Donna trovata morta in bagno supermercato a Pisa

Donna trovata morta in bagno supermercato a Pisa

Una donna di 32 anni, residente sul litorale Pisano, è stata trovata morta questa mattina da una guardia giurata all’interno del bagno di un supermercato, alla periferia di Pisa.

L’esercizio commerciale era chiuso e la morte della giovane risalirebbe al pomeriggio di ieri. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e l’autorità giudiziaria ha disposto l’autopsia per determinare le cause del decesso.
Sul corpo della vittima non c’erano segni di violenze, né nel bagno altre tracce del possibile uso di stupefacenti e gli inquirenti non escludono che la morte sia sopraggiunta in seguito a un malore, mentre la giovane espletava alcuni bisogni fisiologici. Era stata la madre della vittima, proprio ieri, a denunciare la scomparsa della figlia che mancava da casa da un
paio di giorni segnalando che poteva trattarsi di un allontanamento volontario. La donna, secondo quanto si apprende dagli investigatori aveva avuto in passato problemi con l’assunzione di stupefacenti anche se da tempo sembrava esserne uscita, tuttavia il timore della mamma era che potesse avere avuto un ricaduta e non avendo notizie di lei da due giorni aveva deciso di denunciarne la scomparsa.

Sarà l’autopsia che sarà affidata domani dalla procura al medico legale a chiarire le cause del decesso e stabilire quando la giovane abbia realmente perso la vita. Un dettaglio importante dopo la denuncia fatta dai Cobas, riferendo le segnalazioni di alcuni lavoratori,
secondo i quali la toilette risultava chiusa e fuori servizio da venerdì pomeriggio.

L'articolo Donna trovata morta in bagno supermercato a Pisa proviene da www.controradio.it.

Versiliana, Conte: “da partiti no indicazioni secche su ministri”

Versiliana, Conte: “da partiti no indicazioni secche su ministri”

“Stanno andando bene, è un momento in cui sto lavorando al programma, è importante un programma che si dia una visione del Paese, una prospettiva di governo”. L’ha detto il premier incaricato Giuseppe Conte in diretta da Palazzo Chigi con la festa del Fatto Quotidiano alla Versiliana, rispondendo sulla trattativa di governo.

 

“Mi conforta il fatto che per le due forze politiche disponibili a sostenere questo progetto, abbiano molta consonanza nei punti programmatici. Confido che anche altre forze che hanno dato disponibilità potranno riconoscersi in questi punti programmatici”.

Dopo la sintesi sul programma “inviterò le forze politiche che sostengono il governo a sedersi intorno a un tavolo e a darmi suggerimenti, non indicazioni secche ma aperte, in modo da potermi consentire di scegliere la migliore squadra”. Lo dice il premier incaricato Giuseppe Conte in collegamento alla festa del Fatto, alla Versiliana.

“Il tema dei ministri adesso non è la massima premura, in questo momento è il programma. E definendo le linee strategiche chiederò indicazioni in modo da consentirmi
di scegliere la migliore squadra”.

E, aggiunge Conte, il programma cui sta lavorando il premier incaricato “non avrà sensibilità rispettive che verranno confrontate, ma sarà un unico programma condiviso” tra Pd e M5S.

L'articolo Versiliana, Conte: “da partiti no indicazioni secche su ministri” proviene da www.controradio.it.

Stragi naziste: Rossi a cerimonia eccidio Padule Fucecchio

Stragi naziste: Rossi a cerimonia eccidio Padule Fucecchio

Oggi 1 settembre le istituzioni e le comunità del Padule di Fucecchio del 23 agosto 1944, ricordano insieme il 75/o anniversario della rappresaglia.

Alla celebrazione unitaria, che si tiene a Castelmartini (Pistoia), presso il monumento ‘Lo Stupore’ di Gino Terreni che ricorda la strage, prendono parte anche il presidente della
Regione Toscana, Enrico Rossi, e l’assessore regionale all’ambiente, Federica Fratoni. Lo rende noto la Regione Toscana.
Dopo la Santa Messa, alle 9, il programma della commemorazione prevede una performance ‘Tutti i nomi’, curata dall’Associazione culturale Elan, cui faranno seguito gli interventi delle autorità presenti e le deposizioni delle corone di alloro al monumento ‘Lo Stupore’ e al Giardino della Memoria.
Era l’alba del 23 agosto 1944 quando reparti delle forze di occupazione nazista, sostenuti da fascisti, iniziarono la loro azione di sterminio tra la popolazione inerme dell’ampia zona del Padule di Fucecchio. Alla fine del rastrellamento si contarono 174 vittime, tra famiglie di contadini e di sfollati, anche donne, moglie.

L'articolo Stragi naziste: Rossi a cerimonia eccidio Padule Fucecchio proviene da www.controradio.it.