Climate Strike: le nostre dirette dalla manifestazione di Firenze

Climate Strike: le nostre dirette dalla manifestazione di Firenze

In corso il Terzo sciopero mondiale per il clima. Manifestazione anche a Firenze nell’ambito del Climate Strike così come in altre 150 città d’Italia.

 

 

Studenti e studentesse si sono riversati in piazza per il terzo sciopero globale per il clima di Fridays for Future Italia con l’adesione di Unione degli Studenti, Link – Coordinamento Universitario e Rete della Conoscenza.

”L’Assemblea delle Nazioni Unite é stata un fallimento – sottolinea Giacomo Cossu, coordinatore nazionale di Rete della Conoscenza – i potenti del pianeta non hanno intenzione di cambiare rotta per salvare il nostro futuro. Noi giovani continueremo a ribellarci contro questa classe politica, seguendo l’esempio di Greta e chiedendo che la giustizia climatica sia finanziata da chi si è arricchito con il modello economico insostenibile. Le multinazionali e i ricchi del pianeta devono contribuire alla riconversione ecologica più di tutti. Eppure il governo italiano si limita alla retorica, mentre secondo le bozze di decreto Clima intende dare sussidi ambientali dannosi fino al 2040, una scelta inaccettabile”.

”Serve un cambio di rotta immediato che finanzi istruzione e ricerca per un altro modello di sviluppo sostenibile, per questo in più di 150 piazze del Paese siamo in corteo con Fridays for Future Italia per il terzo global strike al grido Change the School to Change the System”, esordisce Giulia Biazzo, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Studenti. Per Camilla Guarino di Link Coordinamento Universitario “la conoscenza è fondamentale per cambiare il nostro modello economico e sociale insostenibile. Le università, attraverso la ricerca e il sapere scientifico, devono avere un ruolo centrale nell’indicare alla politica quali strade percorrere”.

Le dirette e le interviste del nostro inviato Gimmy Tranquillo

L'articolo Climate Strike: le nostre dirette dalla manifestazione di Firenze proviene da www.controradio.it.

“Genius Loci”: il programma di domani fino all’alba di sabato 28 settembre

“Genius Loci”: il programma di domani fino all’alba di sabato 28 settembre

“Genius Loci: Alla scoperta di Santa Croce”, i nomi in programma venerdì 27: Maurizio Ghelardi, gli Handlogic, le attrici Gaia Nanni & Daniela Morozzi, Alessandro Di Puccio & Giulio Ottanelli, Alessandro Lanzoni, Gabriele Evangelista & Francesco Ponticelli, gli Hobby Horse. Chiusura all’alba di sabato 28 con i Dervisci Rotanti di Galata, patrimonio Unesco.

Marina Rei & Paolo Benvegnù, il filosofo Massimo Cacciari e il professore Maurizio Ghelardi, Keith & Julie Tippet, la musica rinascimentale di Alessandro Di Puccio e Giulio Ottanelli, Gaia Nanni e Daniela Morozzi, gli Handlogic, band vincitrice del rock contest  2016 e una grande chiusura all’alba con lo spettacolo dei Dervisci Rotanti di Galata, dichiarati Patrimonio Unesco: sono questi i protagonisti di venerdì 27 e sabato 28 settembre di Genius Loci, terza edizione del festival che porta il pubblico alla scoperta dello “spirito del luogo” del complesso monumentale di Santa Croce, attraverso musica, danza, arte e parola.

Santa Croce apre le sue porte alla contemporaneità e i suoi spazi secolari possono essere riscoperti, o scoperti, con la luce originale di linguaggi che offrono l’opportunità di viverli in modo assolutamente inusuale.

genius loci

 

L’iniziativa, organizzata da Controradio, dall’associazione Controradio Club e Opera di Santa Croce in collaborazione con La Nottola Di Minerva, con il contributo del Comune di Firenze per Estate Fiorentina 2019 e il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, propone un programma ricco in un’atmosfera intima, negli scenari più affascinanti e significativi di Santa Croce, ovvero il Chiostro del Brunelleschi, il Cenacolo, il Chiostro di Arnolfo.

genius loci

Ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento posti sul sito eventbrite.it. La sera stessa sarà possibile accedere alle liste di attesa qualora alcuni prenotati non si presentassero.

Per poter permettere una fruizione più ampia di quella fisicamente disponibile, Controradio realizzerà una diretta radiofonica (FM 93.6 – 98.9) e Facebook (Controradio Firenze) della manifestazione.

Il programma del secondo e terzo giorno in dettaglio:

Il programma di venerdì 27 si aprirà alle 19.15 nel Canacolo con il talk di Maurizio Ghelardi, docente presso la Scuola Normale di Pisa e del filosofo Massimo Cacciari che, moderati dal giornalista Raffaele Palumbo, dialogheranno intorno al tema “Follia e Salvezza”; alle ore 20.30 le attrici Gaia Nanni e Daniela Morozzi saranno le protagoniste del reading musicale “Anima Mundi” di Vincenzo Zitello, durante il quale accompagnati dall’arpa celtica e arpa bardica, attraverso filosofia e letteratura si invocherà l’universalità dei diritti umani.

Alle ore 20.30 Keith Tippet, ex King Crimson, storico gruppo musicale di rock progressivo britannico, accompagnerà con il piano la voce della moglie Julie, cantante unica dal timbro sognante da questa unione musicale scaturiscono melodie dolci e dinamiche. A seguire alle ore 23 sarà la volta del concerto del pianista Alessandro Lanzoni, che ha all’attivo collaborazioni con musicisti quali Ralph Alessi, Thomas Morgan ed Eric McPherson.

Intanto nel Chiostro di Arnolfo, alle ore 19.30 e in replica alle 23.30, Alessandro di Puccio al vibrafono e Giulio Ottanelli al sax contralto delizieranno il pubblico con musiche rinascimentali dalla corte dei Medici; alle ore 22 Gabriele Evangelista e Gabriele Ponticelli si esibiranno in “Alone together” due soli strumentali che si concluderanno con un duetto, pensato e realizzato in prima assoluta per “Genius Loci”.

Il Chiostro del Brunelleschi ospiterà alle ore 20 gli Handlogic, vincitori dell’edizione 2016 del Rock Contest, a seguire alle ore 21, gli Hobby Horse, trio collettivo che propone un imprevedibile mix di stili e generi, incontro a tratti violento fra linguaggi musicali, passando dalla slam poetry a hip hop, bossa nova, psichedelia, prog rock, techno e musica da camera, e infine alle 22.15, il duo di Marina Rei & Paolo Benvegnù, dove i due artisti del panorama italiano giocano e sperimentano, come fosse un dialogo confidenziale tra due amici proponendo “Canzoni contro la disattenzione in box”.

In chiusura, nel Chiostro di Arnolfo all’alba del 28 settembre (ore 6.30), la danza ipnotica dalla Turchia dei Dervisci Rotanti “Galata Mevlevi Ensemble”, diretti dal Maestro Sheik Nail Kesova. Dichiarati dall’UNESCO “Patrimonio culturale dell’umanità” rappresentano ormai il simbolo del misticismo orientale, che prende origine in tempi lontani, nel tredicesimo secolo circa. Il loro è uno spettacolo molto intenso, emotivamente e spiritualmente, e cattura il pubblico e lo ipnotizza: vestiti di una tunica bianca come un sudario, un copricapo che richiama le pietre tombali dei paesi musulmani, le braccia aperte verso il cielo e lo sguardo rivolto al cuore, i dervisci danzano piroettando e girando intorno al loro maestro.

genius loci

Nelle notti del 26 e 27 settembre e all’alba del 28 sarà possibile esplorare l’immensa bellezza e la grande storia che Santa Croce da secoli custodisce, proprio là dove riposano alcune tra le più grandi menti della storia come Michelangelo, Galileo, Machiavelli e Alfieri. Suggestioni che la rendono un palcoscenico privilegiato anche per eventi dall’attitudine contemporanea e che interpretano in chiave attuale il genius loci, letteralmente lo spirito del luogo. Storia e memoria sono due delle chiavi di lettura dell’edizione 2019, nell’anno in cui si celebra l’anniversario dello straordinario incontro tra Francesco e il Sultano: 800 anni fa durante la V Crociata, il Santo d’Assisi si imbarcò e il 20 settembre 1219 incontrò il Sultano d’Egitto al-Malik al-Kamil con cui intrattenne quello che possiamo considerare il primo dialogo interreligioso della storia. E la memoria di quel dialogo riaffiora con la presenza dei Dervisci Rotanti “Galata Mevlevi” di confraternita islamica sufi che si esibiranno all’alba del 28 settembre nel Chiostro di Arnolfo. Di San Francesco parlerà anche la Lectio magistralis che sarà tenuta della storica Chiara Frugoni, a partire dalla rappresentazione pittorica della tavola Bardi in Santa Croce. Memoria e storia dunque, che si affiancano al sapore contemporaneo, in una inedita visione notturna di Santa Croce.

L'articolo “Genius Loci”: il programma di domani fino all’alba di sabato 28 settembre proviene da www.controradio.it.

Firenze: Berlusconi indagato in procedimento stragi

Firenze: Berlusconi indagato in procedimento stragi

Silvio Berlusconi è indagato nel procedimento aperto dalla procura di Firenze sulle stragi mafiose del 1993.

La notizia si apprende a Palermo. La notizia è circolata nell’ambito  nel processo d’appello sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia, dove gli avvocati dell’ex Cavaliere hanno depositato alla corte d’assise d’appello, che celebra il dibattimento, la certificazione da cui risulta che il loro assistito è appunto indagato a Firenze.  Gli avvocati Coppi e Ghedini che assistono l’ex premier, dopo la citazione a deporre del loro assistito da parte dei difensori di Dell’Utri nel processo trattativa, avevano chiesto alla corte d’assise d’appello di Palermo di definire in quale veste giuridica sentirlo: se come teste o indagato di reato connesso, stato questo che gli consentirebbe di avvalersi della facoltà di non rispondere. Il nodo è stato sciolto dagli stessi avvocati dell’ex premier che si sono informati con i pm fiorentini.
La riapertura a Firenze delle indagini su Silvio Berulusconi nell’ambito del procedimento sulle stragi mafiose del 1993 per le quali l’ex premier era già stato indagato e archiviato nel capoluogo toscano per due volte risale a due anni fa. E’ quanto si apprende in ambienti giudiziari a Firenze. La riapertura era stata disposta in seguito alla trasmissione, da Palermo a Firenze, delle intercettazioni in carcere di Giuseppe Graviano disposte dalla procura siciliana. Allora si era parlato di un “atto dovuto” per le dovute verifiche. Accertamenti che, a due anni di distanza, non sono ancora stati conclusi.
“L’indicazione dell’iscrizione del presidente Berlusconi da parte della Procura di Firenze non costituisce certamente una novità. Siamo certi che come già nelle precedenti occasioni tale ipotesi non potrà che risolversi in un’archiviazione”. Lo affermano in una nota i legali di Silvio Berlusconi, Franco Coppi e Nicolò Ghedini.
“Del resto l’assurdità dell’ipotesi è conclamata non solo dalle risultanze processuali ma dalle numerose sentenze passate in giudicato sul punto che hanno confermato che il Presidente Berlusconi è stato semmai vittima della mafia. E tutti i provvedimenti assunti dai governi da lui presieduti vanno ulteriormente ad illustrare il suo costante impegno nel contrasto del fenomeno mafioso”, concludono i legali.

L'articolo Firenze: Berlusconi indagato in procedimento stragi proviene da www.controradio.it.

Sciopero del clima: con Controradio dirette dalle 8 di mattina

Sciopero del clima: con Controradio dirette dalle 8 di mattina

Terzo Sciopero Mondiale per il Clima!!! Firenze #ClimateStrike venerdì 27 alle 9.00 in Piazza Santa Maria Novella. Si tratta dell’evento finale della Climate action week, la settimana per le azioni contro i cambiamenti climatici, organizzata a livello mondiale dal movimento nato sull’esempio di Greta Thunberg.

Controradio seguirà la manifestazione con collegamenti e dirette social sulla pagina facebook Controradio Firenze. 

Il 15 marzo e il 24 maggio i primi due Scioperi Mondiali hanno portato in piazza tantissime persone. Nel mondo gli scioperi hanno coinvolto più di 100 paesi e più di 2000 città. “Eravamo tutti in piazza per chiedere azioni concrete contro i cambiamenti climatici. Nonostante il successo di queste prime manifestazioni globali, sono necessarie altre mobilitazioni perché i cambiamenti climatici sono un’emergenza, ma sembra che i politici e gli altri potenti del nostro pianeta ancora non lo abbiano capito”, scrivono sulla pagina facebook di  Friday for Future Firenze.

Lo sciopero per il clima del 15 marzo in p.zza Santa Croce a Firenze
immagine di archivio

“Tre anni dopo la firma dell’Accordo di Parigi, le promesse che ci sono state fatte devono ancora trasformarsi in azioni. Dobbiamo accelerare la transizione verso un’Italia senza emissioni di gas serra. Sono sempre più numerosi i cittadini che vogliono aria più pulita, meno plastica nei nostri oceani, più energia da fonti rinnovabili, un futuro sostenibile per i bambini, in breve più risolutezza politica per il pianeta!”.

Dalla mobilitazione verrà rivolto un appello per una politica climatica più ambiziosa a livello globale, europeo e nazionale. “Gli scienziati sottolineano che il riscaldamento globale non deve superare 1,5°C, al fine di evitare grandi disastri. Ci resta poco tempo”.

Si preannuncia  un evento storico, per studenti e professori,  per famiglie, un evento pacifico e non violento. Sono già oltre 8500 le persone che hanno dichiarato il loro interesse a partecipare all’evento promosso sui social.

L’assemblea FFF di Firenze si è espressa circa la possibilità di portare simboli di altre organizzazioni, associazioni e movimenti in occasione del Terzo Sciopero Mondiale per il Clima!!! Firenze #ClimateStrike di venerdì 27 settembre.

“La manifestazione sarà apartitica, perciò non è assolutamente consentito portare alcun simbolo di partiti politici. Anche alle associazioni ambientaliste e non, dotate di statuto, chiediamo di non portare alcun simbolo. I sindacati che hanno aderito allo sciopero, potranno partecipare alla manifestazione con uno o più striscioni firmati ma chiediamo di non portare bandiere del sindacato. Ai movimenti ambientalisti di cittadini (che non sono strutturati come associazioni) è invece permessa l’adesione in manifestazione con i propri simboli”.

La manifestazione sarà anticipata giovedì 26 settembre da un ritrovo in piazza Santissima Annunziata, dove il movimento fiorentino dei Fridays for future organizza un pomeriggio per preparare striscioni e cartelloni (dalle ore 15.00).

Il flash mob realizzato da FFF il 20 settembre 2019 per dare l’inizio alla Climate Action Week. 

In occasione della manifestazione per il clima, la Flc Cgil Toscana ha proclamato lo sciopero di tutto il personale del comparto istruzione e ricerca, dei dirigenti, dei docenti universitari e di tutti i lavoratori della formazione professionale e delle scuole non statali. “Il mondo della conoscenza – spiega la Flc Cgil Toscana in una nota – può dare un apporto insostituibile per affrontare la crisi climatica ed ecologica: la ricerca, la formazione delle giovani generazioni sui temi ambientali, l’apprendimento di stili di vita rispettosi dei limiti imposti dalla natura, sono tutte direttrici da seguire, da un lato, per evitare il collasso del nostro ecosistema e dall’altro per spingere i governi a fare grandi investimenti finalizzati alla transizione ecologica, rispettosa dei principi di giustizia sociale, ambientale e climatica”.

Intanto il ministero dell’Istruzione ha emesso una circolare che invita le scuole a giustificare le assenze degli studenti venerdì 27 settembre in occasione dello sciopero mondiale del clima, che interesserà in Italia oltre a Firenze numerose città. “L’importanza di questa mobilitazione – ha affermato il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti – è fondamentale per numerosi aspetti, a partire dalla necessità improrogabile di un cambiamento rapido dei modelli socio-economici imperanti”.

L'articolo Sciopero del clima: con Controradio dirette dalle 8 di mattina proviene da www.controradio.it.

Morirono alle Cascine: PM chiede 2 condanne e un’assoluzione

Morirono alle Cascine: PM chiede  2 condanne e un’assoluzione

Alice e Donatella Mugnaini, la bambina di due anni e la zia 51enne, morirono il 27 giugno 2014 nel parco delle Cascine, a Firenze, travolte dalla caduta improvvisa di un ramo di un albero.

Due condanne per omicidio colposo e un’assoluzione sono state chieste dal pm Giuseppe Ledda nella requisitoria del processo per la morte Alice e Donatella Mugnaini, la bambina di due anni e la zia 51enne morte il 27 giugno 2014 nel parco delle Cascine, a Firenze, travolte dalla caduta improvvisa di un ramo di un albero.
Un anno e dieci mesi di reclusione la richiesta per il tecnico agronomo della cooperativa Ciclat San Marco di Firenze, incaricata di effettuare le verifiche sugli alberi. Un anno e quattro mesi per il coordinatore del servizio verde urbano della stessa cooperativa. Chiesta invece l’assoluzione, con la formula ‘per non aver commesso il fatto’, per il direttore tecnico del consorzio Ciclat di Bologna a cui fa capo la Coop fiorentina.
Nell’inchiesta era indagato inizialmente anche un dipendente del verde pubblico del comune di Firenze, prosciolto dalle accuse in occasione dell’udienza preliminare dal gup Fabio Frangini, come era stato richiesto anche dal pubblico ministero.

L'articolo Morirono alle Cascine: PM chiede 2 condanne e un’assoluzione proviene da www.controradio.it.