Firenze Marathon: 9mila iscritti alla 35a edizione

Firenze Marathon: 9mila iscritti alla 35a edizione

Sono 8.939 i maratoneti iscritti alla 35esima edizione della Firenze Marathon che si svolge oggi 25 novembre con partenza e arrivo in piazza Duomo.

La principale novità è lo spostamento del Marathon Expo (per ritirare i pettorali e fare le ultime iscrizioni) da Campo di Marte alla stazione Leopolda. Le altre novità sono la staffetta benefica (sabato 24), la dedica del 13 chilometro di gara a Davide Astori, un omaggio a Nelson Mandela nei 100 anni dalla nascita e la Ginky family run per le famiglie (sabato alle 15). In particolare, gli iscritti sono 7.025 uomini e 1.914 donne, 2.536 gli stranieri da 80 Paesi.

“Questa manifestazione – ha commentato l’assessore comunale allo Sport Andrea Vannucci – ha trovato una collocazione fissa nel calendario, l’ultima domenica di novembre, perché ormai la maratona fa parte del dna della città di Firenze”. Saranno inoltre 2.500 i volontari lungo il percorso. L’evento, ha spiegato l’assessore, “nasce da un impegno collettivo, sono migliaia le persone che collaborano per garantire agli atleti le migliori condizioni per svolgere la propria prestazione” e “uno sforzo immane che tutto il Comune di Firenze fa con il sorriso perchè sa che questo ha un impatto positivo sul territorio”.

“Quest’anno vogliamo dare un’immagine rinnovata e importante alla Firenze marathon – ha aggiunto Giancarlo Romiti, presidente del comitato organizzatore – lo spostamento dell’expo è stato fatto perchè contiamo di dare un’immagine della città di Firenze che vuole guardare avanti con ambizioni importanti.”

L'articolo Firenze Marathon: 9mila iscritti alla 35a edizione proviene da www.controradio.it.

Benscavato vecchia talpa – speciale Educazione fisica a scuola, Italia ‘Cenerentola’ del’Europa

Benscavato vecchia talpa – speciale Educazione fisica a scuola, Italia ‘Cenerentola’ del’Europa

L’Italia è una delle poche nazioni in Europa che pur avendo indicato l’eduzione fisica come materia obbligatoria, nelle primarie ha consentito la completa flessibilità d’orario. Peccato che spesso questo si traduca in una corsetta, qualche esercizio a corpo libero o nemmeno quello. In Francia si arriva a più di 100 ore, occupando circa il 10% della didattica.

Alla fine delle elementari uno studente italiano ha già accumulato invece un ritardo sulle ore di ginnastica rispetto a paesi come la Germania (80 ore all’anno) e la Danimarca (70 ore all’anno).

Per non parlare dell’inadeguatezza delle strutture di scuole che molto spesso hanno sede in immobili non idonei per le palestre, di scarsa manutenzione, e di fondi che mancano per progettazioni adeguate e continuative.

Oggi in onda Benscavato Vecchia Talpa, con Chiara Brilli, su Controradio Firenze. SPECIALE Educazione fisica nelle scuole:  Intervista all’assessora regionale allo sport Stefania Saccardi alla vicesindaca di Firenze Cristina Giachi e  in diretta Cristina Baroni, presidente SIEF (Società Italiana Educazione Fisica).

Prossima puntata il 5 dicembre 2018, dalle 9.30 alle 10.00 su Controradio. Tema: la gestione e la raccolta dei rifiuti, porta a porta, uso della chiavetta, rifiuti ingombranti etc.

Per segnalazioni benscavato@controradio.it

L'articolo Benscavato vecchia talpa – speciale Educazione fisica a scuola, Italia ‘Cenerentola’ del’Europa proviene da www.controradio.it.

Benscavato vecchia talpa – speciale Educazione fisica a scuola, Italia ‘Cenerentola’ del’Europa

Benscavato vecchia talpa – speciale Educazione fisica a scuola, Italia ‘Cenerentola’ del’Europa

L’Italia è una delle poche nazioni in Europa che pur avendo indicato l’eduzione fisica come materia obbligatoria, nelle primarie ha consentito la completa flessibilità d’orario. Peccato che spesso questo si traduca in una corsetta, qualche esercizio a corpo libero o nemmeno quello. In Francia si arriva a più di 100 ore, occupando circa il 10% della didattica.

Alla fine delle elementari uno studente italiano ha già accumulato invece un ritardo sulle ore di ginnastica rispetto a paesi come la Germania (80 ore all’anno) e la Danimarca (70 ore all’anno).

Per non parlare dell’inadeguatezza delle strutture di scuole che molto spesso hanno sede in immobili non idonei per le palestre, di scarsa manutenzione, e di fondi che mancano per progettazioni adeguate e continuative.

Oggi in onda Benscavato Vecchia Talpa, con Chiara Brilli, su Controradio Firenze. SPECIALE Educazione fisica nelle scuole:  Intervista all’assessora regionale allo sport Stefania Saccardi alla vicesindaca di Firenze Cristina Giachi e  in diretta Cristina Baroni, presidente SIEF (Società Italiana Educazione Fisica).

Prossima puntata il 5 dicembre 2018, dalle 9.30 alle 10.00 su Controradio. Tema: la gestione e la raccolta dei rifiuti, porta a porta, uso della chiavetta, rifiuti ingombranti etc.

Per segnalazioni benscavato@controradio.it

L'articolo Benscavato vecchia talpa – speciale Educazione fisica a scuola, Italia ‘Cenerentola’ del’Europa proviene da www.controradio.it.

Venerdì 23 novembre la seconda semifinale del Rock Contest 2018

Venerdì 23 novembre la seconda semifinale del Rock Contest 2018

Siamo giunti alle seconda ed ultima semifinale per questa edizione del Rock Contest 2018. Appuntamento al Glue di Firenze venerdì 23 novembre alle 21.30 con ingresso libero votazione di pubblico e giuria. Sul palco Giunto di Cardano dalla Puglia, Gabriele Bernabò da Grosseto, BTK& TYLER da Empoli/Firenze, Vieri da Firenze, Bonsai Bonsai da Livorno e il gruppo che ha usufruito del ripescaggio Gli occhi degli altri da Brescia

Appuntamento per la seconda ed ultima semifinale al Glue di Firenze venerdì 23 novembre alle 21.30 con ingresso libero votazione di pubblico e giuria. 

GIUNTO DI CARDANO Echi distorti e muri di delay segnano la fusione dei vari generi che ne contaminano la produzione: dall’alternative rock al post-punk, dalla new-wave al rock psichedelico e sperimentale. Cantano in italiano, hanno una intensa attività live, provengono da Foggia.

GABRIELE BERNABO’ Grossetano, inizia con il violino all’età di 7 anni, in seguito con il duo Monologue raggiunge ottimi risultati e riconoscimenti. Oggi Gabriele Bernabo’ propone atmosfere sintetiche e cantati in italiano, si esibisce con l’ausilio di computer, synth e strumenti reali accompagnato dal batterista Davide Sorresina.

BONSAI BONSAI Quintetto livornese che raggiunge forma stabile nel 2015. Il sound della band innesta psichedelia ed elettronica, tempi dilatati e ritmi serrati. Cantano in inglese, nei live curano anche la dimensione visuale.

BYK feat TYLER Il gruppo è stato formato da B.T.K., produttore di musica hip hop, trap ed elettronica e da Tyler, voce (15 e 18 anni). Attivi da 2 anni nella zona di Empoli, hanno già diversi brani pubblicati su Youtube e Spotify.

VIERI Fiorentino ma con origini sarde e francesi, polistrumentista, già nel nucleo originale degli /handlogic, nel 2018 inizia a lavorare al suo primo progetto solista unendo l’urgenza espressiva cantautoriale alla passione per il jazz e l’elettronica. Canzoni ibride, intime e minimali dove l’introspezione delle parole in italiano incontra la sperimentazione del pop internazionale.

GLI OCCHI DEGLI ALTRI Sono punti di vista diversi, sono quello che accade quando questi si scontrano e il risultato non è mai come lo avevi previsto. Un racconto che inizia dalle delusioni della vita di provincia, passa per l’esperienza in una metropoli inglese, affronta le difficoltà e ripartire seguendo l’istinto, con una visione trasformata della realtà. Provengono da Lecco, si muovono sui territori del indie-pop e alternative-rock con un occhio attento alla melodia, in italiano.

IL GLUE ALTERNATIVE CONCEPT SPACE –  si trova in Viale Manfredo Fanti 20, Firenze

 

Vi aspettiamo il primo dicembre la finalissima del 30° Rock Contest all’Auditorium Flog. Con Max Collini e Daniele Carretti rivive la storia degli Offlaga Disco Pax. Sul palco insieme a loro  Brunori, Tre Allegri Ragazzi Morti, Colapesce, Bologna Violenta,  Alessandro Baronciani e Thomas Koppen di Tante Anna. Tra i giurati Divi e Dragogna de I Ministri e Maria Antonietta

L'articolo Venerdì 23 novembre la seconda semifinale del Rock Contest 2018 proviene da www.controradio.it.

Diverbio tra due operai a Pistoia, uno finisce in ospedale

Diverbio tra due operai a Pistoia, uno finisce in ospedale

Un diverbio tra due operai di uno stabilimento a Pistoia si è concluso col ricovero in ospedale di una persona, non in pericolo di vita. Si cerca ancora l’aggressore

E’ terminato con una persona ricoverata in ospedale un diverbio, all’interno dello stabilimento Hitachi Rail (società estranea ai fatti ndr) di via Ciliegiole a Pistoia, tra due operai dipendenti di una ditta esterna all’Hitachi che stavano eseguendo dei lavori all’interno di una carrozza in costruzione.

Uno dei due contendenti, un 30enne di Serravalle Pistoiese (Pistoia), al culmine del litigio avvenuto questa mattina intorno alle 7.30, ha colpito al fianco sinistro il collega, un 40enne di Pistoia con un oggetto acuminato non meglio individuato. A quel punto, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri intervenuti sul posto, il 30enne si sarebbe subito allontanato dallo stabilimento ed è tuttora irreperibile. Il ferito, trasportato in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale di Pistoia, è stato medicato e ricoverato perché dovrà essere sottoposto ad un piccolo intervento: non è in pericolo di vita. Sulla vicenda stanno indagando i militari del Norm di Pistoia.

L'articolo Diverbio tra due operai a Pistoia, uno finisce in ospedale proviene da www.controradio.it.