Abusano di alcol e droga: muore 25enne, grave il padre

Abusano di alcol e droga: muore 25enne, grave il padre

Un 25enne di Torino è deceduto la notte scorsa all’ospedale Opa di Massa per arresto cardiaco: da quanto emerso si sarebbe sentito male dopo aver assunto sostanze stupefacenti. Il giovane è stato soccorso  in strada a Lido di Camaiore, in Versilia (Lucca), insieme al padre, 54 anni, a sua volta portato in ospedale in codice rosso per sospetto abuso di stupefacenti e alcol. Sul caso in corso accertamenti da parte due carabinieri.

Da quanto emerso il 25enne era arrivato dal capoluogo piemontese in Versilia per trovare il padre di 54 anni, che svolge lavori saltuari. I due sono stati poi soccorsi intorno alle23.30 in via Don Minzoni a Lido di Camaiore: da quanto ricostruito si sarebbero sentiti male dopo aver assunto stupefacenti. Con loro ci sarebbe stato anche un altro familiare. Insieme all’auto medica è intervenuta una ambulanza della Misericordia di Lido di Camaiore. Quando i sanitari sono arrivati il 25enne era in arresto cardiaco: hanno cercato di rianimarlo e poi è stato trasportato all’Opa di Massa, dove è morto. Il padre è stato portato all’ospedale Versilia. Sempre da quanto emerso sembra che il 54enne fosse conosciuto ai militari
per fare uso di stupefacenti.
Il 25enne deceduto è Samuele Ventrella, il padre è Gerardo, autore di un libro, ‘Il mio quartiere’  nel quale raccontava, rivolgendosi proprio al figlio – questa la descrizione del
volume da Feltrinelli che lo ha pubblicato -, la sua dipendenza dalla droga e di come ne era uscito, invitando a non cadere nel baratro  e volendo dare un messaggio di speranza.
Gli inquirenti stanno anche cercando di capire chi possa aver fornito lo stupefacente.

L'articolo Abusano di alcol e droga: muore 25enne, grave il padre proviene da www.controradio.it.

Coronavirus in Toscana: 9 nuovi casi, nessun decesso, stabili le guarigioni

Coronavirus in Toscana: 9 nuovi casi, nessun decesso, stabili le guarigioni

In Toscana sono 10.498 i casi di positività al Coronavirus, 9 in più rispetto a ieri (8 identificati in corso di tracciamento e 1 da attività di screening). Uno dei 9 casi giornalieri è da ricollegarsi al cluster originato qualche giorno fa nella zona del Mugello. I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,04% e raggiungono quota 8.966 (l’85,4% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 430.576, 2.815 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 397, +1,3% rispetto a ieri. Oggi non si registrano nuovi decessi.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Si ricorda che a partire dal 24/06/2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 3.296 i casi complessivi ad oggi a Firenze (2 in più rispetto a ieri), 559 a Prato, 756 a Pistoia, 1.057 a Massa, 1.388 a Lucca (3 in più), 954 a Pisa (3 in più), 485 a Livorno (1 in più), 693 ad Arezzo, 431 a Siena, 408 a Grosseto. Sono 471 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

2 in più quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 7 nella Nord Ovest, 0 nella Sud est.

La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 281 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 411 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 542 casi x100.000 abitanti, Lucca con 358, Firenze con 326, la più bassa Livorno con 145.

Complessivamente, 382 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (6 in più rispetto a ieri, più 1,6%).

Sono 1.347 (meno 20 rispetto a ieri, meno 1,5%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 1.018, Nord Ovest 251, Sud Est 78).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono 15 (1 in meno rispetto a ieri, meno 6,3%), nessuno in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).

Le persone complessivamente guarite sono 8.966 (4 in più rispetto a ieri, più 0,04%): 134 persone “clinicamente guarite” (più 3 rispetto a ieri, più 2,3%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 8.832 (più 1 rispetto a ieri, più 0,01%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi non si registrano nuovi decessi.

Restano quindi 1.135 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 417 a Firenze, 52 a Prato, 81 a Pistoia, 174 a Massa Carrara, 143 a Lucca, 90 a Pisa, 63 a Livorno, 50 ad Arezzo, 33 a Siena, 24 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 30,4 x100.000 residenti contro il 58,2 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (89,3 x100.000), Firenze (41,2 x100.000) e Lucca (36,9 x100.000), il più basso a Grosseto (10,8 x100.000).

L'articolo Coronavirus in Toscana: 9 nuovi casi, nessun decesso, stabili le guarigioni proviene da www.controradio.it.

Allerta caldo, domenica con bollino rosso in 12 citta’

Allerta caldo, domenica con bollino rosso in 12 citta’

Ancora due giorni di caldo  e poi blitz temporaleschi porteranno sollievo su buona parte dell’Italia facendo scendere le temperature anche di 12 gradi. L’intensa ondata di calore di questi giorni e’ ufficialmente destinata a concludersi tra domenica 2 e martedi’ 4 agosto, dapprima al Nord e poi anche al Centro-Sud.

Ma intanto, secondo il bollettino quotidiano sulle ondate di calore pubblicato sul portale del ministero della Salute l’sos caldo ha colpito 14 citta’ e domani sara’ ancora allerta caldo in
12 citta’, con bollino rosso e temperature che raggiungeranno picchi massimi anche superiori ai 40 gradi. In Sardegna sono stati rilevati ben 42 gradi a Decimomannu, nel Cagliaritano. Nell’elenco delle citta’ a bollino rosso entrano Ancona e Palermo, escono Bolzano, Brescia, Torino e Verona. In particolare il livello 3 di allerta e’ previsto per domenica 2 agosto a Ancona, Bologna, Firenze, Campobasso, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Pescara, Rieti, Roma e Viterbo. Otto le citta’ con bollino rosso da venerdi’.
Ma l’intensa ondata di calore che soffoca l’Italia da giorni ‘e’ ufficialmente destinata a concludersi dapprima al Nord e poi anche al Centro-Sud per due diversi fronti instabili di
origine atlantica.
Previsti cali termici anche di 12 gradi.  È gia’ scattata  l’allerta per temporali in
Emilia-Romagna in vigore per tutta la giornata del 2 agosto. Di contro ancora tempo stabile, soleggiato e molto caldo al Centro-Sud. Il fronte freddo e la conseguente instabilita’ si sposteranno verso Sud nel corso di martedi’. Mercoledi’ ancora instabile con rischio di acquazzoni e temporali su basse Marche, Abruzzo, Molise e al Sud, con rischio temporali anche sulle coste. Poi possibile ritorno dell’anticiclone, con rischio di temporali di calore.
Intanto pero’ il caldo anomalo di questi giorni e la mancanza di pioggia ha costrtto un numero crescente di regioni a fare i conti con la siccita’ nelle campagne e gravi danni alle
coltivazioni, avverte la Coldiretti, ma anche con il rischio di incendi. Secondo un’analisi dell’associazione su dati Effis, piu’ di due roghi al giorno sono stati registrati da nord a sud della Penisola dall’inizio dell’estate. Diversi roghi sono stati segnalati tra le campagne del sassarese e nel sud dell’Isola. E da giorni desta preoccupazione il vasto fronte incendi che sta colpendo la zona ovest dell’Aquila.
Afa, caldo e incendi non scoraggiano tuttavia il consueto esodo agostano. Sono ben 21,1 milioni gli italiani che si sono messi in viaggio per concedersi almeno un giorno di vacanza,
secondo un’analisi Coldiretti/Ixe’ (con un calo dell’11% rispetto allo scorso anno a causa dell’emergenza coronavirus). Non a caso, Viabilita’ Italia prevede sulle strade del Bel Paese un fine settimana con traffico da bollino rosso. Ma intanto sulle strade si segnalano gia’ i primi gravi incidenti: una ragazza di 24 anni e’ morta nel Ravennate, sulla A14, schiantandosi con la sua utilitaria contro il guard rail. Incidenti mortali anche sulle montagne. Un alpinista e’ precipitato durante una scalata, a Sassolungo in Val Gardena. È morta anche una donna precipitando durante un’escursione sulle Apuane, in Alta Versilia, a Stazzema (Lucca). Mentre una donna e’ morta annegata a Palazzolo sull’Oglio, nel Bresciano, dopo essere caduta in una roggia a Caprioli, trascinata poi dalla corrente.

L'articolo Allerta caldo, domenica con bollino rosso in 12 citta’ proviene da www.controradio.it.

Coronavirus: in Toscana oggi 6 nuovi casi, 1 decesso

Coronavirus: in Toscana oggi 6 nuovi casi, 1 decesso

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 16 (1 in meno rispetto a ieri, meno 5,9%), nessuno in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).

In Toscana sono 10.489 i casi di positività al Coronavirus, 6 in più rispetto a ieri (5 identificati in corso di tracciamento e 1 da attività di screening). Due dei 6 casi giornalieri sono da ricollegarsi al cluster originato qualche giorno fa nella zona del Mugello. I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. Stabili i guariti a quota 8.962 (l’85,4% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 427.761, 3.187 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 392, +1,3% rispetto a ieri. Oggi si registra 1 nuovo decesso: un uomo di 81 anni, a Massa Carrara.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Si ricorda che a partire dal 24 giugno 2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica, bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 3.294 i casi complessivi ad oggi a Firenze (3 in più rispetto a ieri), 559 a Prato, 756 a Pistoia, 1.057 a Massa, 1.385 a Lucca (1 in più), 951 a Pisa (2 in più), 484 a Livorno, 693 ad Arezzo, 431 a Siena, 408 a Grosseto. Sono 471 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. 3 in più quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 3 nella Nord Ovest, 0 nella Sud est.

La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 281 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 410 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 542 casi x100.000 abitanti, Lucca con 357, Firenze con 326, la più bassa Livorno con 145.

Complessivamente, 376 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (6 in più rispetto a ieri, più 1,6%). Sono 1.367 (più 37 rispetto a ieri, più 2,8%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 1.042, Nord Ovest 242, Sud Est 83).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 16 (1 in meno rispetto a ieri, meno 5,9%), nessuno in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).

Le persone complessivamente guarite sono 8.962 (stabili rispetto a ieri): 131 persone “clinicamente guarite” (meno 6 rispetto a ieri, meno 4,4%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 8.831 (più 6 rispetto a ieri, più 0,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi si registra 1 nuovo decesso: un uomo di 81 anni. Relativamente alla provincia di notifica, la persona deceduta è a Massa Carrara. Sono 1.135 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 417 a Firenze, 52 a Prato, 81 a Pistoia, 174 a Massa Carrara, 143 a Lucca, 90 a Pisa, 63 a Livorno, 50 ad Arezzo, 33 a Siena, 24 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 30,4 x100.000 residenti contro il 58,2 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (89,3 x100.000), Firenze (41,2 x100.000) e Lucca (36,9 x100.000), il più basso a Grosseto (10,8 x100.000).

L'articolo Coronavirus: in Toscana oggi 6 nuovi casi, 1 decesso proviene da www.controradio.it.

Elezioni Toscana: CSX avanti di 4 punti, ma balzo Lega e FdI

Elezioni Toscana: CSX avanti di 4 punti, ma balzo Lega e FdI

Il sondaggio  Emg Acqua, per Italia Viva vede  il centrosinistra sarebbe avanti di 4 punti rispetto al centrodestra, con un 45,5% totale della coalizione contro il 41,5% degli avversari. Mentre il Movimento 5 Stelle sarebbe fermo all’8%, con altri al di fuori delle coalizioni al 5%.

Il Pd sarebbe  il primo partito in Toscana con il 31,5% contro il 25 della Lega, che guadagna 9 punti percentuali rispetto al 16,2% ottenuto alle ultime Regionali nel 2015. Fratelli d’Italia raggiunge l’ 11% (era al 3,85)  mentre Forza Italia è ferma al 4%. Nel centrosinistra subito dopo il Pd ci sarebbe Italia Viva, che corre insieme a Più Europa: i due partiti insieme arrivano all’8%.  4% alle altre liste della coalizione, con  2020 A Sinistra al 2%.

Il Pd guadagna rispetto alle politiche del 2018 quando si fermo’ al 29,6, ma scende di 15 punti dal 46,3% del 2015.  Crollo anche per il Movimento 5 Stelle, visto che nel 2015 aveva ottenuto il 15%. In pratica avrebbe quasi dimezzato i suoi voti. Così come Forza Italia, che passerebbe dall’8,5% al 4%.
Fattori dimezzerebbe i voti ottenuti nel 2015 quando  aveva preso il 6,3%.

L'articolo Elezioni Toscana: CSX avanti di 4 punti, ma balzo Lega e FdI proviene da www.controradio.it.