Bando Periferie, Nardella: “Il Governo ponga rimedio ai tagli”

Bando Periferie, Nardella: “Il Governo ponga rimedio ai tagli”

Firenze, il Sindaco della Città Metropolitana, Dario Nardella, si dice preoccupato e “deluso per l’atteggiamento del premier Conte, che conosce la nostra città. Ma non è questione di localismo, i tagli del Governo al Bando periferie feriscono tutti i Comuni e gli Enti Locali che vi avevano avuto accesso, con una ricaduta negativa per tutti i cittadini. Conte aveva promesso di sbloccare questa situazione, ma a fronte di un silenzio incomprensibile Firenze procede a questo punto con la causa legale: abbiamo già impegnato i soldi che erano stati stanziati e ora in gran parte tagliati. Già appaltati alcuni interventi con contratti firmati per garantire maggiore sicurezza e riqualificazione degli spazi pubblici, dai giardini, ai marciapiedi, alle telecamere nelle periferie”.

Alle dichiarazioni del Sindaco della Città Metropolitana, fanno eco quelle di Andrea Ceccarelli, consigliere della Città metropolitana delegato alla Pianificazione territoriale: “Non facciamo diventare un’occasione mancata la riqualificazione di tutto il territorio”

“Quella del Bando periferie non può diventare un’occasione mancata. Il Governo fa ancora in tempo a porre rimedio a una scelta sciagurata – continua Ceccarelli – Mentre vanno avanti gli interventi programmati all’interno del progetto presentato dalla Città Metropolitana di Firenze, il capoluogo, invece, subisce un taglio per 18 milioni di euro. Così si crea una situazione divisiva che fa regredire la visione complessiva dello sviluppo del territorio metropolitano fiorentino”.

L'articolo Bando Periferie, Nardella: “Il Governo ponga rimedio ai tagli” proviene da www.controradio.it.

Toscana: Regione stanzia 10mln per acquisto 78 autobus

Toscana:  Regione stanzia  10mln per acquisto 78 autobus

I 10 milioni copriranno il 55% del fabbisogno per l’acquisto di 78 autobus euro 6 a gasolio di dimensione compresa tra gli 11,5 e i 12,4 metri. Il contributo pubblico massimo per ciascun autobus sarà di circa 134 mila euro.

Il restante 45% della spesa sarà coperta dai gestori del servizio, riuniti nella società One Scarl, che ha stipulato con la Regione un contratto ponte di due anni che prevede l’anticipazione di molti degli interventi migliorativi collegati alla gara unica regionale per il tpl.

Con una delibera approvata all’unanimità, la Giunta regionale toscana ha destinato circa 10 milioni di risorse ministeriali all’acquisto di nuovi autobus extraurbani. Grazie a queste risorse sarà possibile abbattere in maniera significativa anche l’età dei mezzi pubblici su gomma che circolano oltre i confini delle principali città toscane.

“Investire su nuovi autobus significa migliorare allo stesso tempo il comfort, la puntualità e l’affidabilità del servizio – ha spiegato l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli – dato che gli autobus nuovi non soltanto sono più comodi, ma sono soggetti a minori guasti e sono dotati dei moderni dispositivi di sicurezza. Il rinnovo del parco mezzi è una delle conseguenze più evidenti del processo di miglioramento ed ammodernamento del tpl in Toscana che la Regione sta portando avanti sulla base del contratto-ponte firmato con One Scarl”.

Per l’assessore, “si tratta di una scelta che abbiamo fatto, su mandato di Comuni e Province, per porre fine ad un progressivo degrado del trasporto pubblico su gomma, ma sono certo che gli utenti capiranno la necessità di investire maggiormente nel Tpl quando inizieranno a veder migliorare il servizio, utilizzando autobus più nuovi, più sicuri e più affidabili”.

L'articolo Toscana: Regione stanzia 10mln per acquisto 78 autobus proviene da www.controradio.it.