la riapertura dell’attività della Pergola in stagione”.

per programma e prenotazioni www.firenzebambini.it

L'articolo Torna Firenze dei Bambini per ‘respirare’ con la fantasia di Gianni Rodari proviene da www.controradio.it.

Torna Firenze dei Bambini per ‘respirare’ con la fantasia di Gianni Rodari

Torna Firenze dei Bambini per ‘respirare’ con la fantasia di Gianni Rodari

Torna il prossimo fine settimana Firenze dei bambini. L’evento previsto la scorsa primavera e annullato a causa del lockdown viene proposto ora alle famiglia in un’edizione speciale dal Comune di Firenze e da Mus.e, rendendo omaggio a Gianni Rodari di cui ricorre il centenario dalla nascita. Il 3 e 4 ottobre si potrà partecipare previa prenotazione on line a spettacoli, performance, proiezioni in alcuni luoghi simbolo della città. “Incanto e fantasia come strumenti per affrontare il presente e non perdere la fiducia”, ribadisce Valentina Zucchi, Responsabile mediazione culturale Muse e coordinatrice dell’evento.

La Firenze dei bambini dedicata a Gianni Rodari, a 100 anni dalla nascita. E’ l’evento organizzato da Comune di Firenze e Mus.e (grazie anche ad alcuni partner), in programma il 3 e 4 ottobre con i bambini che saranno protagonisti e potranno prendere parte – in sicurezza – a spettacoli ispirati al mondo del grande scrittore.
L’edizione 2020 del festival ‘Firenze dei bambini. Grammatica della fantasia’, inizialmente prevista in primavera e poi annullata a causa del lockdown, coinvolgerà Palazzo Vecchio
(Sala d’Arme e Salone dei Cinquecento) e Teatro della Pergola: tutti gli eventi sono gratuiti con obbligo di prenotazione. L’iniziativa – grazie al coordinamento di Valentina Zucchi – si
aprirà sabato mattina a Palazzo Vecchio con lo spettacolo ‘Rodarissimo’ di Teatro dell’Orsa di Reggio Emilia. Tra le produzioni anche quella di Venti Lucenti, domenica alla Pergola,
dal titolo ‘Omini piccini’ dove il protagonista sarà un bambino. Anche l’Istituto degli Innocenti aderisce all’evento proponendo per il weekend attività per i più piccoli. “Non potevamo non fare un evento come questo – ha affermato l’assessora all’Educazione di Palazzo Vecchio Sara Funaro -. Visto il momento estremamente delicato abbiamo deciso di procedere con una edizione differente, in sicurezza e con l’obiettivo di dare ai bambini e alle famiglie della nostra città un momento di socializzazione e svago”. “La Pergola riapre ai bambini – ha aggiunto l’assessore alla Cultura e presidente della Fondazione Teatro della Toscana Tommaso Sacchi -. Lo ha fatto per la scuola, lo fa adesso con questo festival. E’ un segnale all’Italia e al mondo: stiamo attraversando una pandemia che è la crisi più grossa che stiamo vivendo dal dopoguerra ad oggi, noi ripartiamo dalle nuove generazioni. E il 5 ottobre annunceremo la riapertura dell’attività della Pergola in stagione”.

per programma e prenotazioni www.firenzebambini.it

L'articolo Torna Firenze dei Bambini per ‘respirare’ con la fantasia di Gianni Rodari proviene da www.controradio.it.